Nitocris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nitokerty
Re dell'Alto e Basso Egitto
Incoronazione 2200 a.C. [1]
Predecessore Merenra (II)
Successore Neferka
Morte 2192 a.C. [2]
Dinastia VI dinastia egizia
Padre Pepi (II) (?)

Nitokerty (Nitocris secondo Manetone) (... – 2192 a.C.) è stato un faraone appartenente VI dinastia egizia.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nitokerty è il primo sovrano di sesso femminile tramandato dalle fonti antiche, greche ed ellenistiche, nella storia egizia. Forse figlia di Pepi (II) e sorellastra di Merenra non sappiamo come potrebbe essere giunta al trono se per matrimonio o assumendo direttamente le prerogative reali.

Di lei scrive Sesto Africano ... la più bella e la più nobile delle donne del suo tempo, di carnagione chiara e con le guance rosate, che innalzò la terza piramide.....

L'ultima affermazione, considerata errata dagli studiosi, è legata ad una tradizione posteriore che le attribuisce lavori di restauro della piramide di Micerino.

Erodoto[3] le attribuisce la vendetta sugli assassini del fratello seguita poi dal suicidio gettandosi in una camera colma di cenere ardente.

Non è ricordata nelle liste reali di Abydos e di Saqqara

Non sono stati ritrovati monumenti recanti il suo nome.

L'assenza di documentazione archeologica lascia comunque aperto il dubbio sulla effettiva storicità del nome e sulla sua posizione cronologica tenendo anche conto della frammentarietà del Canone Reale


Liste reali[modifica | modifica wikitesto]

Lista di Abydos Lista di Saqqara Canone Reale Anni di regno
(Canone reale)
Sesto Africano Anni di regno
(Sesto Africano)
Eusebio di Cesarea Anni di regno
(Eusebio di Cesarea)
Altre fonti
Erodoto

Hiero Ca1.png
non citato
Hiero Ca2.svg


Hiero Ca1.png
non citato
Hiero Ca2.svg

4.8
Hiero Ca1.png
n
t Z5
i X7
r
t
Z4
G7
Hiero Ca2.svg

n t q r t y - Nitokerty (net iqeret)
? Nitocris 12 Nitocri


Altre datazioni[modifica | modifica wikitesto]

Autore Anni di regno
von Beckerath 2193 a.C. - 2191 a.C.[4]
Malek 2141 a.C. - 2140 a.C.[5]


Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Merenra (II) Antico Regno Neferka


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cimmino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p. 469
  2. ^ Cimmino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p. 469
  3. ^ Erodoto - Storie II,100
  4. ^ Chronologie des Pharaonischen Ägypten (Chronology of the Egyptian Pharaohs), Mainz am Rhein: Verlag Philipp von Zabern. (1997)
  5. ^ (con John Baines), Atlante dell'antico Egitto, ed. italiana a cura di Alessandro Roccati, Istituto geografico De Agostini, 1980 (ed. orig.: Atlas of Ancient Egypt, Facts on File, 1980)


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Gardiner, Martin - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Smith, W.S. - Il Regno Antico in Egitto e l'inizio del Primo Periodo Intermedio - Storia antica del Medio Oriente 1,3 parte seconda - Cambridge University 1971 (Il Saggiatore, Milano 1972)
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • Federico A. Arborio Mella - L'Egitto dei Faraoni - Mursia - ISBN 88-425-3328-9
  • Grimal, Nicolas - Storia dell'antico Egitto - Editori Laterza, Bari 2008 - ISBN 978-88-420-5651-5

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]