Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi di Naruto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ninja del Villaggio della Sabbia)

1leftarrow.pngVoce principale: Naruto.

Nell'universo immaginario dell'anime e manga Naruto vi sono molti personaggi, i cui nomi e capacità, fanno riferimento in modo più o meno palese alla mitologia giapponese. Nell'elenco che segue, essi sono inseriti secondo l'ordine di apparizione nel manga.

Villaggio della Foglia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Naruto (Villaggio della Foglia).

Villaggio della Sabbia[modifica | modifica wikitesto]

Gaara[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Gaara.

Kankuro[modifica | modifica wikitesto]

Kankuro
Universo Naruto
Nome orig. カンクロウ (Kankurō)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 34
  • Anime: Episodio 20
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Yasuyuki Kase [1]
Voce italiana Luca Bottale [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 15 maggio[2]
  • Serie I: 60[2]
  • Serie II: 63.9
Affiliazione Team Baki, Squadra d'assalto
Parenti
  • Rasa (padre, deceduto)
  • Karura (madre, deceduta)
  • Yashamaru (zio, deceduto)
  • Gaara (fratello minore)
  • Temari (sorella maggiore)
  • Shikamaru Nara (cognato)
  • Shikadai Nara (nipote)

Kankuro (カンクロウ Kankurō?) è un ninja del Villaggio della Sabbia. Fa parte del Team Baki, capitanato da Baki, e si trova in squadra con la sorella maggiore Temari e il fratello minore Gaara. Ha la particolarità di dipingersi su volto dei segni di colore viola, che cambia a seconda di ogni nuova apparizione. Senza madre, con un padre freddo ed autoritario ed un fratello instabile che teme (anche per le tante minacce di morte da parte di Gaara) e che per questo odia[3], egli intrattiene rapporti esclusivamente con la sorella Temari. A causa della sua difficile situazione familiare, ha imparato sin da piccolo a badare a se stesso e si mostra come un ragazzo cinico e pungente per nascondere l'odio verso il padre e la paura del fratello.

Cambiamento della pittura facciale di Kankuro. Da destra in sequenza, il motivo della prima serie, quello della seconda e quello utilizzato durante la quarta grande guerra ninja.

Partecipa agli esami di selezione dei Chunin[4], insieme al suo team. Nei preliminari della terza prova, affronta e sconfigge Misumi Tsurugi e poi, durante la terza prova, è costretto ad affrontarsi con Shino Aburame. Dopo l'invasione della Sabbia e del Suono[5], Kankuro tenta di fuggire insieme al fratello, ma viene fermato da Shino con cui ingaggia un durissimo combattimento che si concluderà in parità. Dopo questa vicenda riappare in aiuto dei ninja della Foglia contro il Quartetto del Suono, sconfiggendo Sakon e Ukon. Dopo il rapimento del fratello, avvenuto per mano di Deidara e Sasori, Kankuro affronta quest'ultimo, ma viene sconfitto e avvelenato dalle armi dell'avversario.[6] In seguito viene guarito da Sakura Haruno e consegna a Kakashi un pezzo di tessuto dei vestiti di Sasori, dando modo al ninja della Foglia di far annusare il frammento di tessuto ai suoi cani e di trovare il nemico. Diviene in seguito guarda del corpo di Gaara e capitano della squadra d'assalto, sconfiggendo Sasori e Deidara.[7]

Kankuro è specializzato nella Tecnica del Marionettista e possiede tre marionette: Kuroari, Karasu e Sanshuo. A queste pooi si aggiungeranno la marionetta di Sasori e Madre e Padre.

Temari[modifica | modifica wikitesto]

Temari
Universo Naruto
Nome orig. テマリ (Temari)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 34
  • Anime: Episodio 20
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Romi Paku [1]
Voce italiana Cristiana Rossi [1]
Sesso Femmina
Data di nascita 23 agosto[2]
  • Serie I: 44,5[2]
  • Serie II: 56,5
Affiliazione Team Baki, Quarta divisione
Parenti
  • Rasa (padre, deceduto)
  • Karura (madre, deceduta)
  • Yashamaru (zio, deceduto)
  • Gaara (fratello minore)
  • Kankuro (fratello minore)
  • Shikamaru Nara (marito)
  • Shikadai Nara (figlio)
  • Shikaku Nara (suocero, deceduto)
  • Yoshino Nara (suocera)

Temari (テマリ?) è una ninja del Villaggio della Sabbia, membro del Team Baki con i due fratelli Kankuro e Gaara. Ha imparato sin da bambina a badare a se stessa e probabilmente, il difficile clima familiare in cui è cresciuta, ha influito sul suo carattere che spesso è cinico e pungente[3]. Dopo qualche tempo però, Temari migliora i suoi rapporti con Gaara diventando una sua fidata collaboratrice alla guida del villaggio come Jonin.[8] Appare spesso in compagnia di Shikamaru Nara. Inizialmente, i due sono avversari, ma in seguito instaurano un rapporto di amicizia basato su stima reciproca.

Partecipa agli esami di selezione dei chunin[4], insieme al suo team. Nei preliminari della terza prova, affronta e sconfigge facilmente Tenten e poi, durante la terza prova, è costretta ad affrontare Shikamaru, vincendo per la resa dell'avversario. In seguito all'invasione della Sabbia e del Suono[5], Temari soccorre Gaara e fugge dal Villaggio insieme a Kankuro. Dopo che i rapporti tra il Villaggio della Foglia e quello della Sabbia si risanano, Temari salva Shikamaru da Tayuya, sconfiggendo la ninja del Suono. Nella seconda parte del manga, Temari diventa un jonin e guardia del corpo del fratello Gaara, oltre che ambasciatrice del Villaggio della Sabbia; viene inoltre arruolata nella Quarta divisione durante la quarta grande guerra ninja. Alcuni anni dopo la fine della guerra, sposerà Shikamaru, dal quale avrà un figlio, Shikadai.

Ventaglio di Temari

Porta sulla schiena un enorme ventaglio, che usa come potente arma ninja, con cui combatte a distanza; Temari è anche in grado di generare vortici e tornadi, di usare il ventaglio come mezzo di trasporto volante e infine di richiamare, spargendo il suo sangue sul ventaglio, una donnola che genera raffiche di vento potentissime. Dimostra inoltre di possedere ottime capacità di analisi e calcolo che le tornano utili durante i combattimenti.[9]

Baki[modifica | modifica wikitesto]

Baki
Universo Naruto
Nome orig. バキ (Baki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 65
  • Anime: Episodio 39
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Youji Nakata [1]
Voce italiana Giorgio Bonino [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 4 luglio[2]

Baki (バキ?) è il maestro di Gaara, Kankuro e Temari, oltre ad essere uno dei Jonin più abili del Villaggio della Sabbia.[2]

Si è diplomato all'Accademia a 8 anni, ed è stato promosso chunin a 12.[2] Appare per la prima volta durante gli esami di selezione dei chunin. Ha molta fiducia nelle abilità dei suoi allievi, nonostante sostenga che Kankuro non prenda troppo seriamente la battaglia. Tuttavia è seriamente preoccupato per l'instabilità mentale di Gaara e allarmato riguardo alla sua capacità di controllare il Demone Tasso. È Baki ad uccidere Hayate Gekko, dopo averlo sorpreso ad origliare una conversazione riguardo al complotto contro il Villaggio della Foglia, con lo scopo di guadagnarsi la fiducia del Villaggio del Suono.[4] In questa circostanza prende il posto di Kabuto per uccidere il Jonin e, dopo un brevissimo scontro, riesce nel suo intento.[4] Successivamente, Baki conduce la battaglia contro i ninja della foglia allo stadio durante l'invasione. Si sconta con Genma Shiranui ma la lotta si conclude senza un vincitore. Dopo aver realizzato che Orochimaru aveva ingannato non solo lui ma tutto il Villaggio della Sabbia, Baki è diventato una persona migliore ed è molto probabile che si sia pentito delle sue azioni. Nella seconda parte del manga il Villaggio della Sabbia viene attaccato da Deidara e Sasori. Deidara riesce a colpire Gaara, a farlo svenire e a rapirlo. Kankuro decide di seguire Gaara per provare a liberarlo, ma viene rapidamente battuto da Sasori; privo di sensi, viene riportato al Villaggio della Sabbia dalla squadra di supporto, con a capo lo stesso Baki.

È capace di utilizzare la materializzazione del vento del chakra e la tecnica della Spada di Vento, capace di tagliare con facilità gli oggetti e difficilmente bloccabile.[4] Durante lo scontro con Hayate si dimostra più veloce ed esperto dell'avversario uccidendolo con un solo colpo.[4]

Rasa[modifica | modifica wikitesto]

Rasa
Universo Naruto
Nome orig. 羅砂 (Rasa)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 95
  • Anime: Episodio 57
Voce orig. Masahiko Tanaka
Voce italiana Davide Albano
Sesso Maschio
Data di nascita 29 marzo
Parenti
  • Gaara (figlio)
  • Kankuro (figlio)
  • Temari (figlia)
  • Karura (moglie, deceduta)
  • Shikadai Nara (nipote)

Rasa (羅砂 Rasa?) fu il quarto Kazekage e padre di Gaara, Kankuro e Temari.

Per suo volere il Demone Tasso fu sigillato dentro Gaara così che lui potesse diventare l'arma finale del villaggio, mettendolo più volte alla prova ordinando a suo cognato di mentire a Gaara riguardo a quello che provava sua madre nei suoi confronti[10], decidendo però di ucciderlo dopo che Gaara mostrò segni di instabilità mentale[11], nessuno dei quali andò a buon fine.[11]. Si alleò con Orochimaru per attaccare il Villaggio della Foglia[12] ma fu tradito e assassinato proprio da Orochimaru. In seguito viene resuscitato da Tecnica della Resurrezione di Kabuto Yakushi ed arruolato per la quarta grande guerra ninja[7], durante la quale affrontò Gaara, venendo sconfitto. Viene sigillato mentre versa una piccola lacrima ed un grazie diretto al figlio.[11]

Possiede l'abilità innata dell'Arte del Magnetismo riuscendo a controllare la polvere d'oro[10]. È un ottimo osservatore ed ha uno stile di combattimento molto simile al figlio. Usa la polvere d'oro per attacchi veloci e difese impenetrabili. Visto che la polvere d'oro è molto più pesante della sabbia normale, Rasa è in grado di bloccare e controllare lo Shukaku, nel caso si liberi, mischiando la polvere e la sabbia del demone.

Karura[modifica | modifica wikitesto]

Karura
Universo Naruto
Nome orig. 加琉羅 (Karura)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 129
  • Anime: Episodio 77
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Femmina
Parenti
  • Rasa (marito, deceduto)
  • Gaara (figlio)
  • Kankuro (figlio)
  • Temari (figlia)
  • Yashamaru (fratello, deceduto)
  • Shikadai Nara (nipote)

Karura (加琉羅?) è la moglie di Rasa e madre di Gaara, Kankuro e Temari. Contro la sua volontà, suo marito costrinse Chiyo a sigillare il Demone Tasso dentro il figlio che doveva ancora nascere. Morì dando alla luce Gaara[11] e maledicendo il Villaggio della Sabbia, sperando che suo figlio vendicasse la sua morte e l'orrore che aveva dovuto vivere. Gaara in seguito scoprì che né lei e né suo zio lo hanno odiato, infatti lei pregò le sabbie di proteggere il figlio.[11]

Yashamaru[modifica | modifica wikitesto]

Yashamaru
Universo Naruto
Nome orig. 夜叉丸 (Yashamaru)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 129
  • Anime: Episodio 76
Voce orig. Souichiro Hoshi
Voce italiana Claudio Beccari
Sesso Maschio
Data di nascita 23 maggio
Parenti
  • Karura (sorella, deceduta)
  • Kankuro (nipote)
  • Temari (nipote)
  • Gaara (nipote)

Yashamaru (夜叉丸?) era un ninja medico, fratello di Karura e quindi zio di Gaara, Temari e Kankuro. È stata l'unica persona a cui Gaara abbia voluto veramente bene durante l'infanzia. Yashamaru tradisce la fiducia del ragazzo quando tenta di assassinarlo, per ordine del Kazekage. Gaara possiede all'interno del suo corpo il monocoda e, per questo motivo, viene considerato un pericolo per l'intero villaggio. Reagendo all'attacco, Gaara ferisce molto gravemente Yashamaru che, in fin di vita, gli rivela di non averlo mai amato. L'uomo infatti considera il nipote come colui che ha ucciso l'amata sorella. Infine Yashamaru si suicida con degli esplosivi, cercando di uccidere anche Gaara.

Yura[modifica | modifica wikitesto]

Yura
Nome orig. 由良 (Yūra)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
1ª app. * Manga: Capitolo 247
Voce orig. Hideo Ishikawa
Voce italiana Paolo Sesana
Sesso Maschio

Yura (由良 Yūra?) era il consigliere del Quinto Kazekage e spia dell'Organizzazione Alba. Yura era un Jonin originario del Villaggio della Sabbia, il quale per quattro anni fece parte del consiglio. Dopo la nomina di Gaara come Quinto Kazekage, divenne uno dei suoi consiglieri più fidati.

Prima di diventare consigliere è stato reso da Sasori una spia tramite un dispositivo impiantato nel suo cervello, il quale gli causa numerosi dolori alla testa[6]. Poco prima dell'arrivo di Sasori e Deidara al Villaggio della Sabbia, si reca alle porte del Villaggio e, dopo aver ucciso i guardiani, apre il cancello principale permettendo a Sasori e Deidara di entrare nel Villaggio e rapire il Kazekage[6]. Viene in seguito trasformato da Alba in una replica di Itachi Uchiha controllata dallo stesso Uchiha e utilizzato per far perdere tempo al Team 7 di Kakashi Hatake e la vecchia Chiyo, i quali stavano giungendo al nascondiglio di Alba per salvare il Kazekage.[13] Il suo cadavere viene mangiato da Zetsu.

Chiyo[modifica | modifica wikitesto]

Chiyo
Universo Naruto
Nome orig. チヨ (Chiyo)
Lingua orig. Giapponese
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 252
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Ikuko Tani
Voce italiana Caterina Rochira
Sesso Femmina
Data di nascita 15 ottobre[14]
Parenti
  • Ebizo (fratello)
  • Sasori (nipote, deceduto)

Chiyo (チヨ?), soprannominata La vecchia Chiyo (チヨバア様 Chiyo-baa-sama?), è una dei due consiglieri del Villaggio della Sabbia insieme al fratello Ebizo, soprannominati gli Egregi fratelli (御姉弟 Gokyōdai?). È un abile marionettista ed è specializzata nelle arti mediche; è inoltre la nonna di Sasori.

Chiyo era piuttosto conosciuta per aver inventato diversi nuovi veleni e aver usato le proprie abilità durante la Terza Guerra dei Ninja, ma fu sempre contrastata dall'esperta ninja medico Tsunade. In un periodo non precisato combatté con Hanzo la Salamandra e riuscì a contrastare e a capire i segreti del suo veleno. Dopo la morte di suo figlio per mano di Sakumo Hatake, Chiyo badò a suo nipote Sasori, insegnandogli tutte le sue tecniche e abilità. In seguito, dopo la fuga e il tradimento di Sasori, Chiyo fu costretta, per ordine del Kazekage, a sigillare il Demone Tasso dentro il corpo di Gaara. Dopo molti anni Baki si reca dai due anziani del villaggio, Chiyo ed Ebizo, informandoli dell'attacco di Sasori e richiedendo il loro aiuto. Così Chiyo si aggiunge al Team Kakashi, nel tentativo di fermare per sempre suo nipote Sasori, scontrandosi prima con una copia di Itachi Uchiha e poi proprio il nipote Sasori, che muore alla fine dello scontro.[15] Dopo lo scontro con il nipote, Chiyo decide di resuscitare Gaara a costo della propria vita[16]. In seguito, Chiyo viene resuscitata tramite la Tecnica della Resurrezione di Kabuto Yakushi durante la quarta grande guerra ninja[7]. Tornerà nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto.

Chiyo è specializzata nella Tecnica del Marionettista e possiede la collezione di dieci marionette di Chikamatsu che riesce a manovrare contemporaneamente. Inoltre Chiyo è capace di utilizzare le marionette di Madre e Padre. Chiyo è anche un'ottima conoscitrice dei veleni e degli antidoti.

Ebizo[modifica | modifica wikitesto]

Ebizo
Universo Naruto
Nome orig. エビゾウ (Ebizō)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 252
  • Anime: Shippūden Episodio 9
Voce orig. Ken Shiroyama
Sesso Maschio
Data di nascita 6 gennaio[17]
Parenti
  • Chiyo (sorella, deceduta)
  • Sasori (pronipote, deceduto)

Ebizo (エビゾウ Ebizō?), chiamato anche "il vecchio Ebizo" (エビゾウジイ様 Ebizō-jii-sama?) dagli abitanti della Sabbia, è insieme a sua sorella Chiyo altamente riverito nel Villaggio della Sabbia e insieme sono conosciuti come gli "Egregi fratelli" (御姉弟 Gokyōdai?). Lui è il prozio di Sasori. Anche se molto rattristato dalla morte della sorella non poté non ridere vedendo la faccia tranquilla di questa.

Terzo Kazekage[modifica | modifica wikitesto]

Terzo Kazekage
Universo Naruto
Nome orig. 三代目風影 (Sandaime Kazekage)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 266
  • Anime: Episodio Shippuden 21
Sesso Maschio

Terzo Kazekage (三代目風影 Sandaime Kazekage?) veniva considerato il più forte Kazekage di tutta la storia del Villaggio della Sabbia.[18] Scomparso misteriosamente alla fine della guerra, si è scoperto che è stato ucciso e trasformato da Sasori, il più abile marionettista al mondo, in una marionetta umana.[18] Tale marionetta viene distrutta in seguito da Sakura Haruno durante il combattimento con Sasori.

Il Terzo Kazekage possedeva una speciale abilità che gli permetteva di trasformare il chakra in forza magnetica.[18] Questa abilità unita alla tecnica di un precedente possessore del Demone Tasso gli permise di inventare la Sabbia Ferrifera, tecnica temuta da tutto il villaggio e come ha detto la vecchia Chiyo è la tecnica più potente e temibile in assoluto.[18] Con questa tecnica è possibile modellare la sabbia ferrifera in qualsiasi forma creando armi utili nel tipo di combattimento che si sta svolgendo.[18]

Maki[modifica | modifica wikitesto]

Maki
Universo Naruto
Nome orig. マキ (Maki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 270
  • Anime: Shippūden Episodio 12
Sesso Femmina
Affiliazione Esercito Organizzazione Alba

Maki (マキ?) è una ninja specializzata nelle tecniche di sigillo mediante delle bende in cui avvolge gli avversari. Compare per la prima volta durante la seconda parte del manga quando Gaara viene rapito dall'Organizzazione Alba. Durante la quarta guerra mondiale dei ninja viene assoldata nella terza divisione di Kakashi Hatake, con il quale attua una strategia per sigillare Zabuza Momochi che portano a termine con l'aiuto di Ensui Nara e Shanta Yamanaka.

Pakura[modifica | modifica wikitesto]

Pakura
Universo Naruto
Nome orig. パクラ (Pakura)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 516
  • Anime: Episodio Shippuden 261
Sesso Femmina
Affiliazione Esercito Organizzazione Alba

Pakura (パクラ?) è una kunoichi riportata in vita dalla Tecnica di Resurrezione impura di Kabuto Yakushi durante la Quarta grande guerra ninja. Viene inserita in un team composto da Zabuza, Haku e Gari, con i quali attacca la terza divisione comandata da Kakashi Hatake. Durante lo scontro, lei e Gari verranno poi utilizzati per evocare la precedente generazione degli spadaccini della Nebbia rincontra Maki che cerca di farla ragionare e poter perdonare il villaggio della sabbia per quello che le è stato fatto all'inizio non vuole ragionare ma poi vedendo Maki combattere per salvare il mondo si ribella al controllo di Kabuto arrendendosi fermando Gari venendo punita da Kabuto insieme a Gari con la perdita della personalità , venendo, tuttavia, alla fine sigillati dalla terza divisione.

Pakura possiede l'abilità innata della Vampa, con la quale riesce a fare evaporare l'acqua dal corpo avversario, riducendolo ad una vera e propria mummia essiccata.

Reto[modifica | modifica wikitesto]

Reto
Universo Naruto
Nome orig. 烈斗 (Reto)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 648
  • Anime: Episodio Shippuden 382
Sesso Maschio

Reto (烈斗 Reto?) fu il Primo Kazekage (初代風影 Shodai Kazekage?). È un uomo che indossa una maschera simile a quella di Kakashi. Durante l'incontro tra i cinque kage afferma che il Villaggio della Sabbia possiede già un Cercoterio e chiede, poiché il Paese del Vento è quasi completamente desertico, che il Villaggio della Foglia dia loro terreni coltivabili e agli altri paesi una somma in denaro al posto di un cercoterio.

Shamon[modifica | modifica wikitesto]

Shamon
Universo Naruto
Nome orig. 沙門 (Shamon)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 648
  • Anime: Episodio Shippuden 382
Sesso Maschio

Shamon (沙門 Shamon?) fu il Secondo Kazekage (二代目風影 Nidaime Kazekage?). Di lui non si sa molto, a parte il fatto che sarebbe stato uno dei primi nel villaggio a cercare il sacrario del Monocoda. Appare inoltre anche nei ricordi di Hashirama Senju durante il primo incontro dei 5 Kage in qualità di guardia del corpo del Primo Kazekage. In questa circostanza porta un tatuaggio raffigurante un drago verde sul colto.

Villaggio della Nebbia[modifica | modifica wikitesto]

Haku[modifica | modifica wikitesto]

Haku Yuki
Universo Naruto
Nome orig. 白 (Haku Yuki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 15
  • Anime: Episodio 9
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Mayumi Asano [1]
Voce italiana Cinzia Massironi [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 9 gennaio[2]

Haku Yuki (?) è un Ninja traditore del Villaggio della Nebbia e compagno di Zabuza Momochi. Haku è stato sempre molto protettivo e devoto nei confronti del ninja che lo ha preso con sé, fino alla fine. Secondo Haku per diventare davvero forte bisogna avere una persona amata da proteggere.

Maschera da ninja inseguitore indossata da Haku

Haku nacque nel clan Yuki, in un villaggio del Paese dell'Acqua[3]. La madre di Haku era dotata di un'abilità genetica che cercò di nascondere sposandosi e dando alla luce Haku. Quando ormai il Paese dell'Acqua viveva in pace, Haku scoprì di aver ereditato l'abilità innata di sua madre e rivelò il loro segreto accidentalmente a suo padre, mentre stava giocando con il suo nuovo potere. Il padre di Haku radunò una piccola folla e uccise sua moglie. Avrebbe fatto la stessa cosa con Haku[3], se involontariamente non avesse ucciso tutti con delle lance di ghiaccio[19]. Dopo questo evento, Haku vagò per il paese dell'acqua come mendicante fino a quando non fu trovato da Zabuza, che lo prese con sé[3]. Haku, da parte sua, accettò subito, mettendo la sua vita al servizio di Zabuza e diventando la sua arma segreta[3]. Nel Paese delle Onde, Haku viene assoldato da Gato per assassinare un uomo di nome Tazuna, responsabile della costruzione di un ponte nel Paese delle Onde, scontrandosi con Naruto e Sasuke ma morendo per mano di Kakashi[3]

Senbon utilizzati da Haku

Haku viene resuscitato da Kabuto Yakushi con la Tecnica della Resurrezione in occasione della quarta guerra dei ninja[7] attaccando la Terza Divisione capitanata da Kakashi, con cui si scontra nuovamente.[7] Viene sconfitto e sigillato dal vecchio nemico con una tecnica combinata con Maki, Ensui Nara e Santa Yamanaka.[7]

Haku è in possesso di una abilità innata, l'Arte del ghiaccio, che consiste nel saper usare contemporaneamente il chakra di vento e il chakra d'acqua, unendoli a formare il ghiaccio[20]. Inoltre è capace di eseguire i sigilli delle tecniche con una sola mano[21]. La sua tecnica segreta è la tecnica degli specchi diabolici: Haku riesce a creare un gran numero di specchi di ghiaccio molto resistenti, in ognuno dei quali è riflessa la sua immagine; può entrare e trasferirsi in ognuno di questi ad altissima velocità, riuscendo nel breve lasso di tempo in cui è allo scoperto ad attaccare l'avversario[21]. Le sue grandi capacità ninja sono dovute al suo addestramento con Zabuza, nonostante sia molto giovane, è perfettamente capace di combattere ad armi pari con ninja più anziani ed esperti di lui come Kakashi. Haku ha un'ottima conoscenza dell'anatomia umana ed è capace di uccidere una persona, mandarla in coma o in uno stato di morte apparente con un singolo spiedo.

Utakata[modifica | modifica wikitesto]

Utakata
Universo Naruto
Nome orig. ウタカタ (Utakata)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 420
  • Anime: Episodio Shippuden 144
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Ken'ichi Suzumura
Voce italiana Daniele Raffaeli
Sesso Maschio

Utakata (ウタカタ?) è stato la forza portante della Lumaca a Sei Code.

Utakata faceva parte del Villaggio della Nebbia ed era la forza portante della Lumaca a Sei Code ed è stato catturato dall'Organizzazione Alba prima dello scontro tra Sasuke Uchiha e Killer Bee, mentre nell'anime la sua cattura è stata spostata più avanti nel corso della storia, precisamente dopo lo scontro tra Sasuke e Killer Bee e poco prima l'attacco di Pain al Villaggio della Foglia.

In questa saga, Utakata è un ninja traditore che ha abbandonato il suo villaggio dopo aver causato la morte del suo maestro Harusame, il quale tentò di ucciderlo. Il gesto del maestro costringe Utakata a chiudersi in sé stesso, a diffidare degli altri, e diventa un ragazzo arrogante e freddo[22]. Dopo la fuga viene attaccato da un gruppo di ninja inseguitori comandati da Tsurugi[23]. Utakata si salva grazie ad Hotaru, nipote del capo del Clan Tsuchigumo. La ragazza accoglie Utakata nel suo clan e gli chiede di prenderla come allieva, ma Utakata rifiuta[24]. Dopo diverso tempo, insieme al team di Naruto, Utakata affronta il malvagio Shirinami, un guerriero che tenta di impadronirsi di un jutsu esplosivo presente sul corpo di Hotaru, ereditato dal nonno che lo utilizzò per allontanare alcuni popoli che attaccarono il Clan Tsuchigumo. Contemporaneamente a queste battaglie Utakata viene a conoscenza da Tsurugi delle vere intenzioni del suo maestro Harusame: quest'ultimo non tentava di ucciderlo, ma bensì di liberarlo dal demone dentro di lui[23]. Nella battaglia finale, Shirinami attiva il jutsu di Hotaru, ma Utakata riesce a salvare la ragazza, distruggere il jutsu con il chakra della Lumaca a Sei Code e vincere, così, la battaglia. Nel finale si decide a prendere Hotaru come allieva e, così, i due partono per un viaggio di allenamento. Quando i due si dividono, Utakata viene catturato da Pain[25].

Nel corso della quarta guerra ninja, Kabuto Yakushi resuscita Utakata con la Tecnica della Resurrezione ed affronta Naruto e Killer Bee[7]. Utakata ritorna nell'aldilà dopo che la tecnica della resurrezione viene annullata dallo stesso Kabuto[26]

Utakata è esperto di jutsu basati sulle bolle di sapone, create tramite una cannuccia che utilizza anche come arma[27]. È in grado di utilizzare queste bolle per vari scopi come attaccare gli avversari o ancora per galleggiare nell'aria[28]. Inoltre è capace di utilizzare la Violenta Onda Acquatica l'elemento acqua[22]. Oltre a questa vasta conoscenza di jutsu, Utakata è esperto nelle erbe mediche e nel combattimento ravvicinato[27]. Nell'anime Utakata dimostra di poter controllare la Lumaca a Sei Code[24][25].

Mei Terumi[modifica | modifica wikitesto]

Mei Terumi
Universo Naruto
Nome orig. 照美メイ (Mei Terumī)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 454
  • Anime: Episodio Shippūden 199
Voce orig. Yurika Hino
Voce italiana Maddalena Vadacca
Sesso Femmina
Team Mizukage

Mei Terumi (照美メイ Terumi Mei?) è il Quinto Mizukage (五代目水影 Godaime Mizukage?) del Villaggio della Nebbia.[29] Si presenta come una donna molto affascinante ma, nonostante il suo aspetto piacevole, è convinta che non si sposerà mai, e trova riferimenti a questa sua fobia in quasi tutte le frasi che la sua guardia del corpo Ao dice; ogni qualvolta è convinta che questi la derida, lo minaccia di morte. Altra fonte di discussione tra i due è l'ammirazione da parte di Ao per il precedente Mizukage, che, col suo operato, rese noto il Villaggio della Nebbia come "Villaggio della Nebbia Insanguinata". Mentre Ao rimpiange la terribile fama di cui il Villaggio godeva, Mei gli ripete spesso che quei tempi sono finiti.

Appare per la prima volta quando si appresta a raggiungere il Paese del Ferro, per partecipare al Summit tra i 5 Kage, indetto dal Quarto Raikage. Durante il meeting con gli altri capi villaggio afferma che il Quarto Mizukage era controllato dall'Akatsuki ingaggiando successivamente battaglia proprio con Sasuke Uchiha, infiltratosi al summit, usando la sua abilità innata dell'Arte della Lava. Nella battaglia dà prova di saper manipolare la natura del chakra in 3 elementi diversi: Fuoco, Terra e Acqua, mostrando di possedere un'altra abilità innata, l'Arte dell'Acido, con cui è in grado di creare una nebbia altamente corrosiva, da sciogliere letteralmente qualunque cosa, persino lo scudo del Susanoo di Sasuke. Dopo questo avvenimento Sasuke rischia di morire poiché Mei Terumi aveva sotto controllo la situazione però viene salvato da Zetsu che con delle sue spore riesce a bloccare la Mizukage e a tirare in salvo Sasuke. In occasione della guerra è il leader della scorta dei daimyo delle cinque grandi terre più quelli del Paese del Gelo e di Yugakure, lasciando il ruolo per unirsi ai restanti 4 kage per sconfiggere Madara Uchiha. Il risultato sarà una loro sconfitta dopo un'ardua battaglia, tuttavia in seguito verranno soccorsi da Katsuyu per poi recarsi al campo di battaglia principale, supportando l'alleanza dei ninja.

Mei Terumi è una Kunoichi d'alto livello, simbolo del cambiamento avvenuto a Kiri, in quanto, prima era un villaggio in cui i ninja con una abilità innata venivano temuti e perseguitati. È in possesso di due abilità innate: l'Arte dell'Acido, che le consente di creare nubi acide con diversa concentrazione, e l'Arte della Lava, che le consente di sputare dalla sua bocca dei globi di lava incandescente oppure dei getti ad altissima pressione.[15]

Ao[modifica | modifica wikitesto]

Ao
Universo Naruto
Nome orig. 青 (Ao)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 454
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Tadahisa Saizen
Voce italiana Paolo Sesana
Sesso Maschio
Affiliazione Team Mizukage, Reparto ninja sensori

Ao (?) è una delle guardie del Mizukage Mei Terumi per il summit dei Kage nel Paese del Ferro. Qui scopre il genjutsu su Mifune da parte di Danzo[29] e insegue quest'ultimo e il suo gruppo.[29] Durante la ricerca dell'Hokage, Ao affronta Fuu Yamanaka e viene messo in serie difficoltà dalla Tecnica dello Scambio dello Spirito della Bambola Maledetta di quest'ultimo.[15] In seguito, viene salvato dall'intervento della Mizukage e di Chojuro.[15] Successivamente gli viene assegnato il rango di Capitano del reparto ninja sensori.[7]. Muore durante la guerra quando il Decacoda distrugge il QG con una Teriosfera.

Egli pensa spesso ai "vecchi tempi" quando il villaggio era chiamato "della Nebbia Insanguinata" e, per questo, viene rimproverato dalla Mizukage che gli ripete ogni volta che quei tempi sono finiti.

Ao è in possesso del Byakugan nell'occhio destro, che copre con una piccola benda nera, che gli dà una vista quasi a 360°. Ao afferma che ha ottenuto il Byakugan come premio per aver sconfitto in uno scontro uno Hyuga.[29]

Yagura[modifica | modifica wikitesto]

Yagura
Universo Naruto
Nome orig. やぐら (Yagura)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 515
  • Anime: Episodio Shippūden 200 (Flashback)
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio

Yagura (やぐら Yagura?) era la forza portante della Tartaruga a Tre Code nonché il Quarto Mizukage (四代目水影 Yondaime Mizukage?) del Villaggio della Nebbia[29]. Yagura cadde sotto il controllo di un genjutsu di Tobi[29], creando un regime di terrore e facendo nascere la leggenda del Villaggio della Nebbia Insanguinata. Viene resuscitato durante la Quarta guerra ninja dalla Tecnica di Resurrezione di Kabuto Yakushi insieme alle altre forze portanti uccise dall'Organizzazione stessa.

Era un utilizzatore dell'arte dell'acqua ed aveva inoltre il pieno controllo del Cercoterio che portava dentro di sé, la Tartaruga a tre code. Grazie al potere del demone, era in grado di creare materiale simile a corallo per paralizzare il nemico. Porta inoltre un bastone con se che gli permette di creare degli specchi d'acqua.

Chukichi[modifica | modifica wikitesto]

Chukichi
Universo Naruto
Nome orig. 中吉 (Chukichi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shueisha
1ª app. Capitolo 516
Sesso Maschio

Chukichi (中吉?) è uno dei ninja riportati in vita da Kabuto Yakushi durante la quarta guerra ninja. In seguito, viene inserito da Kabuto nella squadra di imboscate e diversivi insieme a Sasori, Deidara] e Shin.[7] Quando i suoi compagni vengono sconfitti, Chukichi viene inviato da Kabuto alla ricerca di rinforzi.[7] Inizialmente Chukichi porta degli occhiali rotondi bianchi con i bordi scuri, mentre nelle successive apparizioni porta occhiali completamente neri. Tornerà nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto, sotto effetto di un'illusione dello Sharingan di Itachi Uchiha.

Gengetsu Hozuki[modifica | modifica wikitesto]

Gengetsu Hozuki
Universo Naruto
Nome orig. 鬼灯幻月 (Gengetsu Hozuki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
Voce orig. Hideyuki Umezu
Voce italiana Alessandro Zurla
  • Manga: Capitolo 525
  • Anime: Episodio Shippūden 267
Sesso Maschio

Gengetsu Hozuki (鬼灯幻月 Hōzuki Gengetsu?) è stato il Secondo Mizukage (二代目水影 Nidaime Mizukage?) del Villaggio della Nebbia ed un membro del clan Hōzuki. In passato, pare abbia avuto frequenti scontri con Muu, il secondo Tsuchikage, e che i due siano morti in uno di questi uccidendosi a vicenda. In uno di questi combattimenti inoltre, ha conosciuto Onoki quando era ancora giovane. È uno dei personaggi riportati in vita dalla Tecnica di Resurrezione di Kabuto Yakushi. Durante la Quarta guerra ninja affronta Oonoki e Gaara, ed è proprio quest'ultimo che riesce a sigillarlo dopo un estenuante combattimento. Tornerà nell'adilà dopo che la tecnica verrà sciolta da Kabuto sotto l'illusione di Itachi Uchiha.

Le sue abilità consistono nell'essere un maestro dell'elemento Yin, tramite il quale crea potenti illusioni, e nel richiamare una vongola gigante con cui può dar vita a potenti miraggi. È inoltre capace di secernere un liquido oleoso che riesce a penetrare persino la sabbia di Gaara[30]. Inoltre è in grado di usare la Tecnica della Pistola acquatica, che consente di sparare dall'indice un vero e proprio proiettile acquatico capace di perforare senza fatica un corpo umano. La sua tecnica più potente, il Vapore Insidioso, consiste in un clone del Mizukage, fatto internamente di acqua e ricoperto da uno strato di olio che, muovendosi a una velocità fulminea, si surriscalda, con l'olio che aumenta esponenzialmente la temperatura interna; in tal modo l'acqua finisce per evaporare, gonfiando il clone fino a farlo scoppiare. Dopo essere esploso il clone si rigenera, con la grandine generata dall'esplosione che raffredda il vapore acqueo a sufficienza da riportare il clone a dimensioni normali, pronto a esplodere di nuovo. L'unico punto debole di questa tecnica è che il Secondo Mizukage rimane molto indebolito quando la usa, esponendosi così ad attacchi nemici.

Byakuren[modifica | modifica wikitesto]

Byakuren
Universo Naruto
Nome orig. 白連 (白連)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 648
  • Anime: Episodio Shippuden 369
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Sesso Maschio

Byakuren (白連 Byakuren?) è stato il Primo Mizukage (初代水影 Shodai Mizukage?), si presenta come un uomo molto anziano dalla lunga barba e dai lunghi capelli; ha inoltre una grande cicatrice che passa dal cieco occhio sinistro e i denti come quelli di uno squalo. Compare nei ricordi del Primo Hokage durante la prima riunione dei 5 Kage, dove si rivela essere molto dubbioso riguardo all'accordo di pace tra i vari villaggi e arriva al punto di minacciare di dichiarare guerra al Primo Kazekage a causa delle richieste di quest'ultimo.

Spadaccini della Nebbia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Spadaccini della Nebbia.

Villaggio della Nuvola[modifica | modifica wikitesto]

Yugito Nii[modifica | modifica wikitesto]

Yugito Nii
Universo Naruto
Nome orig. ユギト 二位 (Yugito Nii)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 312
Voce orig. Mie Sonozaki
Voce italiana Monica Bonetto
Sesso Femmina
Data di nascita 24 giugno[14]

Yugito Nii (二位 ユギト Nii Yugito?) è stata un ninja del Villaggio della Nuvola e forza portante del Gatto a Due Code.

Viene attaccata da Hidan e Kakuzu, membri dell'Organizzazione Alba, che intendono catturarla per impossessarsi del Gatto a Due Code. In questa occasione, Yugito prima tenta la fuga[20] e poi intrappola i due membri in un edificio bloccandone le entrate.[20] In seguito, nonostante si trasformi nel demone, viene catturata dai due membri e portata da Zetsu[20] in uno dei covi dell'organizzazione, dove muore a causa dell'estrazione del demone dal suo corpo.[31] In seguito, Yugito viene riportata in vita tramite la Tecnica della Resurrezione di Kabuto Yakushi in occasione della Quarta Guerra Mondiale Ninja, insieme alle altre forze portanti.[7]. Tornerà nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto, sotto effetto di un'illusione dello Sharingan di Itachi Uchiha.

Yugito è in grado di utilizzare tecniche di vento e fuoco[20], è in grado di usufruire del chakra del Gatto a Due Code e trasformarsi completamente nel proprio cercoterio.[20] Dimostra anche di poter allungare le proprie unghie e usarle come armi

Killer Bee[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Killer Bee.

Quarto Raikage[modifica | modifica wikitesto]

A
Universo Naruto
Nome orig. エー (A)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 416
  • Anime: Episodio Shippuden 152
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Hideaki Tezuka [32]
Voce italiana Dario Oppido
Sesso Maschio
Parenti
  • Killer Bee (fratello minore, adottivo)
  • Terzo Raikage (padre, deceduto)

A (エー?), il Quarto Raikage (四代目雷影 Yondaime Raikage?), è un membro del clan Yotsuki, oltre che fratello adottivo di Killer Bee.[33]. Nel doppiaggio italiano il suo nome è riportato come Ay.

A è un uomo molto orgoglioso, autoritario, iracondo e fiero della posizione che ricopre all'interno del suo villaggio. Nonostante a prima vista non sembri, A ha un cuore nobile, preoccupandosi di continuo sia di suo fratello, sia di Darui, considerato il suo braccio destro[34] e sia degli abitanti del suo villaggio. Ha anche molte analogie con il carattere di Bee, i due sono dei tipi molto irruenti e privi di un senso delle regole: se Bee non conosce la parola strategia, come A stesso afferma durante il summit, A non conosce quella del buon costume a discapito delle vetrate del suo ufficio di cui la sua segretaria si lamenta spesso[29].

A è il figlio del Terzo Raikage ed è uno dei ninja più potenti del villaggio. Mentre è alla ricerca di un compagno di squadra con cui spera di utilizzare il Doppio Lariat, incontra Killer Bee, che si dimostra adatto nell'utilizzo della tecnica. A decide di adottare Bee come suo fratello minore e da quel momento i due diventano inseparabili[35]. Dopo che Bee diventa la forza portante del Bue a Otto Code, A, nel frattempo divenuto Quarto Raikage, proibisce al fratello di lasciare il villaggio e lo obbliga a perfezionare la teriosfera in vista della sua discesa sul campo di battaglia[35]. Successivamente i due incontrano Minato Namikaze durante la Terza guerra ninja, il quale si dimostra più veloce addirittura di A, ma decide di risparmiare entrambi viste le loro abilità. Il Quarto Hokage inoltre fa notare ad A come egli non abbia ancora riconosciuto il grande potenziale che Bee nasconde nel suo cuore.

Dopo la presunta cattura del fratello da parte di Sasuke Uchiha, A mobilita i suoi segretari per un summit dei Kage per arginare il pericolo dell'Organizzazione Alba[33]. Giunto nel Paese del Ferro, luogo in cui i kage hanno deciso di riunirsi per discutere, incontra Naruto Uzumaki, il quale tenta, inutilmente, di convincere A a ritirare la pena di morte contro Sasuke[29]. Durante il summit, A viene a conoscenza dell'arrivo di Sasuke e del suo gruppo nel medesimo luogo[29]; assalito dalla rabbia, si precipita ad affrontarli, ma nello scontro perde il braccio sinistro a causa dell'Amaterasu dell'Uchiha.[29] Alla fine del summit, viene nominato capo della grande alleanza ninja[15] e scopre, nel frattempo, che suo fratello è ancora vivo. Si dirige così da quest'ultimo e lo salva appena in tempo da Kisame Hoshigaki, per poi decapitarlo con il Doppio Lariat insieme a Bee[15]. Prima della guerra A, con l'appoggio degli altri Kage, decide di nascondere suo fratello e Naruto su un'isola deserta per nasconderli dall'Organizzazione Alba[36].

In seguito, A, generale supremo dell'esercito alleato, dà inizio alla quarta guerra ninja ed invia l'armata a combattere contro l'esercito di Tobi[7]. Quando Naruto e Killer Bee decidono di fuggire per partecipare alla guerra A li ostacola assieme a Tsunade, ma poi, grazie alle parole di Bee, decide di lasciarli partecipare al conflitto[35]. Con la discesa in campo del redivivo Madara Uchiha decide di combattere personalmente insieme agli altri Kage, tuttavia l'avversario si dimostra nettamente superiore anche ai cinque capi villaggio e li sconfigge. Successivamente si ristabilirà assieme agli altri kage grazie a Katsuyu e raggiungerà il campo di battaglia principale, dove il resto dell'alleanza sta affrontando Madara e Obito.

A ha l'aspetto di un vero e proprio wrestler, e anche le sue tecniche e il suo stile di combattimento si riconducono a questa figura come il Lariat - Lama ardente del Fulmine e l'Elbow - Corrente Violenta. Insieme a Killer Bee, tramite una precisa coordinazione dei due, può utilizzare il Doppio Lariat - Lama ardente del Fulmine. In battaglia utilizza essenzialmente le arti marziali potenziate dell'Armatura di Fulmine, che permette una difesa contro ogni attacco nemico oltre ad un sensibile aumento di forza, velocità e resistenza alle arti illusorie. Secondo Karin il suo chakra cresce a dismisura fino quasi a raggiungere il livello di un cercoterio[29]. Gli unici che si sono dimostrati in grado di superare la velocità di A sono stati Naruto, il quarto Hokage tramite la sua Dislocazione istantanea ed il Terzo Raikage con l'Armatura di fulmine[35].

Samui[modifica | modifica wikitesto]

Samui
Universo Naruto
Nome orig. (Samui)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 417
  • Anime: Episodio Shippuden 156
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Hikari Yono
Voce italiana Patrizia Scianca
Sesso Femmina
Parenti Atsui (fratello)[34]

Samui è una ninja del Villaggio della Nuvola e dal seno particolarmente abbondante[33] come detto da Omoi, suo compagno di squadra insieme a Karui. Verrà inviata con il team al Villaggio della Foglia per informare l'Hokage che il Raikage ha intenzione di uccidere Sasuke Uchiha. Durante la quarta grande guerra ninja, fa parte della prima divisione sotto il comando di Darui, al quale verrà in aiuto assieme al fratello Atsui, per combattere i risorti fratelli Kinkaku e Ginkaku. Tuttavia, alla fine viene assorbita dalla zucca rossa assieme al fratello.

Karui[modifica | modifica wikitesto]

Karui
Universo Naruto
Nome orig. カルイ (Karui)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 417
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Yuka Komatsu
Voce italiana Laura Brambilla
Sesso Femmina
Affiliazione Team Killer Bee, Seconda divisione
Parenti
  • Choji Akimichi (marito)
  • Chocho Akimichi (figlia)

Karui (カルイ?) è la ninja che fa parte del gruppo di Samui insieme a Omoi, e con loro si recherà a Konoha per informare l'Hokage, che il Raikage vuole uccidere Sasuke Uchiha. Quando Samui chiederà a lei e a Omoi di andare a chiedere notizie su Sasuke, si rivolgeranno a Naruto, che però non dirà niente. Questo farà arrabbiare molto Karui che lo pesterà, finché non interverranno Omoi, Sai e Samui. Durante la guerra, Karui entrerà a far parte della Seconda armata.

Alcuni anni dopo la Quarta Guerra Mondiale Ninja, sposa Choji Akimichi, dal quale ha una figlia, Chōchō. Mentre lei e i genitori di Inojin aspettano i loro figli per potergli insegnare a diventare il nuovo Ino-Shika-Cho, Karui si chiede a cosa serva questo allenamento in questo periodo di pace.

Karui è una ninja estremamente abile ma anche emozionale, molte volte irruenta e dice sempre quello che pensa ed è stata allieva di Killer B.

Omoi[modifica | modifica wikitesto]

Omoi
Universo Naruto
Nome orig. オモイ (Omoi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 417
  • Anime: Episodio Shippuden 156
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio
Affiliazione Team Killer Bee, Unità incursione

Omoi (オモイ?) è il ninja che fa parte del gruppo di Samui, insieme a Karui, e con loro si recherà a Konoha per informare l'Hokage, che il Raikage vuole uccidere Sasuke Uchiha. Quando Samui chiederà a lui e a Karui di andare a chiedere notizie su Sasuke, loro si rivolgeranno a Naruto, che però non dirà niente. Sembra rispettare molto Naruto, visto che non ha tradito il suo compagno Sasuke. Durante la guerra fa parte della squadra d'assalto capitanata da Kankuro e affronta Deidara, Sasori e Shin, riuscendo a sconfiggerli grazie ad una mossa combinata tra lui, Kankuro e Sai. Dopo lo scontro con la spadaccina della nebbia Ameyuri Ringo, riceve in dono i suoi Gladi del Fulmine.

È un ninja particolarmente calmo, riflessivo, tendente spesso a fare pensieri negativi ed è particolarmente paranoico. Assieme a Karui, è stato allievo di Killer Bee ed è un ottimo spadaccino[7].

Darui[modifica | modifica wikitesto]

Darui
Universo Naruto
Nome orig. ダルイ (Darui)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 454
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Ryota Takeuchi
Voce italiana Diego Baldoin
Sesso Maschio
Affiliazione Team Raikage, Prima divisione

Darui (ダルイ?) è, insieme a Shi, una delle due guardie del corpo del quarto Raikage in occasione del summit tra i kage. Partecipa agli scontri che si susseguiranno fra i membri di Alba e i ninja della Nuvola durante il summit dei Kage: lì infatti combatterà con Suigetsu, riuscendo a sconfiggerlo.[29]. Successivamente allo scontro con l'Uchiha e alla decisione da parte dei cinque Kage di creare un unico esercito comune, gli viene conferito il rango di generale della Prima Divisione.[7] Durante la guerra affronta con la sua divisione i fratelli Kinkaku e Ginkaku, riuscendo a sconfiggerli. Verrà nominato Raikage alcuni anni dopo la fine della guerra.

Possiede un fisico abbastanza muscoloso e due tatuaggi, uno per spalla, entrambi ideogrammi, uno significante "acqua", l'altro "fulmine". Darui è una persona piuttosto tranquilla, praticamente l'opposto del Raikage, che si dimostra irruente e difficile da trattenere. Porta sempre con sé una sorta di mannaia nera di media lunghezza dalla forma rettangolare che utilizza per affrontare Suigetsu.[29]

In occasione dello scontro tra Sasuke ed il Raikage, Darui mostra di saper utilizzare l'elemento dell'acqua e del fulmine[29] e di possedere un'abilità innata chiamata Arte della Tempesta[15]. Inoltre è capace di utilizzare le tecniche del fulmine nero del Terzo Raikage, in quanto questi ha permesso a Darui di "tatuarsi il fulmine" sul braccio.

Shi[modifica | modifica wikitesto]

Shi
Universo Naruto
Nome orig. シー (Shii)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 454
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio
Affiliazione Team Raikage, Unità sensitiva

Shi (シー Shii?) è, insieme a Darui, una delle due guardie del corpo del Quarto Raikage in occasione del summit tra i Kage. Durante lo scontro fra i membri di Alba e i ninja delle Nuvole cercherà di localizzare Karin[29], ma verrà in un primo momento fermato da Suigetsu[29] e poi da Sasuke che lo imprigiona in un genjutsu[29] da cui si risveglierà poco dopo. In seguito curerà l'emorragia del Raikage causata dalla perdita del braccio sinistro.[15]

Shi è in grado di utilizzare l'elemento del fulmine, di saper usare le arti illusorie[29], e di percepire il chakra altrui. Dimostra abilità anche nelle arti mediche.

Motoi[modifica | modifica wikitesto]

Motoi
Universo Naruto
Nome orig. モトイ (Motoi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 492
Voce orig. Daichi Endo
Voce italiana Roberto Accornero
Sesso Maschio

Motoi (モトイ?) è il migliore amico di Killer Bee e ninja del Villaggio della Nuvola. In passato, dopo la morte di suo padre per mano del Bue a Otto Code[36], Motoi cercò di uccidere Bee, ma fallì nel tentativo. Da quel momento fu oppresso dal senso di colpa per aver tradito il suo amico. In seguito, Motoi diventa il guardiano dell'isola dove si sono nascosti Naruto e Killer Bee per sfuggire all'Organizzazione Alba.[36] Qui supporta Naruto nella prima fase dell'allenamento della cascata della verità e, contemporaneamente, si riappacifica con Bee dopo che questi lo salva dal polipo gigante dell'isola.[36]

Terzo Raikage[modifica | modifica wikitesto]

A
Universo Naruto
Nome orig. エー (Ē)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 494
  • Anime: Episodio Shippuden 224
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Naoki Tamanoi
Voce italiana Maurizio Trombini
Sesso Maschio
Parenti
  • Quarto Raikage (figlio)

A (エー, Ē?) fu il Terzo Raikage (三代目雷影 Sandaime Raikage?) del Villaggio della Nuvola. È il padre naturale di A, il futuro Quarto Raikage.

L'orcio d'ambra nel quale fu sigillato il Demone Ottacoda

Appare per la prima volta in un flashback di Motoi in cui riesce a sigillare il Bue a Otto Code, sfuggito al controllo della sua forza portante. L'elemento che il Raikage utilizzò per sigillare il demone era il quinto tesoro appartenuto all'Eremita dei sei sentieri, l'orcio d'ambra.[34] Durante una battaglia, il Terzo Raikage, pur di permettere ai suoi compagni di mettersi al sicuro, decise di combattere da solo 10.000 nemici, i quali riuscirono ad abbatterlo solamente dopo tre giorni e tre notti di combattimento.[10] Successivamente, il Raikage viene resuscitato grazie alla Tecnica di Resurrezione da Kabuto ed è costretto a prendere parte alla quarta guerra dei ninja. Viene sconfitto dopo un lungo combattimento da Naruto, il quale fa in modo che il Raikage si colpisca da solo con la sua stessa tecnica: la Lancia infernale. Diventato inerme, viene sigillato dagli altri ninja dell'alleanza.

Il Terzo Raikage fu un ninja straordinario e il più potente di tutti i Raikage.[10] Tra le sue abilità c'è il controllo dell'Arte del fulmine nero[34] e la capacità di utilizzare l'orcio d'ambra, uno degli oggetti appartenuti all'Eremita delle Sei Vie. Proprio questa sua ultima abilità conferma che il Raikage possiede una grande quantità di chakra, in quanto l'utilizzo di questo oggetto ne richiede un consumo impressionante.[29] Possiede, infine, una resistenza eccezionale, tanto che nemmeno un Rasenshuriken di Naruto è riuscito a scalfire la sua Armatura di Fulmine.[10] È inoltre dotato di una impressionante velocità: è infatti l'unico, assieme al Quarto Hokage e a Naruto, che riesca a superare il figlio A in velocità. La sua tecnica più potente è la Lancia infernale dalle 4 dita[10], con la quale perfora senza difficoltà muri di roccia e abbatte una ventina di nemici in un istante; inoltre può ridurre il numero delle dita per avere più concentrazione di chakra sulle dita rimanenti e, quindi, più potenza perforante: usando un solo dito è stato capace di tagliare all'istante e con un solo colpo tutti e otto i tentacoli dell'ottocoda.[10] Nessun nemico è stato mai in grado di ferirlo, neppure il Demone Ottacoda: l'unica ferita che ha mai riportato (una cicatrice a forma di fulmine sul pettorale destro) se la procurò da solo colpendosi con la sua stessa tecnica, svenendo dopo uno scontro individuale contro l'Ottacoda.

Kinkaku e Ginkaku[modifica | modifica wikitesto]

Kinkaku e Ginkaku
gruppo
Universo Naruto
Nome orig. 金角 / 銀角 (Kinkaku / Ginkaku)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 525
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. *Takaya Kuroda (Kinkaku)
Voce italiana *Stefano Albertini (Kinkaku)
  • ? (Ginkaku)
Sesso Maschio
Formazione originale Fratelli oro e argento
Affiliazione Esercito dell'Organizzazione Alba

Kinkaku e Ginkaku (金角 / 銀角 Kinkaku / Ginkaku?), soprannominati i Due Splendori della Nuvola (二つの光 Futatsu no Hikari?) erano due fratelli ninja appartenenti al Villaggio della Nuvola, disertarono e furono conosciuti come i due più pericolosi criminali del loro Paese. Durante la creazione di Kinkaku e Ginkaku, Kishimoto si è ispirato a due personaggi del classico della letteratura cinese Viaggio in Occidente.

Oro金 (Kin?) tatuaggio sulla spalla sinistra di Kinkaku
Argento銀 (Gin?) tatuaggio sulla spalla destra di Ginkaku

Ricordati come i peggiori criminali del Villaggio della Nuvola, vissero nello stesso periodo di Tobirama Senju, del secondo Raikage e di Kakuzu, il quale asserisce di aver avuto a che fare con i due ninja.[34] In quegli anni il Villaggio della Nuvola cercò di catturare l'Enneacoda e proprio in quel frangente Kinkaku e Ginkaku furono inghiottiti dalla Volpe. Restarono al suo interno per due settimane cibandosi della carne-chakra del suo stomaco e continuando a scatenarsi finché il cercoterio non fu costretto a vomitarli.[34] Una volta usciti disponevano del chakra della Volpe e avevano l'aspetto di due forze portanti alla seconda versione della trasformazione.[34] Rubarono alla Nuvola le cinque armi considerate i Tesori dell'Eremita delle Sei Vie, delle quali il Villaggio recuperò solo l'Orcio d'ambra, e tentarono un colpo di Stato durante una cerimonia che doveva stipulare un patto d'alleanza tra il Villaggio della Foglia e quello della Nuvola, grazie ad un attacco a sorpresa al Secondo Hokage e al Secondo Raikage, riducendo il primo in fin di vita. Furono considerati dal proprio Villaggio come ninja traditori. [34] Resuscitati da Kabuto Yakushi e usati come pedine durante la guerra, gli furono assegnate le zone costiere andando a scontrarsi contro la divisione del generale Darui. Nel combattimento utilizzarono le armi dell'Eremità delle Sei Vie per sigillare Samui e Atsui, mentre Ginkaku rimane vittima delle sue stesse armi venendo imprigionato nella Zucca Rossa da Darui. Kinkaku sarà definitivamente sigillato nell'orcio d'ambra da Darui con l'ausilio di Shikamaru Nara, Choji Akimichi e Ino Yamanaka.[34] I loro corpi, sigillati nei due oggetti, verranno ingeriti dalla Statua Diabolica per risvegliare, attraverso il loro chakra, il Demone Decacoda.[26]

Essendo sopravvissuti due settimane all'interno della Volpe a Nove Code mangiando la sua carne i due ninja ne escono con una immensa quantità di chakrà a disposizione, inoltre questo permette loro di sfruttare lo sviluppo del manto del Demone Volpe e la formazione di sei delle nove code totali della seconda versione; in merito a ciò il Quarto Raikage ipotizza che i due fratelli possano essere lontanamente imparentati con l'Eremita delle Sei Vie[34] Erano i possessori di 4 dei 5 Tesori dell'Eremita delle Sei Vie i quali sono:

  • il Ventaglio di banano;
  • la Fune d'oro;
  • la Spada delle sette stelle;
  • la Zucca rossa.

La prima permette al ninja l'utilizzo di una qualsiasi delle cinque alterazioni delle proprietà del chakra, mentre le ultime maledicono la parola che il nemico ha pronunciato più volte in vita (chiamata parola spirituale) rendendola una parola tabù. Alla pronuncia della suddetta parola l'avversario viene sigillato nella Zucca rossa.[34] Tuttavia, se passa un certo lasso di tempo senza pronunciare la parola tabù, si viene intrappolati comunque. Questi oggetti possono essere utilizzati da normali esseri umani, tuttavia il dispendio di chakra è enorme, lasciando l'utilizzatore molto stanco, o addirittura facendolo morire. Ciò non preoccupa Kinkaku e Ginkaku in possesso dell'immenso del chakra della Volpe a Nove Code.[34]

Secondo Raikage[modifica | modifica wikitesto]

A
Universo Naruto
Nome orig. エー (Ē)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 527
  • Anime: Episodio Shippuden 269
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Sesso Maschio

A (エー, Ē?) fu il Secondo Raikage (二代目雷影 Nidaime Raikage?). Di lui si sa solo che strinse l'alleanza con il secondo Hokage del Villaggio della Foglia e che fu attaccato dai fratelli Kinkaku e Ginkaku.[34] Appare inoltre nei ricordi di Hashirama durante la prima riunione dei 5 Kage, in qualità di guardia del corpo del Primo Raikage.

Dodai[modifica | modifica wikitesto]

Dodai
Universo Naruto
Nome orig. ドーダ (Dodai)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 541
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio

Dodai (ドーダ?) è un istruttore di giovani ninja che fa la sua prima apparizione quando, assieme al Terzo Raikage e suo figlio A, cercano un ragazzino affine a quest'ultimo, trovando così Killer Bee. Sembra conoscere molto bene i poteri ed il carattere del Terzo Raikage raccontandoli a Temari e Naruto. Proprio in occasione dello scontro con il Terzo Raikage, Dodai mostra di possedere l'abilità innata dell'Arte della Fusione, che espelle materiale sotto forma di gomma vulcanizzata.

Primo Raikage[modifica | modifica wikitesto]

A
Universo Naruto
Nome orig. エー (Ē)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 648
  • Anime: Episodio Shippuden 369
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Sesso Maschio

A (エー, Ē?) fu il Primo Raikage (初代雷影 Shodai Raikage?), nonché il fondatore del Villaggio della Nuvola. Compare nei ricordi di Hashirama durante la quarta grande guerra ninja, dove partecipa al primo summit dei Kage indetto da Hashirama stesso per discutere della suddivisione dei cercoteri. Come la maggior parte degli abitanti del suo villaggio, possiede la carnagione di colore scuro e porta i capelli e i baffi neri.

Villaggio della Roccia[modifica | modifica wikitesto]

Roshi[modifica | modifica wikitesto]

Roshi
Universo Naruto
Nome orig. 老紫 (Rōshi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 353
  • Anime: Episodio Shippuden 121
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio

Roshi (老紫 Rōshi?) è stato la forza portante del Gorilla a Quattro Code. Abbandonato il suo villaggio d'origine,[14] Roshi viene attaccato e sconfitto da Kisame Hoshigaki e muore a causa dell'estrazione del Quattro Code dal suo corpo.[37] Kabuto Yakushi resuscita Roshi con la Tecnica della Resurrezione Impura insieme alle altre forze portanti decedute e lo inserisce nell'esercito dell'Organizzazione Alba[7], scontrandosi con Naruto e Killer Bee. Roshi ritorna nell'aldilà dopo che la tecnica della resurrezione viene annullata dallo stesso Kabuto[26]. Grazie al suo demone, può utilizzare l'Arte della Fusione, formata dall'unione degli elementi Fuoco e Terra[37].

Han[modifica | modifica wikitesto]

Han
Universo Naruto
Nome orig. ハン (Han)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Copertina capitolo 420
  • Anime: Episodio Shippuden 205
Sesso Maschio

Han (ハン?) era un ninja del Villaggio della Roccia e forza portante del cercoterio a Cinque Code.[33] Utilizzava attacchi basati sul vapore e che indossava sempre l'Armatura a Vapore.[33] Viene ucciso quando gli viene estratto il demone da parte dell'Organizzazione Alba. Viene resuscitato da Kabuto per la Quarta grande guerra ninja come membro della squadra a sei elementi delle ex forze portanti; prima ancora di poter entrare in azione verrà prelevato da Tobi, rendendolo una delle sue Sei Vie della Trasmigrazione. Tornerà nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto, sotto effetto di un'illusione dello Sharingan di Itachi Uchiha.

Oonoki[modifica | modifica wikitesto]

Oonoki
Universo Naruto
Nome orig. オオノキ (Ōnoki)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 454
  • Anime: Episodio Shippuden 199
Voce orig. Tomomichi Nishimura
Voce italiana Tony Fuochi

Oonoki (オオノキ Ōnoki?), soprannominato Oonoki il doppiogiochista (両天秤のオオノキ Ryōtenbin no Ōnoki?), è il Terzo Tsuchikage (三代目土影 Sandaime Tsuchikage?) del Villaggio della Roccia, nonché il più anziano tra i Kage partecipanti all'assemblea tenutasi nel Paese del Ferro. Oonoki è un uomo molto anziano dalla corporatura tozza e bassa. Non ha capelli ma sfoggia un paio di baffi molto lunghi e canuti. Altro tratto caratteristico del suo fisico è il naso a patata, molto grosso e voluminoso.

Durante il summit dei Kage affronta Sasuke, che ha appena ricaricato al massimo il suo chakra grazie a Zetsu, e lo sconfigge in un colpo nonostante il suo Sharingan Ipnotico grazie alla sua Arte della Polvere. Successivamente al summit viene decisa l'alleanza tra le cinque grandi nazioni e i samurai del Paese del Ferro, per cui viene creato un unico grande esercito comune e Oonoki si offre di proteggere Naruto e Killer Bee dall'Organizzazione Alba, dopo che questa ha scoperto il nascondiglio delle forze portanti, anche se inizialmente voleva utilizzarli come armi in guerra. In seguito, Oonoki affronta il suo pupillo Deidara, ma lo scontro non viene portato a termine perché Kabuto, dopo aver rapito Yamato, richiama Deidara nel suo nascondiglio.[38] Durante la quarta grande guerra ninja affronta il suo vecchio maestro, il secondo Tsuchikage Muu, venendo aiutato da Naruto e Gaara, e, sempre al fianco di Gaara, riesce a sigillare il secondo Mizukage. Affronta poi Madara Uchiha assieme alla Quarta divisione, ma viene sconfitto e ridotto in fin di vita. Viene poi curato da Tsunade e partecipa alla battaglia contro Madara assieme agli altri Kage: purtroppo nemmeno la discesa in campo di tutti e cinque i capivillaggio contemporaneamente, evento mai verificatosi prima come egli stesso sottolinea, si rivela sufficiente a sconfiggere l'Uchiha, che infatti lascia i suoi avversari in pessime condizioni dopo essersi preso a lungo gioco di loro. Vengono successivamente curati da Katsuyu e in seguito raggiungeranno il campo di battaglia principale dove risiedono Madara e Obito divenuto addirittura forza portante del dieci code.

Oonoki possiede l'Arte della Polvere tramandatagli dal suo maestro Muu. Inoltre è il più grande esperto dell'Arte della Terra del suo tempo. Egli infatti non solo conosce tantissime tecniche che appartengono a quest'elemento, ma è anche in grado di utilizzare tecniche avanzate come quelle che modificano il peso di oggetti o persone; tali tecniche gli conferiscono anche la capacità di volare ad alta velocità e di trasmettere l'abilità del volo alle persone che tocca. Infine, come persino Madara Uchiha ammette, l'enorme esperienza accumulata sul campo di battaglia rende Oonoki un avversario scaltro e determinato, in grado di elaborare velocemente strategie di battaglia e di supportare rapidamente ed efficacemente chi si trova in difficoltà. Nel corso della guerra, tuttavia, risente più volte di dolori reumatici alla schiena dovuti alla sua età.

Kurotsuchi[modifica | modifica wikitesto]

Kurotsuchi
Universo Naruto
Nome orig. 黒ツチ (Kurotsuchi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 454
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Hana Takeda
Voce italiana ?
Sesso Femmina
Affiliazione Seconda divisione
Parenti
  • Kitsuchi (padre)
  • Oonoki (nonno)

Kurotsuchi (黒ツチ?) è una delle guardie del corpo del Terzo Tsuchikage e dimostra di avere un rapporto confidenziale con lui, in quanto suo nonno.[29] Quando Sasuke combatte contro il Raikage, chiede allo Tsuchikage di andare a vedere colui che ha ucciso il "fratellone Deidara". Inoltre propone allo Tsuchikage di uccidere Naruto e Killer Bee, ottenendo una risposta negativa. In seguito, accompagna Oonoki a difendere le forze portanti da Deidara e Kabuto. Kurotsuchi ingaggia un breve scontro proprio con quest'ultimo e riesce ad intrappolare Kabuto, che però si libera e rapisce Yamato.[38] In seguito, Kurotsuchi viene reclutata nella Seconda divisione e affronta l'esercito degli Zetsu bianchi insieme a suo padre Kitsuchi. Aiuta inoltre la divisione di Mifune a ricatturare Deidara. Nell'anime, durante il discorso di Gaara, ha un flashback in cui appare in lacrime durante la distruzione del Villaggio della Roccia ad opera di Deidara. Alcuni anni dopo la fine della guerra, assume il ruolo di Tsuchikage. Kurotsuchi è un esperta nell'utilizzo dell'Arte della Terra ed è in possesso dell'Arte della Fusione, grazie alla quale può emettere dalla bocca calce viva.

Akatsuchi[modifica | modifica wikitesto]

Akatsuchi
Universo Naruto
Nome orig. 赤ツチ (Akatsuchi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 454
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Kenta Miyake
Sesso Maschio

Akatsuchi (赤ツチ?) è una delle guardie del corpo dello Tsuchikage.[29] Durante il meeting dei Kage, quando Sasuke combatte contro il Raikage, decide di rimanere a proteggere lo Tsuchikage. Possiede l'abilità di evocare un golem di roccia dalla bocca. In seguito, accompagna Oonoki a salvare le forze portanti da Kabuto e Deidara, aiutando il kage nello scontro.

Kitsuchi[modifica | modifica wikitesto]

Kitsuchi
Universo Naruto
Nome orig. 起ツチ (Kitsuchi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 515
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Masafumi Kimura
Voce italiana Cesare Rasini
Sesso Maschio
Affiliazione Seconda divisione
Parenti
  • Oonoki (padre)
  • Kurotsuchi (figlia)

Kitsuchi (起ツチ?) è il generale della seconda divisione, reparto combattimento a distanza ravvicinata, figlio di Oonoki e padre di Kurotsuchi. Si presenta come un muscoloso uomo dall'aspetto estremamente grottesco molto simile ad Akatsuchi. Allo scoppio del conflitto, scova e riesce a eliminare alcuni componenti dell'armata degli Zetsu bianchi che si stavano muovendo sottoterra, dopodiché si unisce alle divisioni uno, quattro e cinque con l'intento di chiudere a tenaglia l'esercito di Alba come stabilito dal piano di Shikaku. Si reca poi col resto dell'Alleanza sul luogo dove Naruto, Kakashi, Gai e Killer Bee stanno combattendo contro Obito e Madara, rimanendo a supporto dell'Alleanza. Kitsuchi è un esperto di tecniche di elemento terra, grazie alle quali può creare enormi formazioni rocciose in grado di bloccare essseri potenti come la Decacoda, seppur per un tempo esiguo.

Gari[modifica | modifica wikitesto]

Gari
Universo Naruto
Nome orig. ガリ (Gari)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shueisha
1ª app. * Manga: Capitolo 515
Sesso Maschio
Affiliazione =Squadra esplosivi[7]

Gari (ガリ?) è un ninja riportato in vita dalla Tecnica della Resurrezione di Kabuto durante la quarta guerra mondiale ninja. In passato faceva parte della squadra esplosivi del Villaggio della Roccia insieme ad altri ninja, tra cui Deidara. Viene inserito in un team composto da Zabuza, Haku e Pakura, con i quali attacca la Terza Divisione comandata da Kakashi Hatake. Durante lo scontro, lui e Pakura verranno poi utilizzati per evocare la precedente generazione degli Spadaccini della nebbia, venendo, tuttavia, alla fine sigillato dalla Terza Divisione. Gari possiede l'abilità innata dell'Arte dell'esplosione, con la quale riesce a far saltare in aria qualunque cosa con il solo contatto fisico.

Muu[modifica | modifica wikitesto]

Muu
Universo Naruto
Nome orig. 無 (Muu)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 524
  • Anime: Episodio Shippuden 266
Voce orig. Osamu Mukai
Voce italiana Andrea Bolognini

Muu (?) è stato il Secondo Tsuchikage (二代目土影 Nidaime Tsuchikage?) del Villaggio della Roccia e maestro di Oonoki, il Terzo Tsuchikage. Egli è uno dei personaggi riportati in vita dalla Tecnica di Resurrezione impura di Kabuto Yakushi. Il suo corpo è interamente coperto di bende, da cui sono lasciati fuori solo gli occhi.

In passato ha avuto frequenti scontri con il Secondo Mizukage e che siano morti entrambi proprio in seguito ad uno di questi. Durante la guerra è stato inviato in avanscoperta per sfruttarne l'invisibilità e superare le linee nemiche, ma venendo localizzato dalla sabbia di Gaara. A quel punto Kabuto lo manipola per fargli evocare tutti i Kage resuscitati e farli combattere contro la 4ª divisione dell'alleanza ninja, scontrandosi col suo allievo Oonoki. Durante il combattimento col suo allievo riesce a metterlo in grande difficoltà a causa dell'età avanzata di quest'ultimo, ma all'arrivo di Gaara i due riescono a fronteggiarlo. In seguito viene apparentemente sigillato, ma in realtà si è salvato dividendosi in due corpi; Kabuto, allora, lo usa per evocare il suo asso nella manica, cioè il vero Madara Uchiha. Tornerà nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto.

Ha la capacità di rendersi invisibile e cancellare le tracce del proprio chakra ai ninja sensitivi, oltre che percepire il chakra altrui. Ha anche il potere di combinare gli elementi terra, vento e fuoco, ottenendo così l'Arte della Polvere. Come gli altri Tsuchikage dimostra di poter volare e infine dimostra di potersi separare in due corpi distinti, potere che gli è tornato utile durante la guerra per salvarsi da essere sigillato completamente; tuttavia questa tecnica ha l'inconveniente di dimezzare ogni sua capacità.

Ishikawa Kamizuru[modifica | modifica wikitesto]

Primo Tsuchikage
Universo Naruto
Nome orig. 初代土影 (Shodai Tsuchikage)
Lingua orig. Giapponese
Editore Shūeisha
Affiliazione Clan Kamizuru

Ishikawa Kamizuru (イシカワ, Ishikawa) è stato il Primo Tsuchikage (初代土影 Shodai Tsuchikage?) e fu il fondatore del Villaggio della Roccia. Nell'anime si è accennato a lui come un membro del clan Kamizuru e nonno di Suzumebachi, Jibachi e Kurobachi; essi sono alla ricerca del rotolo proibito che avrebbe lasciato per i suoi successori. Appare nel manga in un flashback di Oonoki, che lo ricorda per la sua spilorceria ma anche per la sua saggezza e per essere un uomo in grado valutare il valore delle cose e delle persone, per questo aveva una grande fiducia nel giovane allievo di Mu. Ha partecipato al primo meeting tra i 5 Kage. Come i suoi successori si dimostra capace di volare.

Paese delle Onde[modifica | modifica wikitesto]

Tazuna[modifica | modifica wikitesto]

Tazuna
Universo Naruto
Nome orig. タズナ (Tazuna)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 9
  • Anime: Episodio 6
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voci orig.
Voce italiana Maurizio Scattorin
Sesso Maschio
Parenti
  • Inari (nipote)
  • Tsunami (figlia)

Tazuna (タズナ?) è il mastro costruttore del Ponte Naruto, padre di Tsunami e nonno di Inari. Egli tentò di costruire un ponte che collegasse il Paese delle Onde alla terraferma per poter risollevare l'economia del villaggio, il che era contro gli interessi della Gato Corporation. Tuttavia Tazuna, non potendo permettersi una protezione adeguata a causa della scarsità di fondi, finse di aver bisogno di una scorta per proteggersi dai banditi, pagando quindi al Villaggio della Foglia il prezzo di una missione di grado C anziché di una missione di grado B, molto più costosa. Dopo la vittoria dei ninja della Foglia su Gato, riesce a concludere il ponte, intitolandolo il "Grande Ponte Naruto".[2] In seguito, insieme al nipote Inari, riappare per dare una mano nella ricostruzione del Villaggio della Foglia, distrutto da Pain.

Gato[modifica | modifica wikitesto]

Gato
Universo Naruto
Nome orig. ガトー (Gatō)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 11
  • Anime: Episodio 6
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Naoki Bandō
Voce italiana Riccardo Rovatti
Sesso Maschio

Gato (ガトー Gatō?) è un potente armatore navale la cui compagnia, la Gato Corporation, è una facciata per coprire attività illegali quali contrabbando di merci e lo spaccio di droghe. Gato ha ottenuto il controllo di tutte le rotte navali del Paese delle Onde, isolandolo dal continente e facendolo diventare povero e vessato. Egli è responsabile dell'umiliazione e dell'uccisione di Kaiza, a causa della sua enorme popolarità.[2] Assolda Zabuza e Haku per uccidere Tazuna e fermare, così, la costruzione del ponte che avrebbe collegato il Paese delle Onde e la terraferma. Dopo la sconfitta di Zabuza, decide di ucciderlo pur di non pagarlo, ma alla fine, nonostante le numerose guardie del corpo poste alla propria protezione, viene ucciso brutalmente da Zabuza, il quale gli taglia la testa.[3]

Inari[modifica | modifica wikitesto]

Inari
Universo Naruto
Nome orig. イナリ (Inari)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 18
  • Anime: Episodio 10
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Shizuka Ishikawa
Voce italiana Irene Scalzo
Sesso Maschio
Data di nascita 25 dicembre[2]
Parenti
  • Kaiza (padre adottivo, deceduto)
  • Tazuna (nonno)
  • Tsunami (madre)

Inari (イナリ?) è il figlio di Tsunami e il nipote di Tazuna. Dopo la morte del suo padre adottivo Kaiza, Inari iniziò ad odiarlo per quello che gli era accaduto credendo che, nel morire, lui avesse rotto la sua promessa di assicurare al paese la pace. Grazie a Naruto, alla fine capisce l'importanza dei propri desideri sul destino, e che non c'è rischio più grande di perdere una persona che si ama. Durante lo scontro finale tra Zabuza e il Team 7, Inari prende la sua balestra, e dopo aver riunito tutti gli abitanti del villaggio, li conduce contro gli uomini di Gato. In seguito, insieme a suo nonno Tazuna, riappare per dare una mano nella ricostruzione del Villaggio della Foglia, distrutto da Pain.

Tsunami[modifica | modifica wikitesto]

Tsunami
Universo Naruto
Nome orig. ツナミ (Tsunami)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 18
  • Anime: Episodio 10
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Misa Watanabe
Voce italiana Giuliana Atepi
Sesso Femmina
Parenti
  • Inari (figlio)
  • Tazuna (padre)

Tsunami (ツナミ?) è la figlia di Tazuna e la madre di Inari. Suo marito morì poco dopo la nascita di Inari, e quando Kaiza entrò nella sua vita come figura paterna per il figlio, non poté fare altrimenti che invitarlo a vivere a casa loro. Dopo la morte di Kaiza, Tsunami cercò di proteggere Inari dai ricordi dolorosi che la morte del suo padre adottivo gli procurava. Quando viene rapita dalle guardie del corpo di Gato arriva al punto di minacciare di suicidarsi, cosa che avrebbe lasciato Gato senza ostaggi, se i suoi sicari avessero ucciso Inari.[2]

Kaiza[modifica | modifica wikitesto]

Kaiza
Universo Naruto
Nome orig. カイザ (Kaiza)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 19
  • Anime: Episodio 11
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Akimitsu Takase
Sesso Maschio
Parenti
  • Inari (figlio adottivo)

Kaiza (カイザ?) era un pescatore che era giunto nel Paese delle Onde nel corso dei suoi viaggi, e finì per stabilirsi qui dopo il suo incontro con Inari. Dopo essere diventato una sorta di figura paterna per il ragazzino, diviene un eroe per il paese e proprio per questo viene ucciso ingiustamente dalla Gato Corporation.[2]

Villaggio della Pioggia[modifica | modifica wikitesto]

Hanzo[modifica | modifica wikitesto]

Hanzo
Universo Naruto
Nome orig. 半蔵 (Hanzō)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 369
  • Anime: Episodio Shippuden 128
Sesso Maschio
Data di nascita 12 febbraio[14]

Hanzo (半蔵 Hanzō?), soprannominato Hanzo Delle Salamandre, è stato il leader del Villaggio della Pioggia. Nonostante il suo potere, Hanzo era un uomo estremamente prudente, inavvicinabile per chiunque e avere l'occasione di vederlo era considerato un grande onore. Il suo sogno era quello di portare la pace attraverso l'unificazione delle Cinque grandi nazioni[34], che, a detta dello stesso Hanzo, sono tutte sue nemiche. Mostra sicurezza nelle proprie capacità e pieno rispetto dell'avversario, come dimostra il suo primo combattimento contro Mifune, a cui decide di salvare la vita dopo avergli insegnato a non abbandonare mai la propria fede.

Da bambino veniva continuamente evitato dagli abitanti perché, all'interno del suo corpo, fu inserita la sacca velenifera della Salamandra Nera (黒山椒魚 Kuro Sanshōuo?), con lo scopo di creare un ninja velenoso e contemporaneamente resistente al veleno.[34] Per proteggere gli abitanti del villaggio e le persone che gli erano vicine, Hanzo fu costretto ad indossare costantemente una maschera che filtra il veleno dall'aria espirata. Oltre al veleno, Hanzo cavalca una gigantesca salamandra chiamata Ibuse[34] e ciò gli è valso il famoso soprannome di Hanzo la Salamandra (山椒魚の半蔵 Sanshōuo no Hanzōu?). Grazie alle sue abilità, ben presto divenne il principale capo del Villaggio della Pioggia e il più potente ninja del villaggio della pioggia. Durante la seconda grande guerra ninja, Hanzo affrontò Jiraiya, Orochimaru e Tsunade, i quali furono gli unici superstiti di un sanguinoso scontro tra il Villaggio della Pioggia e quello della Foglia. Al termine dello scontro, Hanzo, colpito della forza dei tre avversari, decretò la vittoria della Foglia e nominò i tre Ninja Supremi (伝説の三忍 Densetsu no Sannin?) del Villaggio della Foglia ad indicare che essi erano i più forti del loro villaggio.[39] In seguito, Hanzo iniziò a temere Yahiko e la sua organizzazione, perché sospettava che volessero prendere il suo posto e, alleatosi con Danzo, preparò una trappola che causò la morte di Yahiko. In seguito, Hanzo fu ucciso da Nagato, sotto le spoglie di Pain,[34] che divenne il nuovo indiscusso capo politico e religioso del Villaggio.[40]

Hanzo viene resusciato tramite la Tecnica della Resurrezione di Kabuto Yakushi durante la Quarta guerra ninja. Poco prima di uccidere Kankuro grazie al suo veleno, Hanzo viene ostacolato dall'intervento di Mifune, con cui già ha combattuto anni prima, con il quale ingaggia battaglia[34], ma viene sconfitto da quest'ultimo dopo un breve combattimento.[34] Alla fine, pur di ritrovare i suoi ideali, si ribella al controllo di Kabuto e da l'opportunità a Mifune e ai samurai di sigillarlo.[34]

Una Kusarigama, l'arma utilizzata in battaglia da Hanzo

Hanzo era ritenuto uno dei ninja più forti del Villaggio della Pioggia, capace di tenere testa ai tre ninja supremi contemporaneamente. L'arma segreta di Hanzo è il veleno mortale che riesce a produrre dalla bocca per mezzo di una sacca di veleno di una salamandra nera, che un tempo viveva nel Villaggio della Pioggia, impiantata nel suo corpo.[34] Il suo veleno è in grado di paralizzare istantaneamente il suo avversario e di ucciderlo dopo due giorni, tuttavia, anche se vi è immune, Hanzo non può permettersi di essere ferito al ventre, poiché l'alta concentrazione del veleno che uscirebbe dalla ferita non lo ucciderebbe, ma lo paralizerebbe e darebbe la possibilità al nemico di ferirlo.[34] Il veleno di Hanzo ha però un problema: per formarsi impiega 5 minuti prima di essere poi espulso sotto forma di arma. Hanzo è specializzato nell'utilizzo di salamandre in battaglia: la più utilizzata dal ninja è Ibuse, una gigantesca salamandra, capace di rilasciare un veleno che intorpidisce il corpo dei nemici.[34] Inoltre, Hanzo è anche esperto nell'utilizzo di armi: infatti possiede una kusarigama, una falce che lancia e recupera con una corda metallica e che utilizza per ferire l'avversario o per bloccare la sua arma, oppure per avvelenare l'avversario, in quanto l'arma stessa è ricoperta da veleno.[34]

Yahiko[modifica | modifica wikitesto]

Yahiko
Universo Naruto
Nome orig. 弥彦 (Yahiko)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 372
  • Anime: Episodio Shippuden 128
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. *Ken'yū Horiuchi
Voce italiana Davide Albano
Sesso Maschio
Data di nascita 20 febbraio[14]

Yahiko (弥彦?), è un orfano del Villaggio della Pioggia e fondatore dell'Organizzazione Alba. Yahiko è un ragazzo dai capelli arancioni e di aspetto molto simile a Naruto. Proprio come quest'ultimo si dimostra un ragazzo molto vivace, che cerca in tutti i modi di attirare l'attenzione, e di aiutare il proprio Villaggio. Yahiko ha una filosofia che si basa sul concetto di "occhio per occhio, dente per dente"; egli odia il modo in cui il Villaggio della Pioggia è visto dal resto del mondo e odia quello che esso è diventato. È molto affezionato al suo villaggio, e in un'occasione afferma che il suo sogno è fermare la pioggia senza fine che imperversa sul suo villaggio, paragonata a delle lacrime, e assicurare un futuro migliore ai suoi abitanti[41]. Nel flashback di Nagato, il suo amico Yahiko espresse il desiderio di cambiare il mondo, per fermare le guerre[42], anche al costo di diventare un Dio. È molto legato ai compagni e sin da bambino sembra innamorato di Konan che, diventata più grande, inizia a ricambiare Yahiko.

Assieme a Nagato e Konan, rimase orfano da bambino in una delle innumerevoli guerre in cui si trovò coinvolto il Villaggio della Pioggia[41], cosa che li costrinse a cavarsela da soli sin dalla tenera età. I tre successivamente incontrarono Jiraiya, che li prese sotto la sua custodia insegnandogli i ninjutsu di base. Jiraiya li addestrò finché non divennero autonomi per poi partire per fare ritorno al proprio villaggio[41]. Dopo la partenza di Jiraiya, Yahiko, Konan e Nagato fondarono un'organizzazione di cui Yahiko prese il posto di leader, con lo scopo di porre fine alle guerre che dilaniavano il paese[42]. Hanzo, però, temendo che Yahiko volesse prendere il suo posto, gli tese un'imboscata con l'aiuto di Danzo Shimura e degli Anbu di Konoha[42], durante la quale Yahiko, per salvare Konan, rapita dal leader del Villaggio della Pioggia, si uccise e prima di morire disse all'amico Nagato che lui diverrà il "messia"[42].

Yahiko è un utilizzatore dell'elemento acqua; l'unica tecnica mostrata dal ragazzo è la Violenta Onda Acquatica, con cui si espelle un getto d'acqua dalla bocca[41].

Villaggio del Suono[modifica | modifica wikitesto]

Orochimaru[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Orochimaru (Naruto).

Kabuto Yakushi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kabuto Yakushi.

Zaku Abumi[modifica | modifica wikitesto]

Zaku Abumi
Universo Naruto
Nome orig. ザク アブミ (Zaku Abumi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 39
  • Anime: Episodio 23
Voce orig. Keiji Okuda
Voce italiana Luca Semeraro
Sesso Maschio
Data di nascita 14 settembre[2]
Affiliazione Team del Villaggio del Suono

Zaku Abumi (アブミ ザク Abumi Zaku?) fu un ninja genin del Villaggio del Suono, membro del Team del Villaggio del Suono, inviato da Orochimaru a Konoha in occasione degli esami di selezione dei chunin nel Villaggio della Foglia.[3] Indossa una camicia beige su cui è inciso il kanji morte (?) e una sciarpa intorno al collo.[43] È molto arrogante ed è troppo sicuro dei suoi poteri. Ritiene che non ci sia nessuno in grado di batterlo.

Zaku è un orfano senzatetto costretto a rubare per sopravvivere fin quando Orochimaru non lo prese sotto la sua protezione.[44] Insieme ai suoi compagni di squadra, Dosu e Kin, partecipa agli esami di selezione dei chunin per uccidere Sasuke Uchiha.[43] Tuttavia, durante la missione, Zaku viene sconfitto dall'Uchiha che, in preda al potere del Segno maledetto, gli rompe entrambe le braccia e lo costringe alla ritirata.[45] In seguito, durante lo scontro con Shino Aburame, Zaku supera il dolore della ferita alla spalla e riesce a usare il braccio per difendersi dall'avversario. Tuttavia le braccia gli vengono tranciate dal contrattacco di Shino.[44] Viene poi utilizzato come sacrificio da Orochimaru per la Tecnica della Resurrezione.

È stato fisicamente modificato con migliorie artificiali per aumentare le proprie capacità: all'interno delle sue braccia sono stati inseriti tubi cavi riempiti di aria che gli permettono di lanciare combinazioni di aria pressurizzata, chakra e suoni. Può utilizzare l'Onda Tagliente, ovvero una tecnica che può produrre onde supersoniche o variare la pressione atmosferica, arrivando a spaccare persino una roccia.[46] Inoltre è una tecnica che congiunge l'attacco alla difesa, essendo anche in grado di respingere armi da lancio o avversari.[46] Immettendo dell'aria nel terreno, lo può gonfiare fino a renderlo un morbido cuscino utile per attutire rovinose cadute.[46]

Dosu Kinuta[modifica | modifica wikitesto]

Dosu Kinuta
Universo Naruto
Nome orig. ドス キヌタ (Dosu Kinuta)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 39
  • Anime: Episodio 23
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Daisuke Egawa [1]
Voce italiana Daniele Demma [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 12 giugno[2]
Affiliazione Team del Villaggio del Suono

Dosu Kinuta (キヌタ ドス Kinuta Dosu?) era un genin del Villaggio del Suono e partecipò all'esame di selezione dei chunin a Konoha insieme ai suoi compagni di squadra Zaku Abumi e Kin Tsuchi. Dosu era una persona gelosa e tentò di uccidere Sasuke dopo aver realizzato che le vere intenzioni di Orochimaru non erano quelle che gli erano state dette. Sembra essere molto leale nei confronti di Zaku e viceversa; dopo che Zaku fu sconfitto da Shino Aburame perdendo entrambe le braccia, Dosu gli promise che l'avrebbe vendicato. Dosu e Zaku non hanno una grande simpatia per Kin soprattutto dopo essere stata posseduta da Ino Yamanaka e sconfitta da Shikamaru Nara loro cercano persino di attaccarla una volta, dicendo che sarebbero disposti a uccidere un loro compagno di squadra se dovessero farlo.

Nonostante fosse un ninja piuttosto potente, Orochimaru lo trattava come una pedina sacrificale. Per guadagnare il rispetto di Orochimaru, si promise di provargli che lui non era solo una cavia o in ogni modo di rendersi più indipendente degli altri ninja del suono. Partecipò agli esami di selezione dei chunin al Villaggio della Foglia insieme ai suoi compagni di squadra Zaku e Kin. Durante l'apparizione di Kabuto, Dosu attaccò quest'ultimo per dimostrare la sua forza, riuscendolo a ferire con il suo amplificatore e ferendolo all'orecchio. Durante la seconda prova d'esame cercò di uccidere Sasuke Uchiha, ma il ninja fu protetto da Sakura, Rock Lee, il Team 10 ed infine Sasuke stesso, risvegliatosi col Segno Maledetto e che portò alla ritirata del team del Suono. Negli scontri preliminari della seconda prova, Dosu sconfisse rapidamente Choji, ma dopo questo, per dimostrare le proprie capacità ad Orochimaru, cercò di uccidere Gaara in modo da combattere direttamente contro Sasuke nella terza prova. Non realizzando con quale mostro stava andando a combattere, viene ucciso da un attacco rapido di Gaara, senza la possibilità di reagire.

Dosu era dotato di uno speciale dispositivo, posizionato sul suo avambraccio destro, in grado di amplificare le onde sonore facendo aumentare notevolmente la potenza dei suoi attacchi, andando ad influire sull'equilibrio e la resistenza dell'avversario danneggiandogli il timpano oppure condensando il suono in un'unica onda che può successivamente scagliare contro l'avversario per danneggiarlo dalla forza causata dalla pressione del suono, ma è anche utile per distruggere ostacoli di grandi dimensioni come grandi tronchi. Con l'onda d'urto creata dal congegno del braccio destro, Dosu Kinuta danneggia i timpani dell'avversario. Chi subisce l'attacco, anche se non riporta esternamente delle ferite, perde l'equilibrio, tanto da non riuscire nemmeno a reggersi in piedi.

Kin Tsuchi[modifica | modifica wikitesto]

Kin Tsuchi
Universo Naruto
Nome orig. キン ツチ (Kin Tsuchi)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 39
  • Anime: Episodio 23
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Akiko Koike [1]
Voce italiana Rosa Leo Servidio [1]
Sesso Femmina
Data di nascita 6 luglio[2]
Affiliazione Team Suono

Kin Tsuchi (ツチ キン Tsuchi Kin?) era una genin del Villaggio del Suono e partecipò agli esami di selezione dei chunin al Villaggio della Foglia insieme ai suoi compagni di squadra Zaku Abumi e Dosu Kinuta. Insieme a Zaku e Dosu, tentò di uccidere Sasuke durantne la seconda prova dell'esame, fallendo. Negli scontri preliminari della terza prova dell'esame chunin si dovette confrontare con Shikamaru Nara, che la sconfisse con l'uso della Tecnica del controllo dell'ombra. Kin muore quando Orochimaru lo usa come sacrificio per la Tecnica della Resurrezione Impura.

Yoroi Akado[modifica | modifica wikitesto]

Yoroi Akado
Universo Naruto
Nome orig. ヨロイ 赤胴 (Yoroi Akado)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 45
  • Anime: Episodio 36
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voci orig.
Voce italiana Alberto Sette [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 21 febbraio[2]
Affiliazione Team Kabuto

Yoroi Akado (赤胴 ヨロイ Akado Yoroi?) è un ninja di rango sconosciuto[2] al servizio di Orochimaru e membro del team di Kabuto Yakushi.[43] Yoroi è un uomo calmo, sfacciato e molto sicuro di sé. È sicuro e fiero della proprie capacità, infatti prima di iniziare lo scontro con Sasuke, promette di sconfiggerlo.[44] Indossa degli occhiali da sole rotondi ed ha il volto coperto da un panno viola.[46] Nell'anime, invece, Yoroi riappare senza il volto coperto e con lunghi capelli scuri.

Yoroi, insieme a Kabuto Yakushi e Misumi Tsurugi, si inflitra nel Villaggio della Foglia per spiare Sasuke e ottenere delle informazioni sui ninja partecipanti agli esami di selezione dei chunin.[45] Dopo aver superato la prima e la seconda prova dell'esame, si ritrova a confrontarsi contro Sasuke durante i preliminari della terza prova, perdendo lo scontro.[44] Riappare in seguito, insieme a Misumi, al servizio di Amachi. Si scontra prima con Naruto, riuscendo a sconfiggerlo grazie alla sua abilità[47], e poi con Shino, da cui viene sconfitto.[48]

Nonostante sia ufficialmente classificato come genin (il suo grado reale è sconosciuto)[2], diversi ninja reputano le sue abilità molto ingegnose in battaglia. Infatti, Yoroi possiede l'incredibile abilità di assorbire il chakra dell'avversario con il solo contatto fisico usando soltanto il palmo della mano. Yoroi ha però bisogno di un contatto completo per assorbire chakra, quindi bisogna indebolire prima l'avversario per avere più probabilità di assorbimento.

Misumi Tsurugi[modifica | modifica wikitesto]

Misumi Tsurugi
Universo Naruto
Nome orig. ミスミ 剣 (Misumi Tsurugi)
Lingua orig. Giapponese
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 63
  • Anime: Episodio 36
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Voce orig. Kunihiro Kawamoto [1]
Voce italiana Alberto Sette
Sesso Maschio
Data di nascita 30 novembre[2]
Affiliazione Team Kabuto

Misumi Tsurugi (剣 ミスミ Tsurugi Misumi?) fa parte del team del Villaggio del Suono che partecipa agli esami di selezione dei chunin come Team del Villaggio della Foglia insieme ai suoi compagni di squadra Kabuto Yakushi e Yoroi Akado.

Misumi appare per la prima volta dopo la seconda prova dell'esame chunin, dove rincontra Kabuto dopo che questi si è separato dal Team. Durante la seconda prova stessa, Misumi affida i rotoli a Kabuto, che è il capitano della squadra. A parte Kabuto, il suo Team partecipa ai preliminari e al terzo scontro si ritrova a confrontarsi contro Kankuro del Villaggio della Sabbia contro il quale verrà sconfitto facilmente. Riappare in seguito come alleato di Isabi insieme a Yoroi Akado nel Paese del Mare.

Tsurugi possiede una speciale abilità che gli permette di ignorare i limiti posti dalle articolazioni e controllare a piacimento il proprio corpo. In combattimento è utile per immobilizzare l'avversario usando gli arti snodabili, la seconda fase dell'attacco è lo stritolamento.

Quintetto del Suono[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Quintetto del Suono.

Guren[modifica | modifica wikitesto]

Guren
Universo Naruto
Nome orig. 紅蓮 (Guren)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. * Anime: Episodio Shippuden 89
Voce orig. Eri Miyajima
Voce italiana Lorella De Luca
Sesso Femmina

Guren (紅蓮?) è una donna sadica e senza pietà ed è una dei seguaci più fedeli ad Orochimaru.[49] Compare solo nell'anime.

Guren, fin da bambina, ha sempre nutrito un'ammirazione smisurata per Orochimaru obbedendo ad ogni suo ordine senza proteste fino ad uccidere una donna che poco prima le aveva salvato la vita.[50] Quando Kabuto propone ad Orochimaru di utilizzare la tecnica di reincarnazione su un nuovo corpo, Guren arriva troppo tardi per diventare il nuovo contenitore del suo maestro e scopre che la sua prossima scelta è Sasuke Uchiha.[49] Viene poi ingaggiata da Orochimaru per scortare Yukimaru in un lago in cui vive il Demone a Tre code, in modo tale che il ragazzo possa controllarlo. Se la missione avrà successo, Orochimaru promette a Guren di prenderla in considerazione come nuovo contenitore al posto di Sasuke.[49] Durante la missione, Guren inizia ad affezionarsi al ragazzo, ma allo stesso tempo è costretta a combattere contro i ninja della Foglia che, come Orochimaru, vogliono catturare il Demone a Tre code, decidendo di proteggere Yukimaru da Orochimaru, in quanto quest'ultimo vuole solo utilizzare il ragazzo per i suoi scopi. Durante lo scontro finale, Guren decide di sacrificarsi pur di proteggere Yūkimaru, imprigionandosi insieme al suo avversario Rinji utilizzando la sua abilità innata.[51] In seguito viene liberata da Gozu e, insieme a quest'ultimo e Yukimaru, decide di cominciare una nuova vita lontana da Orochimaru.[52]

Guren è in possesso di una abilità innata, l'Arte del Cristallo, che ha la capacità di cristallizzare qualsiasi cosa intorno a lei ad eccezione di chakra, dell'ossigeno puro e del fuoco.[53] Inoltre, Guren ha dimostrato di essere capace di modellare il cristallo a suo piacimento, usandolo sia per intrappolare il suo avversario sia per creare armi ed armature.[54][55][56][57]

Suigetsu Hozuki[modifica | modifica wikitesto]

Suigetsu Hozuki
Universo Naruto
Nome orig. 水月 鬼灯 (Suigetsu Hozuki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 346
  • Anime: Episodio Shippūden 115
Voce orig. Takashi Kondo
Voce italiana Ruggero Andreozzi
Sesso Maschio
Data di nascita 18 febbraio[14]
Affiliazione Team Serpe/Falco
Parenti Mangetsu Hozuki (fratello maggiore, deceduto)

Suigetsu Hozuki (鬼灯 水月 Hozuki Suigetsu?), è un ex cavia di Orochimaru e membro del Team Falco. Suigetsu è un uomo alto, magro, coi capelli lisci di colore bianco con sfumature blu, occhi viola e dei denti simili a quelli di uno squalo. Solitamente, Suigetsu indossa una maglietta viola senza maniche, dei pantaloni grigi e una cintura del medesimo colore. Porta con sé anche la Mannaia Decapitatrice che tiene dietro la schiena.[58] Suigetsu si dimostra come un ragazzo piuttosto arrogante e spaccone e non va d'accordo ne con Karin (a cui rivolge parecchi insulti e commenti sarcastici) ne con Jugo.

La Mannaia Decapitatrice

Nacque nel Villaggio della Nebbia e, insieme a suo fratello Mangetsu, desiderava diventare membro dei sette Spadaccini della Nebbia. In breve tempo divenne uno dei ninja più promettenti del Villaggio della Nebbia, tanto da essere considerato il successore di Zabuza Momochi.[37][58] Dopo la morte del fratello Mangetsu e lo scioglimento del gruppo dei sette spadaccini, Suigetsu decise di recuperare tutte le spade appartenute al gruppo per poi ricostruirlo e assumerne il ruolo di capo.[7] Fu catturato da Orochimaru, il quale lo sottopose a molti esperimenti con l'obbiettivo di studiare l'abilità innata del clan Hozuki.[59] Suigetsu viene liberato da Sasuke dopo la morte di Orochimaru ed entra a far parte del Team Falco fondato dall'Uchiha[58] riuscendo a recuperare Mannaia decapitatrice.[58] In seguito si unisce all'Organizzazione Alba insieme al resto del Team Falco, col quale affronta Killer Bee, riuscendo a catturarlo[60][33]. Si recherà insieme al Team Falco nel paese del Ferro allo scopo di uccidere Danzo ma verrà catturato finché non riesce ad evadere e recarsi al Villaggio della Foglia insieme a Sasuke e Orochimaru[42][15][61]In seguito andrà sul campo di battaglia della quarta grande guerra ninja.

Suigetsu appartiene al clan Hozuki e, per questo, ha il potere di fondersi con l'acqua e manovrarla a suo piacimento.[58][59] È molto dotato nel combattimento corpo a corpo e nell'utilizzo delle spade. Inoltre è in grado di usare la Tecnica della Pistola acquatica, che consente di sparare dall'indice un vero e proprio proiettile acquatico capace di perforare senza fatica un corpo umano

Karin[modifica | modifica wikitesto]

Karin Uzumaki
Universo Naruto
Nome orig. 香燐 (Karin Uzumaki)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 348
  • Anime: Episodio Shippūden 115
Voce orig. Kanako Tojo
Voce italiana Claudia Penoni
Sesso Femmina
Data di nascita 20 giugno[14]
Affiliazione Team Serpe/Falco

Karin Uzumaki (香燐?) è una ninja traditore del Villaggio dell'Erba, originaria del Clan Uzumaki. Karin è una ragazza dal carattere forte e autoritario. Ha una forte infatuazione per Sasuke Uchiha e non lo nasconde, mentre non va d'accordo ne con Suigetsu, ne con Juugo.

Karin apparteneva al Villaggio dell'Erba e partecipò agli esami di selezioni dei Chunin nel Villaggio della Foglia durante i quali fu salvata da Sasuke da un orso gigante nella Foresta della Morte[62]. Dopo la distruzione del suo villaggio, Karin si unì ad Orochimaru diventando la guardiana del nascondiglio Sud. In seguito, dopo la morte di Orochimaru, Karin viene arruolata da Sasuke Uchiha nel Team Serpe.[37]. Dopo la morte di Itachi, Karin entra a far parte dell'Organizzazione Alba che gli assegna la cattura di Killer Bee insieme al resto del Team Falco, uscendo vittoriosa dallo scontro.[33] In seguito, accompagna Sasuke al summit dei Kage nel Paese del Ferro per uccidere Danzo Shimura; qui Karin cerca di individuare più velocemente possibile la posizione di Danzo, ma viene ostacolata da Fuu. In seguito viene messa in salvo da Tobi, che la porta da Danzo dopo averle fatto curare Sasuke, stremato dopo lo scontro con quattro Kage. Durante lo scontro tra Sasuke e il leader della Radice, Karin viene presa in ostaggio da Danzo stesso[62] e colpita volontariamente da un Mille Falchi di Sasuke[62], utilizzato per mettere definitivamente ko il reggente Sesto Hokage. Karin viene poi salvata da Sakura e portata al Villaggio della Foglia, dove viene rinchiusa e interrogata[36]. Si recherà poi sul campo di battaglia per supportare Sasuke e Orochimaru.

Karin è capace di percepire il chakra delle persone ad una distanza eccezionalmente ampia, sa valutarne la forza e la quantità determinando quanto sia pericoloso il nemico e, se conosce le persone, è in grado di distinguere facilmente a chi il chakra appartenga. Il suo chakra ha inoltre proprietà mediche: chiunque riesca ad assorbirlo può curare le proprie ferite. È inoltre capace di determinare se una persona dica o no la verità tramite l'analisi del flusso del chakra.

Jugo[modifica | modifica wikitesto]

Jugo
Universo Naruto
Nome orig. 重吾 (Jūgo)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 349
  • Anime: Episodio Shippūden 117
Voce orig. Shuhei Sakaguchi
Voce italiana Andrea Bolognini
Sesso Maschio
Data di nascita 20 novembre[14]
Affiliazione Team Serpe/Falco

Jugo (重吾 Jūgo?) è un ninja reclutato da Orochimaru nel Villaggio del Suono, oltre che membro del Team Falco[37]. Jugo è un ragazzo alto, muscoloso con capelli arancioni appuntiti. I suoi occhi sono di colore rosso-arancio. Egli possiede dei pantaloni neri e indossa un mantello avvolto attorno a sé perché la sua misura sproporzionata gli è difficile trovare vestiti della sua misura. Jugo è dotato di una doppia personalità: mentre la prima è calma e pacifica, la seconda è completamente dominata dall'ira ed è quella che prende sempre il sopravvento.

Incontrò Kimimaro, un servitore di Orochimaru, con cui nacque un rapporto d'amicizia. Dopo la morte di Kimimaro, Jugo si rifugiò nel Nascondiglio del Nord per placare la sua sete di sangue. Viene in seguito liberato da Sasuke che lo recluta nel Team Serpe.[37] Insieme al Team Falco, si scontra con Killer Bee,[33], riuscendo a catturarlo.[33] In seguito, accompagna Sasuke all'assemblea dei Kage nel Paese del Ferro per uccidere Danzo, dove viene catturato.[15] Durante la quarta grande guerra ninja, Jugo riesce a liberarsi dalla prigione nel Paese del Ferro e si reca insieme a Suigetsu da Sasuke e Orochimaru.[7] Dopo che Orochimaru resuscita i precedenti Hokage, si dirige sul campo di battaglia insieme a Sasuke.

Jugo è il primo guerriero in possesso del Segno maledetto, nato da un suo speciale enzima. Jugo dimostra di avere un controllo assoluto sul segno e di trasformarsi sia parzialmente che completamente[37], modificando anche la struttura del proprio corpo. Jugo è in grado di parlare con gli animali e in particolar modo con gli uccelli, abilità spesso usata per raccogliere informazioni. Un'altra abilità speciale di Jugo è quella di donare carne ad altri esseri umani in maniera tale da curare ferite anche gravi. Inoltre è anche in grado di assorbire carne da altri esseri umani per rigenerare o guarire parti del corpo in pessime condizioni[15]. Kabuto rivela che le sue abilità derivano dal suo clan, che possiede la capacità di assorbire l'energia naturale, ma non essendo capaci di controllarla finiscono con l'impazzire e trasformarsi in mostri assetati di sangue.

Organizzazione Alba[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Organizzazione Alba.

Cercoteri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cercoteri.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Animali evocati[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Evocazioni di Naruto.

Sora[modifica | modifica wikitesto]

Sora
Universo Naruto
Nome orig. ソラ (Sora)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Editore Shūeisha
1ª app. * Anime: Episodio Shippuden 54
Voce orig. Daisuke Hirakawa
Voce italiana Alessio De Filippis
Sesso Maschio
Parenti
  • Kazuma (padre, deceduto)

Sora (ソラ?) è un monaco del Tempio del Fuoco. Compare solo nell'anime.

È il figlio di Kazuma, creduto morto, ma che sigillò parte del chakra della Volpe a Nove Code nel corpo del figlio.[63] Per questo motivo, Sora venne evitato dai monaci del tempio e l'unica persona che gli dimostrava affetto era Chiriku. Sora, dopo il furto delle quattro tombe dei guardiani ninja, si unisce al Team Yamato e affronta Furido (ovvero suo padre Kazuma), il quale lo sconfigge facilmente e gli spiega l'importanza del suo potere. Dopo la fuga dei predoni, Sora giunge al Villaggio della Foglia[64] dove viene allenato, insieme a Naruto, da Asuma che lo aiuta ad affinare il suo elemento vento.[65] In seguito, Sora si unisce a Kazuma tramite un inganno di quest'ultimo, senza sapere le reali intenzioni del genitore. Dopo che Kazuma gli rivela il suo obbiettivo, Sora cerca di sconfiggere il nemico, ma viene sopraffatto dal potere della Volpe a Nove Code.[63] Dopo essersi trasformato nel demone a quattro code, Sora viene salvato da Naruto e riprende conoscenza separandosi dal chakra della volpe. Il giorno dopo, mentre il villaggio viene ricostruito, Sora parte dicendo di voler visitare il mondo, anziché tornare al Tempio del Fuoco.[66]

Sora utilizza in battaglia principalmente tecniche di basate sull'alterazione del chakra di elemento vento.[67] Sora è anche un combattente a distanza ravvicinata e dispone, inoltre, anche di un personale stile di taijutsu conosciuto solamente dai monaci del Tempio del Fuoco.[68] Sora possiede anche una parte del chakra del demone volpe che gli offre molti vantaggi, come un'elevata resistenza al dolore e una capacità di guarigione superiore al normale. Nonostante queste qualità, Sora non riesce a controllare il potere della volpe, soprattutto quando la sua mano si trasforma in quella del demone[69], oppure quando iniziano a fuoriuscire dal suo corpo le code del demone.

Dodici guardiani ninja[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dodici Guardiani Ninja.

Hagoromo Ootsutsuki[modifica | modifica wikitesto]

Hagoromo Ootsutsuki
Universo Naruto
Nome orig. 大筒木ハゴロモ (Ōtsutsuki Hagoromo)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 373
  • Anime: Episodio Shippūden 128
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Tōru Nakane
Sesso Maschio
Parenti
  • Kaguya Ootsutsuki (madre)
  • Hamura Ootsutsuki (fratello, deceduto)
  • Indra (figlio, deceduto)
  • Ashura (figlio, deceduto)

Hagoromo Ootsutsuki (大筒木ハゴロモ Ōtsutsuki Hagoromo?), chiamato anche L'Eremita delle Sei Vie della Trasmigrazione (六道仙人 Rikudō Sennin?), è stato il capostipite di tutti i ninja e il più potente mai esistito oltre che la prima forza portante del Demone Decacoda.[41][15] Egli avrebbe creato tutte le arti ninja conosciute.[2][15] Ha la pelle bianca e i capelli castani, sulla testa ha due protuberanze simili a delle corna, ereditate dalla madre. Indossa un Kimono lucente che arrivava fino ai piedi, con un disegno sulla parte alta del vestito che rappresentava sei Tomoe nere abbinate ai pantaloni neri.

Figlio di Kaguya Ootsutsuki, lui ed il fratello furono i primi esseri umani nati con il chakra. I due affrontarono la madre, ormai impazzita per il troppo potere, in battaglia per poi sigillarla[15] Dopo essere diventato la forza portante della Decacoda, Hagoromo distribuì il chakra a tutte le creature della terra, istruendole attraverso il Ninshu. Hagoromo ebbe poi due figli: Indra e Ashura.[29] Poco prima di morire, l'Eremita divise il chakra della Bestia Decacoda in nove parti, conosciute come gli attuali nove cercoteri[15], e sigillò il suo corpo con il Chibaku Tensei, intrappolandolo in un'enorme massa di rocce, che sarà poi conosciuta come la Luna[15] e incaricò Ashura di portare la pace nel mondo col chakra.[29] Questa decisione portò però conflitti tra i due figli, i cui discendenti hanno continuato a rivaleggiare. Durante la quarta grande guerra ninja, Hagoromo si manifesta in sogno a Naruto e Sasuke, donando loro parte dei suoi poteri ed affidandolo loro la missione di risigillare la madre Kaguya.

Il Rinnegan

Era in possesso del Rinnegan e capace di utilizzare il chakra in tutte le sue varianti, dando vita a tutte le tecniche esistenti, tra le quali la tecnica migliore di Pain, il Chibaku Tensei, che lo stesso Nagato definisce imparagonabile in confronto alla sua, poiché quella dell'Eremita era molto più potente e con un raggio d'azione molto più ampio.[38] Possedeva un Izanagi perfetto, dovuto alla combinazione di chakra Yin e Yang, grazie al quale riusci a creare i cercoteri in cui infuse il chakra del Decacoda. Inoltre è stato il creatore di diversi oggetti:

  • La fune d'oro (幌金縄 Kōkinjō?): una corda usata in combinazione con la spada delle sette stelle e la zucca rossa; una volta entrata in contatto con il nemico, è capace di far sputare al nemico la propria parola spirituale ovvero il lemma che più ha pronunciato durante la sua vita.[34]
  • La spada delle sette stelle (七星剣 Shichiseiken?): una spada pieghevole usata in combinazione con la fune d'oro e la zucca rossa; è in grado di separare dal corpo la parola spirituale delle persone che hanno toccato la corda della chiarezza, mostrarla sulla spada e maledirla attraverso la zucca rossa.[34]
  • La zucca rossa (紅葫蘆 Benihisago?): una giara usata in combinazione con la spada delle sette stelle e la fune d'oro; ha la capacità di assorbire le parole spirituali delle persone maledette dalla spada delle sette stelle per farne una parola tabù e sigillare al suo interno quando l'avversario:
  • pronuncia la propria parola spirituale;
  • pronuncia una parola nella quale all'interno sia presente la parola spirituale;
  • resta in silenzio per un certo periodo di tempo;
Tuttavia la parola spirituale può cambiare anche dopo che la zucca rossa ha iniziato a sigillare l'avversario e, se ciò avviene, questa smette di assorbire il nemico e lo rigetta.[34]
  • Il ventaglio di banano (芭蕉扇 Bashōsen?): un ventaglio in grado, al comando del suo possessore, di generare arti magiche appartenenti a una qualsiasi delle cinque alterazioni delle proprietà del chakra (fulmine, acqua, fuoco, terra o vento).[34]
  • L'orcio d'ambra (琥珀の浄瓶 Kohaku no Jōhei?): una grande giara che, a differenza della zucca rossa, per sigillare l'avversario basta che questi risponda al richiamo di chi detiene l'orcio. In tale oggetto fu sigillato dal terzo Raikage il Bue Ottacoda.[34]

Izuna Uchiha[modifica | modifica wikitesto]

Izuna Uchiha
Universo Naruto
Nome orig. イズナ うちは (Izuna Uchiha)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 386
  • Anime: Episodio shippuden 136
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Maschio
Data di nascita 10 febbraio[14]
Parenti
  • Tajima Uchiha (padre, deceduto)
  • Madara Uchiha (fratello maggiore, deceduto)

Izuna Uchiha (うちは イズナ Uchiha Izuna?) è un membro del clan Uchiha e fratello minore di Madara Uchiha. Insieme a quest'ultimo, Izuna è stato il primo ninja a sviluppare lo Sharingan ipnotico[70]. Izuna fu uno dei cinque figli di Tajima Uchiha e affrontò numerose volte in combattimento i membri del clan Senju.[71] Divenuto adulto, Izuna fu il primo tra gli Uchiha, assieme a suo fratello, a sviluppare lo Sharingan ipnotico. Con il passare del tempo, grazie a questa sua abilità oculare, riuscì ad accrescere fama e influenza del clan e continuò a combattere al fianco del fratello.[70] Morì in uno scontro con Tobirama Senju, donando in punto di morte gli occhi al fratello.[71][70][72]

Lo Sharingan Ipnotico di Izuna Uchiha


Daimyo del Paese del Fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Daimyo del Paese del Fuoco
Universo Naruto
Nome orig. 火の国大名 (Hi no Kuni Daimyō)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
Voce orig. Yoshiyuki Kaneko
Sesso Maschio
Parenti
  • Madam Shijimi (moglie)
  • Naho (parente)[73]

Daimyo del Paese del Fuoco (火の国大名, Hi no Kuni Daimyō) è il governatore del Paese del Fuoco. Ha dimostrato più volte di avere una certa preferenza per Jiraiya come Hokage.[42] Dopo l'attacco di Pain è costretto a decidere il nuovo Hokage che sostituirà Tsunade. In questa occasione, nonostante inizialmente sia in favore di Kakashi come nuovo Hokage, decide di dare fiducia a Danzo Shimura, nominandolo Sesto Hokage.[42] Riappare mentre si appresta a nominare Kakashi come Hokage, venendo fermato in quanto Tsunade si risveglia dal coma.[36] Successivamente, insieme agli altri daimyo, decide di approvare l'alleanza shinobi.[36]

Fuu[modifica | modifica wikitesto]

Fuu
Universo Naruto
Nome orig. フウ (Fū)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Copertina capitolo 420
  • Anime: Episodio Shippuden 205
Editore it. Panini comics - Planet Manga
Sesso Femmina

Fuu (フウ ?) era una ninja del Villaggio della Cascata ed è stata la forza portante dell'Insetto a Sette Code.[33] Fuu indossava una clip nei suoi capelli verdi e aveva gli occhi marroni.[33] Il suo equipaggiamento ninja consisteva in una camicia bianca alta, bracciali bianchi, e una cintura a rete e il coprifronte del Villaggio della Cascata. Viene uccisa quando gli viene estratto il demone da parte dell'Organizzazione Alba.[33] Viene resuscitata da Kabuto per la quarta grande guerra ninja, scontrandosi con Naruto e Killer Bee. Torna nell'aldilà dopo che la Tecnica della Resurrezione verrà annullata dallo stesso Kabuto. Ha la capacità di espellere dalla bocca della polvere luminosa in grado di accecare l'avversario.

Mifune[modifica | modifica wikitesto]

Mifune
Universo Naruto
Nome orig. ミフネ (Mifune)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. * Manga: Capitolo 456
  • Anime: Episodio Shippuden 199
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Voce orig. Katsumi Chou
Voce italiana Giovanni Battezzato
Sesso Maschio

Mifune (ミフネ?) è il generale dei samurai del Paese del Ferro, oltre che moderatore del summit dei Kage. Indossa sempre un turbante che nasconde una ferita infertagli da Hanzo quando era giovane[34]. Mifune è un uomo calmo, intelligente, umile e riflessivo i cui ideali si basano fortemente sul concetto di armonia. Da giovane era molto tenace e difficilmente arriva ad arrendersi di fronte ai nemici. Dimostra in alcune occasioni di avere a cuore i suoi compagni samurai, come dimostra nello scontro con Hanzo la Salamandra. Si dimostra anche un uomo molto saggio e ha una certa abilità nel riportare alla ragione altre persone, come succede durante il summit con il Raikage e durante lo scontro con Hanzo.

Quando era giovane, Mifune affrontò in combattimento Hanzo, ma venne ferito e avvelenato alla testa dalla lama avversaria.[34] Nonostante ciò, Hanzo decise di risparmiarlo, sorpreso dalle virtù morali del giovane.[34] Mifune ha l'incarico di moderare il summit dei Kage e di decidere il capo della Grande Alleanza tra le cinque grandi nazioni. In questa occasione viene controllato dallo Sharingan di Danzo, il quale ha intenzione di prendere il comando dell'alleanza[29], ma l'imbroglio viene scoperto e fermato da Ao. Dopo lo scioglimento dalla tecnica illusoria di Danzo, Mifune nomina il Raikage capo della grande alleanza e si allea con i paesi ninja per fermare l'Organizzazione Alba. Successivamente viene quindi decisa un'alleanza tra le cinque grandi nazioni ed i samurai del Paese del Ferro, per cui viene creato un unico grande esercito comune e gli viene assegnato il rango di comandante della quinta divisione.[7] Durante la guerra, Mifune interviene in aiuto della squadra d'assalto comandata da Kankuro ed affronta Hanzo la Salamandra.[34] Dopo un breve combattimento, riesce a sconfiggere l'ex-capo della Pioggia[34]. Infine si recherà sul campo di battaglia principale assieme al resto dell'alleanza ninja in aiuto di Kakashi, Gai, Naruto e Killer Bee che si trovano a fronteggiare Madara e Obito.

Mifune è un fortissimo spadaccino, possessore della spada chiamata Kurosawa. È conosciuto soprattutto per essere un abilissimo maestro nell'arte marziale giapponese conosciuta con il nome di iaidō, la tecnica di estrazione della spada, che gli offre una velocità impressionante, tanto da anticipare il nemico nel componimento dei sigilli e non permettergli di utilizzare una qualsiasi tecnica che necessiti la loro composizione.[34] Questo è il motivo per cui si dice che su di lui i ninjutsu non funzionino. Oltre a questo è in grado di trasmettere il chakra sulla sua spada[29] ed è immune al veleno di Hanzo, dal momento che i due si sono scontrati in passato.[34]

Sabu e Ponta[modifica | modifica wikitesto]

Sabu
Universo Naruto
Nome orig. サブ (Sabu)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app. *Manga: Capitolo 468
  • Anime: Episodio Shippuden 206
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Sesso Maschio

Sabu (サブ?) è il capo dei ninja cantanti folk.[74] Sabu è un uomo basso con la faccia quadrata, le rughe e folte sopracciglia, vestito con un classico kimono giapponese e viaggia insieme a un procione gigante di nome Ponta (ポン太?).[15] Insieme a Killer Bee partecipa allo scontro con Kisame, ma non riuscirà a fermare il membro di Alba. Alla fine viene salvato da Bee. In battaglia, Sabu utilizza l'ascia Yosaku, un'ascia gigante che solleva senza difficoltà.[15]. Conosce la tecnica del richiamo con cui può evocare il compagno.

Sia Sabu che Ponta si ispirano a due personaggi scartati da Kishimoto in favore di Zabuza e di Haku: Kintaro e l'orso Pochi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Il mondo dei doppiatori - Zona Animazione: Naruto su AntonioGenna.net.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u Il mondo di Naruto, vol 1
  3. ^ a b c d e f g h i Naruto vol. 4
  4. ^ a b c d e f Naruto vol. 11
  5. ^ a b Naruto vol. 13
  6. ^ a b c Naruto vol. 28
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Naruto vol. 55
  8. ^ Naruto vol. 24
  9. ^ Naruto vol. 12
  10. ^ a b c d e f g Naruto vol. 58,  cap. 547
  11. ^ a b c d e Naruto vol. 15
  12. ^ Naruto vol. 16
  13. ^ Naruto vol. 29
  14. ^ a b c d e f g h i Il mondo di Naruto, vol 3
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Naruto vol. 50
  16. ^ Naruto vol. 31
  17. ^ Il mondo di Naruto, vol 4
  18. ^ a b c d e Naruto vol. 30
  19. ^ Naruto Ep.17
  20. ^ a b c d e f Naruto vol. 35
  21. ^ a b Naruto vol. 3
  22. ^ a b Naruto Shippuden,  ep. 145
  23. ^ a b Naruto Shippuden,  ep. 147
  24. ^ a b Naruto Shippuden,  ep. 149
  25. ^ a b Naruto Shippuden,  ep. 151
  26. ^ a b c Naruto vol. 62
  27. ^ a b Naruto Shippuden,  ep. 144
  28. ^ Naruto Shippuden,  ep. 148
  29. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y Naruto vol. 49
  30. ^ Naruto vol. 59
  31. ^ Naruto vol. 36
  32. ^ Naruto Shippuden,  ep. 152
  33. ^ a b c d e f g h i j k l Naruto vol. 45
  34. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj Naruto vol. 56
  35. ^ a b c d Naruto vol. 57
  36. ^ a b c d e f g Naruto vol. 52
  37. ^ a b c d e f g Naruto vol. 39
  38. ^ a b c Naruto vol. 54
  39. ^ Naruto vol. 19
  40. ^ Naruto vol. 40
  41. ^ a b c d e Naruto vol. 41
  42. ^ a b c d e f g Naruto vol. 48
  43. ^ a b c Naruto vol. 5
  44. ^ a b c d Naruto vol. 8
  45. ^ a b Naruto vol. 7
  46. ^ a b c d Naruto vol. 6
  47. ^ Naruto Shippuden,  ep. 169
  48. ^ Naruto Shippuden,  ep. 173
  49. ^ a b c Naruto Shippuden,  ep. 92
  50. ^ Naruto Shippuden,  ep. 104
  51. ^ Naruto Shippuden,  ep. 111
  52. ^ Naruto Shippuden,  ep. 112
  53. ^ Naruto Shippuden,  ep. 89
  54. ^ Naruto Shippuden,  ep. 96
  55. ^ Naruto Shippuden,  ep. 105
  56. ^ Naruto Shippuden,  ep. 98
  57. ^ Naruto Shippuden,  ep. 97
  58. ^ a b c d e Naruto vol. 38
  59. ^ a b Naruto vol. 61
  60. ^ Naruto vol. 44
  61. ^ Naruto vol. 60
  62. ^ a b c Naruto vol. 51
  63. ^ a b "Naruto Shippuden", episodio 68
  64. ^ "Naruto Shippuden", episodio 62
  65. ^ "Naruto Shippuden", episodio 63
  66. ^ "Naruto Shippuden", episodio 71
  67. ^ "Naruto Shippuden", episodio 57
  68. ^ "Naruto Shippuden", episodio 71
  69. ^ "Naruto Shippuden", episodio 61
  70. ^ a b c Naruto, Vol. 42, cap. 386
  71. ^ a b Naruto, Vol. 65, cap. 624
  72. ^ Naruto, Vol. 43, cap. 399
  73. ^ "Naruto Shippuden", episodio 196
  74. ^ Naruto Shippuden,  ep. 206

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol.1 - Hiden Rin no Sho: Il Libro delle Sfide, Modena, Planet Manga, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol. 2 - Hiden Hyo no Sho: Il Libro del Ninja, Modena, Planet Manga, 2009.
  • Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol. 3 - Hiden To no Sho: Il Libro dei combattimenti, Modena, Planet Manga, 2010.
  • Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol. 4 - Hiden Sha no Sho: Il Libro dei guerrieri, Modena, Planet Manga, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto Shippuden.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 3, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 4, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 5, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 6, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 7, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 8, Panini Comics, 2003.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 11, Panini Comics, 2004.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 12, Panini Comics, 2004.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 13, Panini Comics, 2004.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 15, Panini Comics, 2004.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 16, Panini Comics, 2005.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 19, Panini Comics, 2004.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 24, Panini Comics, 2005.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 28, Panini Comics, 2006.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 29, Panini Comics, 2006.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 30, Panini Comics, 2006.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 31, Panini Comics, 2007.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 35, Panini Comics, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 36, Panini Comics, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 38, Panini Comics, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 39, Panini Comics, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 40, Panini Comics, 2008.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 41, Panini Comics, 2009.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 44, Panini Comics, 2009.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 45, Panini Comics, 2009.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 48, Panini Comics, 2010.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 49, Panini Comics, 2010.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 50, Panini Comics, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 51, Panini Comics, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 52, Panini Comics, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 54, Panini Comics, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 55, Panini Comics, 2011.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 56, Panini Comics, 2012.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 57, Panini Comics, 2012.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 59, Panini Comics, 2012.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 60, Panini Comics, 2012.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 61, Panini Comics, 2012.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 62, Panini Comics, 2013.
  • Masashi Kishimoto, Naruto, Volume 58, Viz Media, 2011, ISBN 4-08-870302-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Naruto Portale Naruto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Naruto