Noemi (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Noemi è un nome proprio di persona italiano femminile[1].

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Noemi supplica Rut e Orpa di tornare a casa, di William Blake

Deriva dall'ebraico נָעֳמִי (Na'omiy, Nō'omî), passato come Νωεμίν (Noemìn) nella Septuaginta greca e come Noemi nella Vulgata latina[2]; viene ricondotto da svariate fonti al sostantivo ebraico no'am ("dolcezza", "gentilezza", "gioia", "delizia")[1][2][3][4] o a n'm ("essere piacevole", "essere gradito")[2], e il significato viene talvolta interpretato come "mia delizia", "mia gioia"[3][5] (simile quindi per semantica a Gioia, Letizia, Eufrasia ed Hephzibah), tuttavia altre fonti relegano queste ipotesi all'etimologia popolare[2].

Il nome ha tradizione biblica, riprendendo quello di Noemi, moglie di Elimelech e suocera di Rut, che cambiò il suo nome in Mara (dall'ebraico Marah, "amareggiata", "infelice") dopo la morte del marito e dei due figli.

Sebbene inizialmente comune come nome ebraico, venne usato in ambito cristiano nella lingua inglese solo dopo la Riforma Protestante, nella forma Naomi[1]. La sua introduzione in Italia sembra invece essere recente, dovuta probabilmente a ragioni letterarie[2].

Va notato che la forma inglese, Naomi, coincide con il nome giapponese femminile 直美 (Naomi), composto da 直 (nao, "onesta", "corretta") e 美 (mi, "bella")[6].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni calendari e siti web riportano una "santa Noemi" o "beata Noemi", commemorata il 14 o il 15 dicembre[4][2]; tuttavia, nessuna figura con questo nome è registrata dalle fonti agiografiche, compresi il martirologio romano e l'elenco dei santi composto dai bollandisti[2]; alle volte, tale figura viene identificata con la Noemi biblica, per cui però non vi alcuna traccia di culto, nemmeno locale (al contrario di sua nuora Rut, che come "santa" è commemorata al 1º settembre nel martirologio di Canisio)[2].

Di conseguenza, il nome è adespota, e il suo onomastico ricorre il 1º novembre, festa di Ognissanti.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Noemi..."

Variante Naomi[modifica | modifica wikitesto]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Naomi..."

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Naomi (1), Behind the Name. URL consultato il 13 giugno 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i j k Tagliavini, p. 430.
  3. ^ a b c (EN) Naomi, Online Etymology Dictionary. URL consultato il 13 giugno 2012.
  4. ^ a b Noemi, Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 giugno 2012.
  5. ^ Burgio, p. 272.
  6. ^ (EN) Naomi (2), Behind the Name. URL consultato il 13 giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi