Niqab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rilievo raffigurante donne arabe coperte dal velo integrale. Palmira, Siria, Tempio di Baal (I secolo)
Donne che indossano il niqāb in Turchia.

Il niqāb (in arabo: نقاب) è un velo presente nella tradizione araba preislamica e in quella islamica, che copre l'intero corpo della donna, compreso il volto, lasciando scoperti solo gli occhi.

Di solito si compone di due parti, divise fra loro: la prima è formata da un fazzoletto di stoffa leggero e traspirante, che viene collocato al di sotto degli occhi a coprire naso e bocca, e legato al di sopra delle orecchie, mentre la seconda parte è formata da un pezzo di stoffa molto più ampio del primo, che nasconde i capelli e buona parte del busto, da legare dietro la nuca, e poi lasciato cadere morbido lungo le orecchie.

Esistono, tuttavia, altri tipi di "velo", che variano in modo più o meno consistente e sono utilizzati in diversi territori.

In Vicino Oriente, il niqāb è spesso associato al Wahhabismo, corrente fondamentalista legata all'Arabia Saudita; esso è tuttavia presente anche in aree non toccate da questo movimento.

La maggioranza delle donne musulmane praticanti, tuttavia, in Egitto come in Africa Settentrionale, indossa un ḥijāb che copra soltanto i capelli.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Il niqāb portato da una donna di Dubai.

Note[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]