Non pensarci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Non pensarci
Nonpensarci-Mastandrea&Battiston.png
Valerio Mastandrea e Giuseppe Battiston in una scena del film
Paese di produzione Italia
Anno 2007
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Gianni Zanasi
Soggetto Gianni Zanasi
Sceneggiatura Gianni Zanasi e Michele Pellegrini
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Montaggio Rita Rognoni
Musiche Ivan Graziani, Merci Miss Monroe, Les Fauves, Atomik Dog
Scenografia Roberto De Angelis
Interpreti e personaggi

Non pensarci è un film del 2007 diretto da Gianni Zanasi.

La pellicola è uscita nelle sale italiane il 4 aprile 2008.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stefano Nardini (Valerio Mastandrea) è un musicista rock che, giunto ai 36 anni, subentra in una fase di crisi esistenziale. Non sicuro di come potrà proseguire la sua carriera e la sua vita, decide di far ritorno momentaneamente a Rimini dalla famiglia. Qui, come mai fatto prima, riuscirà a farsi carico dei problemi altrui e ad assumersi quel senso di responsabilità che gli mancava. Lo aiuteranno in ciò e verranno contraccambiati la sorella (Anita Caprioli) e il fratello (Giuseppe Battiston). Una miscela di situazioni comiche, surreali, riflessive e malinconiche.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Valerio Mastandrea esegue nel film un preludio di Fryderyk Chopin, precisamente Op. 28 N°7, non presente nella colonna sonora originale, che invece attinge alla scena contemporanea.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Non pensarci - La serie.

Ispirata al film, è stata realizzata una serie televisiva omonima, con gli stessi interpreti del film, Valerio Mastandrea, Giuseppe Battiston, Anita Caprioli, e con la partecipazione di Luciana Littizzetto. La serie ha debuttato il 18 maggio 2009 alle 23 su Fox (canale 110 di Sky) e in prima visione in chiaro, il 28 giugno 2010 su LA7[1]. La serie è composta da 12 episodi diretti da Gianni Zanasi e Lucio Pellegrini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non pensarci da stasera su LA7, tvblog.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema