Nitroammina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Generica struttura di una N-nitroammina

Una nitroammina è un'ammina che ha subito un processo di nitrazione, solitamente ad opera di acido nitrico fumante o di una miscela solfo-nitrica. In particolare, a partire dall'esa-metilen-tetra-ammina, si ottiene la ciclo-tri-metilen-tri-nitro-ammina (RDX), dalla reazione di nitrazione con acido nitrico fumante, mentre la ciclo-tetra-metilen-tetra-nitro-ammina (HMX) si ottiene nitrando la stessa ammina con anidride acetica, paraformaldeide e ammonio nitrato.

La maggior parte degli esplosivi militari sono a base di nitroammine. Ad esempio, il C-4 viene ottenuto tramite un processo di dissoluzione di una nitroammina (chiamata esogeno o T4) in un solvente, assieme a composti polimerici.

Negli usi civili (come nelle miniere e nelle operazioni di demolizione), a causa dell'alto costo e della difficoltà di produzione delle nitroammine, si preferisce sostituire le stesse con esplosivi altrettanto sicuri ma dal prezzo inferiore, come il tritolo o i composti ANFO (ammonium nitrate fuel oil).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia