Nino Vaccarella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nino Vaccarella
Vaccarella, Nino 1972-07-07.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula 1, 24 Ore di Le Mans, Sport Prototipo
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1961-1962, 1965
Scuderie De Tomaso, Ferrari, Lotus, Porsche, Alfa Romeo.
Miglior risultato finale 23° (1962)
GP disputati 4
Carriera nella 24 Ore di Le Mans
Vittorie 1 (1964)
 

Nino Vaccarella (Palermo, 4 marzo 1933) è un ex pilota automobilistico italiano su circuito e su strada.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vaccarella su Ferrari 330 P4 alla 1000 km di Monza nel 1967

Laureato in giurisprudenza, alla prematura morte del padre si dedica, con la sorella, alla conduzione dell'istituto scolastico privato di proprietà della famiglia.

Si cimenta nelle prime corse locali a bordo della Fiat 1100 ereditata dal padre, per poi acquistare una Lancia Aurelia 2500 con cui partecipa alle gare in salita delle stagioni 1957-58.

Nel 1959, dopo aver acquistato una Maserati, inizia a partecipare alla categoria "Sport 2000" ottenendo significativi risultati che lo pongono all'attenzione del conte Giovanni Volpi, figlio di un noto personaggio politico e titolare d'una prestigiosa scuderia di automobili da competizione per gare in F1, Sport e Gran Turismo.

Successivamente, Vaccarella diventerà pilota ufficiale Ferrari e Alfa Romeo.

In Formula 1 disputò quattro gran premi in tre diversi campionati: il GP d'Italia del 1961, 1962 e 1965 rispettivamente con le scuderie De Tomaso, Lotus e Ferrari, ed il GP di Germania del 1962 con la scuderia Porsche.

Il suo primo successo internazionale è quello alla 24 ore di Le Mans del 1964, in coppia con Jean Guichet, al volante di una Ferrari 275 P.

Vaccarella con la Ferrari 512 S alla 1000 km del Nürburgring nel 1970

Beniamino dei tifosi siciliani, partecipò con particolari impegno e frequenza alla Targa Florio che vinse nel 1965 in coppia con Lorenzo Bandini, nel 1971 con Toine Hezemans e nel 1975 con Arturo Merzario, nella sua ultima gara da pilota. Nelle edizioni del 1962 e 1970 conquistò il 3º posto ed in quella del 1963 venne squalificato da un inflessibile commissario di gara, in quanto sprovvisto della patente di guida che gli era stata ritirata, nel 1961, a causa di un incidente stradale occorsogli a Pescara.

L'importante palmarès di Vaccarella è costellato di molte vittorie in gare internazionali della categoria "Sport-prototipi", nella quale conquista, con la Ferrari, il titolo mondiale del 1964.

Nel mondo delle corse è noto con il soprannome di "preside volante" dovuto alla sua attività di preside in una scuola di Montelepre. Celebre è un episodio che mostra tutta la difficoltà di far convivere gli impegni sportivi con il lavoro scolastico, verificatosi al termine della sua gara vittoriosa a Le Mans: Vaccarella, suo malgrado, si vide costretto a rifiutare di partecipare ai rituali festeggiamenti del vincitore per correre all'aeroporto di Orly e poter essere, l'indomani mattina, puntuale alle lezioni.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

1961 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Punti Pos.
Scuderia Serenissima De Tomaso Rit 0
1962 Scuderia Vettura Flag of the Netherlands.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Punti Pos.
Scuderia Serenissima Lotus 18/21, Porsche 718 e Lotus 24 NQ 15 9 0
1965 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Punti Pos.
Scuderia Ferrari SpA SEFAC Ferrari 158 12 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nino Vaccarella, Il preside volante - la mia storia automobilistica, Flaccovio (2003); ISBN 88-7804-241-2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]