Noah Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Noah George Taylor (Londra, 4 settembre 1969) è un attore australiano nato in Gran Bretagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Londra, all'età cinque anni assieme ai genitori si trasferisce in Australia, crescendo nei sobborghi di Melbourne. All'età di sedici anni abbandona la scuola per dedicarsi completamente agli studi di recitazione. Debutta nel 1987 nel film Cani nello spazio, in seguito intraprende una lunga gavetta che lo porta a prendere parte a svariate produzioni cinematografiche e televisive australiane, tra cui Bangkok Hilton e Flirting al fianco delle allora sconosciute Nicole Kidman e Thandie Newton.

Nel 1996 si mette in luce grazie all'interpretazione del giovane David Helfgott in Shine di Scott Hicks, Geoffrey Rush si guadagna un Oscar per l'interpretazione di Helfgott da adulto. In seguito ottiene una parte in Quasi famosi di Cameron Crowe e questo gli spalanca le porte di Hollywood, con Crowe torna a lavorare nel 2001 in Vanilla Sky, ma Taylor ha preso parte a film come Lara Croft: Tomb Raider, Tomb Raider: La culla della vita, E morì con un felafel in mano e Max, in quest'ultimo ha interpretato la parte di Adolf Hitler.

Negli ultimi anni ha recitato in Le avventure acquatiche di Steve Zissou e ne La fabbrica di cioccolato di Tim Burton, inoltre nel 2008 recita nel primo film da regista dello scrittore Alessandro Baricco, Lezione ventuno.

Dal 2013 interpreta il ruolo di Locke Bolton, membro dei Guitti Sanguinari, nella terza e quarta stagione de Il Trono di Spade.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film Noah Taylor è stato doppiato da:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 68548984 LCCN: no98072832