Noa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 3 caratteri, vedi NOA.
Noa
Noa
Noa
Nazionalità Israele Israele
Genere Pop
Folk
Periodo di attività 1991 – in attività
Album pubblicati 13
Sito web

Noa, nome d'arte di Achinoam Nini (אחינועם ניני in ebraico) (Tel Aviv, 23 giugno 1969), è una cantante israeliana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Tel Aviv da una famiglia di ebrei yemeniti costretti a fuggire dal loro paese a causa dell'ostilità seguente alla proclamazione dello stato d'Israele, a due anni si trasferì con la famiglia a New York dove il padre, docente universitario, aveva ottenuto un incarico.

All'età di 17 anni, a seguito di una profonda crisi d'identità («non ero bianca e non ero nera» ricorda «chi era Achinoam Nini?») decise di tornare in Israele, dove prestò servizio militare obbligatorio per due anni. Noa ricorda spesso lo smarrimento di quel periodo: «ero sola, in mezzo a ragazze che parlavano un ebraico che non capivo, si dormiva col fucile sotto il letto».

In Israele conobbe il medico pediatra Asher Barak, da lei soprannominato "angelo dallo stetoscopio rosa", che in seguito sposerà. La coppia ha tre figli: Ayehli, Enea e Yum. Nello stesso periodo debuttò come cantante, divenendo presto celebre anche all'estero per i numerosi concerti dal vivo e tournée, in coppia col chitarrista Gil Dor.

Noa è un'artista profondamente impegnata nell'utilizzo della musica come strumento di riavvicinamento fra popoli in conflitto, con particolare riguardo alla tragica questione mediorientale. Le sue canzoni sono fortemente influenzate dall'ambiente israeliano, con le sue contraddizioni (come l'avere le radici ai due lati del mare, sia nel paese della diaspora, sia in Israele), i suoi dolori (la guerra, il terrorismo) e le speranze.

Il 5 luglio 1996 partecipa al concerto di Antonello Venditti a Napoli in Piazza del Plebiscito.

Nel 1997 Roberto Benigni la scelse per cantare Beautiful That Way, tema principale della colonna sonora del suo film La vita è bella, scritto da Nicola Piovani.

Ha partecipato al Live 8 a Roma.

Nel 2001, a settembre, nell'ambito dell'Annuale meeting "United Artists for Peace" promosso dai Frati Francescani di Assisi, venne insignita del premio "Artista per la Pace"

Il 16 ottobre 2003 Noa fu nominata Ambasciatrice di buona volontà dell’Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO).

Nel 2006 partecipò al Festival di Sanremo cantando Un discorso in generale con Carlo Fava e Solis String Quartet. Il brano non riuscì ad accedere alla serata finale, ma ottenne il Premio della Critica. Nel dicembre del 2006 ha ricevuto al Teatro Apollo di Crotone il "Premio Pace e Libertà" istituito dal Comune di Crotone.

Nel maggio 2009 ha rappresentato Israele, in coppia con la cantante palestinese con cittadinanza israeliana Mira Awad, alla 54ª edizione dell'Eurovision Song Contest in programma a Mosca con la canzone - interpretata in inglese, ebraico e arabo, " There must be another way ", superando la semifinale e classificandosi in sedicesima posizione alla finale. Il 5 giugno del 2009 è la madrina della Costa Pacifica a Genova mentre l'11 agosto del 2009 è protagonista, insieme a Mira Awad, della "Notte di Stelle e di Pace" al Santuario di San Francesco di Paola, dove riceve il premio di Fatti di Musica, la ventitreesima edizione della rassegna del miglior live d'autore diretta da Ruggero Pegna.

Nel 2011 pubblicherà un album, dal titolo Noapolis nel quale canta in napoletano brani famosi della canzone classica napoletana. Ha proposto in anteprima a Napoli (il 6 dicembre 2010): Santa Lucia Luntana e I' te vurria vasà. L'8 marzo 2011 a Catanzaro, in avvio del nuovo tour, riceve il "Riccio d'Argento" di Fatti di Musica proprio per "Noapolis" con la seguente motivazione: "A Noa, donna e artista dal fortissimo impegno sociale e civile, per la promozione mondiale del patrimonio musicale italiano attraverso il nuovo album Noapolis e l'attenzione da sempre rivolta alla musica e alla cultura del nostro Paese." e il 19 settembre si esibisce a Formia. Duetta con Eugenio Finardi a Sanremo 2012; durante la serata "W l'Italia nel mondo" si esibisce in "Torna a Surriento" e in "Life is Beautiful".

Premi e Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Stella d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Stella d'Italia
— 1 giugno 2006[1]
  • 2009 - Premio di "Fatti di Musica", rassegna del miglior live d'autore (Santuario di San Francesco di Paola)
  • 2012 - Premio "Horcynus Orca" per il suo impegno nella promozione del dialogo fra Israele e paesi arabi e nel riconoscimento dei diritti delle donne in Medioriente.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Live[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 56521476 LCCN: nr98006994