Ninì Grassia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ninì Grassia all'anagrafe Antonio Grassia (Aversa, 31 marzo 1944Castel Volturno, 28 febbraio 2010) è stato un regista, sceneggiatore e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maestro della sceneggiata, personaggio estroso, eclettico, geniale e bonario, ma artista dinamico fino all' eccesso, Ninì Grassia, nonostante la crisi del cinema italiano, è stato uno dei cineasti indipendenti che ha combattendo con più determinazione e fantasia per la sopravvivenza della nostra industria, e certo più contro la pigrizia di burocrati e esercenti nostrani, che contro "l'invadenza del prodotto hollywoodiano". Spontaneo e focoso come vuole la tradizione napoletana, risiedeva da anni a Roma, sposato da 25 anni dalla moglie Luciana ha avuto una figlia di nome Antonella laureata in Scienza della Comunicazione per continuare a pieno titolo la professione del padre.

Musicista, laureato in sociologia, dal 1967 studia all'Accademia Sperimentale di Cinematografia conseguendo il diploma in regia cinematografica e televisiva diplomandosi con ottimi voti. Nel 1971 inizia la pratica, quale assistente alla regia in alcune produzioni negli Studi RAI di Napoli. Il suo ingresso nel mondo dello spettacolo e` folgorante: suona il pianoforte in uno dei gruppi facenti parte del "Clan" di Adriano Celentano. Nel 1970 diviene il fondatore, a Napoli, del Mondial Piper dove scrittura i più noti complessi italiani e stranieri del momento. Organizza,sempre a Napoli, i concerti di gruppi musicali internazionali come i Black Sabbath, i Mungo Gerry, i Soft Machine, i Pooh, Claudio Baglioni e altri.

Per tutto questo, nel 1976, gli viene rilasciata dal Ministero del Turismo e dello Spettacolo nonché dalla Questura di Napoli la licenza di Agente Teatrale e Cinematografico che gli permetterà di operare fino al 1978 anno in cui interrompe l’attività per dedicarsi alla Regia Cinematografia. Si è occupato, tra l’altro, dell'organizzazione in qualità di Agente per la Campania del concorso Miss Italia dal 1971 al 1983. Dopo l'esordio nella regia cinematografica nel 1979 con La Pagella, una commedia sentimentale che ebbe un grande successo lanciando Marisa Laurito, incontra Nino D'Angelo al teatro Duemila, il tempio della sceneggiata napoletana: fu un "colpo di fulmine".

Come scrisse sul Patologo Alberto Castellano: "Avrebbe ritagliato per lui il personaggio di un novello Julien Sorel ruspante e naif. Il blend canoro-sentimentale e soft, carta vincente del nuovo corso postmeroliano, l'ha proiettato dal successo locale verso una inarrestabile escalation alla conquista del mercato italiano". Ninì Grassia si impone dunque come regista cinematografico di rilievo grazie ai primi tre film musicali e d'amore interpretati dal cantante Nino D'Angelo (Celebrità, L'Ave Maria e Lo Studente), mai cos' valorizzato nel talento interpretativo vocale: la trilogia ha uno strepitoso successo di pubblico che lo spinge a girare altri film con il Nino nazionale.

Nel corso del tempo Grassia è diventato un film-maker totale, producendo, dirigendo, sceneggiando e componendo le musiche dei suoi film, e ha ampliato il fraseggio espressivo, affrontando un "parco attori" sempre più impegnativo e rinnovate tematiche e generi; dalla commedia brillante e da spiaggia al giallo, al thriller al film per ragazzi, lavorando intensamente anche per il mercato estero (Medio Oriente, Asia, America Latina ed in particolare gli Stati Uniti dove dal 1992 vive e lavora a Los Angeles come regista e sceneggiatore per alcuni mesi all’anno essendo titolare di una società di produzione cinematografica con un proprio ufficio di rappresentanza). Ha scritto, realizzato e prodotto 43 film, 53 spot e 37 documentari attraverso le sue società tra cui la Ninì Grassia Communications con sede a Roma e Los Angeles.

Nel corso della sua carriera ha realizzato e prodotto 43 film (commedie brillanti e da spiaggia, gialli e thriller, musicali ed erotici, nonché film per ragazzi), 53 spot pubblicitari e 37 documentari, spesso componendo in prima persona le musiche. All'attività di regista ha affiancato quella di soggettista, sceneggiatore, montatore e produttore, in alcuni casi anche per altri registi. In varie pellicole appare anche come attore (ne: Lo studente - Il cantante e il campione - Il Latitante, del 1985). In almeno tre casi ha curato anche il montaggio (La puritana nel 1989, La Bambola nel 1991 e poi Come sinfonia nel 2003).

Il suoi film, che in Italia soprattutto al Sud sbancano i botteghini come da riscontri S.I.A.E., sono conosciuti in tutto il mondo specialmente nelle Comunità Italiane all’Estero in tempo reale. Forse è il regista più piratato del mondo, come lo definì il grande Robert Altaman. Lo ppettacolo e soprattutto il cinema sono stati la sua grande passione. È annoverato, tra i più bravi montatori cinematografici e lavorando circa 12 ore al giorno. Oltre a realizzare programmi televisivi per Rai Uno e Rai Due, Ninì Grassia riuscivaa produrre, scrivere e dirigere in media un film l’anno, sempre interpretati da noti attori del Cinema italiano e straniero.

È patron di diversi concorsi nazionali: “SOGNANDO HOLLYWOOD” – Obiettivo Cinema” giunto alla 8ª edizione -per la ricerca di volti e talenti nuovi per il Cinema e la Televisione. Un programma che viene ripreso e trasmesso da RAIUNO; “CANZONI D’AMORE“ rassegna Musicale dal titolo : un ritorno in mente per le “indimenticabili” canzoni che vengono presentate da noti cantanti del periodo in questione, viene ripreso e trasmesso da RAIDUE; “FESTIVAL DEL TALENTO” manifestazione dedicata a tutti i giovani talentuosi appartenenti alle varie categorie (danza – musica – canto – recitazione – cabaret) ripreso e trasmesso su Rai Due. Queste iniziative sono tutte patrocinate da: CINECITTA’ – A.N.I.C.A. – ISTTITUTO LUCE – RAITRADE - e da vari Settimanali del settore senza escludere Radio e TV Regionali. “MISS TERME” concorso nazionale di bellezza e talento che si svolge in tutti i centri termali d'Italia. “ LA RAGAZZA DEL CENTRO COMMERCIALE ” anche questo concorso di bellezza e talento al quale è abbinato la serie televisiva in 6 puntate dal titolo le ragazze del centro commerciale. Ninì Grassia in tutta la sua carriera ha realizzato e prodotto 43 film, 53 spot e 37 documentari. Oggi i suoi progetti come i concorsi nazionali e le produzioni dei film tuttora in lavorazione che stava curando personalmente verrannò portati avanti dalla figlia Antonella già affermata regista.

È morto due giorni dopo la presentazione delle liste elettorali alle Regionali 2010, figurando lui stesso tra i candidati consiglieri della regione Campania per il partito dell'UDC[1]. Nino D'Angelo, che con lui girò il suo primo film, Celebrità, appena appresa la notizia, ha ricordato a "dagospia": [senza fonte] [2]

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

La pagella, il primo film in assoluto diretto da Ninì Grassia, nel 1980 (con Mario Trevi, Marc Porel, Marisa Laurito e Beniamino Maggio).

Alcuni dei suoi film hanno lanciato al cinema cantautori napoletani, come Nino D'Angelo e Gigi D'Alessio. Con Nino D'Angelo, il regista ha girato cinque film: il primo è Celebrità del 1981. Tra i personaggi lanciati nel mondo del cinema: Marisa Laurito, Gino Rivieccio, Francesco Paolantoni, Roberto Farnesi, Barbara Chiappini e Karim Capuano. Ha fatto conoscere agli spettatori italiani le attrici Randi Ingerman e Lee Ann Beaman.

Ma è l’attore Saverio Vallone che Ninì Grassia dirige più spesso, in almeno otto film, nel periodo tra il 1985 e il 1995: Vacanze d'estate, Il fascino sottile del peccato, Una tenera follia, Provocazione fatale, Agenzia cinematografica e Una vita da sballo, fino agli ultimi, di genere erotico, con la partecipazione di pornostar, (Una grande voglia d'amore, con Rossana Di Pierro, nota come Rossana Doll, e Innamorata con Ramba, allora con il nome di Malù).

In un caso si è firmato come regista con il nome di Anthony Grey (nel film Agenzia cinematografica). Molte pellicole, come appare chiaro già nei titoli, sono di genere erotico e perciò vietate ai minori di 18 anni. Alcune hanno successo popolare, anche all'estero, tra gli emigranti Italiani. Altre, all'epoca dell’uscita, non vengono apprezzate dalla critica, e a volte neanche dal pubblico (con scarsi incassi nelle sale), ma saranno poi programmate dalle varie emittenti locali nelle ore notturne e commercializzate in versione DVD.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Accanto a quella di regista, l’attività prevalente è quella di produttore cinematografico. Già nel 1980 la Concorde Cinematografica di Michele Dello Iacono produce il film La pagella insieme allo stesso regista. Poi il produttore è lo stesso per Celebrità e “L'ave maria (L’Artista)”. Lo studente è prodotto da Giada Cinematografica, quindi Proposta Cinematografica produce L'ultima volta insieme.

O surdato 'nnammurato e Il motorino sono prodotti dalla Ninfea Cinematografica. Quindi Anthony Film International produce Il cantante e il campione e Una tenera follia, insieme allo stesso Ninì Grassia, il quale è anche il produttore del film Vacanze d'estate.

A partire dal 1987 opera la casa di produzione P.A.G. Film International, che produce le pellicole: Il fascino sottile del peccato; Via Lattea... la prima a destra, Una banda di matti in vacanza premio; La puritana, Sensazioni d'amore, Provocazione fatale, La Bambola, Fatalità, Una grande voglia d'amore; Il burattinaio; Cercasi successo disperatamente e Innamorata.

Ninì Grassia è in proprio il produttore dei film: Sensazioni d'amore, mentre, insieme a Eurofilm 91, produce Agenzia cinematografica. Nel periodo dal 1993 al 1995 lo stesso è il produttore esecutivo di film con diversi registi: John Coline, pseudonimo di Gianni Cozzolino, in Gatta alla pari e in Una vita da sballo (Eurofilm 91); La casa di produzione P.A.G. Film International (insieme allo stesso Ninì Grassia) produce la pellicola Attenti a noi due per la regia di Mariano Laurenti. La P.N.G. Film International è produttore dei due film con regia di Bruno Mattei in Omicidio al telefono (l’unica volta con pseudonimo Frank Klox) e Legittima vendetta (con pseudonimo Vincent Dawn).

Negli anni 1998 e 1999 le Produzioni Associate "Cinema e Televisione" (insieme allo stesso Ninì Grassia) sono la casa di produzione di: Annaré, T'amo e t'amerò, Italian gigolò e Cient'anne. Gli ultimi film hanno come casa di produzione: prima la Accademia Nazionale dello Spettacolo per Come sinfonia e poi Quality Sound - Q.S. Holding per: Il latitante. Dopo la morte, i suoi progetti come i concorsi nazionali e le produzioni dei film vengono portati avanti dalla figlia Antonella [4], regista. La moglie e la figlia hanno istituito il premio Nini Grassia.[3].

I cantanti dei suoi film[modifica | modifica wikitesto]

Sono almeno una decina i cantanti (tutti italiani e di sesso maschile) impegnati nei film diretti o prodotti da Grassia. Nel 1980 esce La pagella, tratto dalla canzone e dalla sceneggiata omonima di Mario Trevi 'A paggella del 1977. In questo film appare il cantante nel ruolo di Salvatore Fontana: pur essendo doppiato, tutte le canzoni sono dello stesso Trevi. Ma questo è anche l'ultimo film in cui compare il celebre Beniamino Maggio, nel ruolo di Antonio.

È poi il turno di Nino D'Angelo, che nel 1981 debutta nel cinema, con Celebrità nel ruolo di Pasqualino Capece; sarà poi semplicemente Nino in “L'ave maria (L’Artista)”, poi Nino Esposito in Lo studente e ancora Nino Santoro in Fatalità e – infine - Nino in Attenti a noi due per la regia di Mariano Laurenti. In tutto cinque film per un sodalizio che dura per 12 anni. Ed ecco Massimo Ranieri, nel ruolo di Paolo Antonelli in L'ultima volta insieme e poi Franco Cipriani nel ruolo del cantante Franco Esposito in O surdato 'nnammurato. Il motorino è, nel 1984, il film che impegna più cantanti: Mario Da Vinci nel ruolo di Mario, Sal Da Vinci nel ruolo di Sal e Nunzio Gallo nella parte di Corrado.

Lo stesso anno Marc Daimon è il giovane cantante de Il cantante e il campione. Poi Grassia abbandona il genere musicale e solo dopo dieci anni presenta il musicista Lino Patruno nel ruolo di Peter Castillo ne Il burattinaio. Un grande successo arriva con Gigi D'Alessio che interpreta sé stesso sia in Annaré (nel 1998), che in Cient'anne l’anno seguente, insieme con il celebre Mario Merola. Gli ultimi cantanti impegnati sono Luciano Caldore nel ruolo di Paolo Di Leo in T'amo e t'amerò e Tommy Riccio nel ruolo del cantante Tommy ne: Il latitante.

Location[modifica | modifica wikitesto]

Per i suoi film Grassia predilige la sua terra di origine. Alcune pellicole sono ambientate a Napoli: si va dalle scene girate nello Zoo e nella Villa Comunale per La pagella, al Parco della Rimembranza per Il motorino; dai tram, ripresi a piazza Nazionale, alla Riviera di Chiaia, in piazza Sannazzaro ed a Fuorigrotta ,poi in celebrita' stazione di aversa e dietro al carmine sempre ad aversa ,poi ne Il cantante e il campione alla classe di scuola per Una banda di matti in vacanza premio, fino a Il latitante.

In altri luoghi della Campania sono ambientati O surdato 'nnammurato (a Telese); la discoteca per Il cantante e il campione è il “Mytoy” di Giugliano, Vacanze d'estate è girato tra i paesi di Palinuro, Caprioli e Pisciotta, Cient'anne a Ischia, Lacco Ameno e Forio. Anche per Italian gigolò molte scene sono a Palinuro, mentre il film T'amo e t'amerò è girato in provincia di Salerno.

Fuori della terra partenopea, il regista ha ambientato i film in Puglia (la location è Putignano per La puritana ed il Salento per Omicidio al telefono per la regia di Bruno Mattei), in un Centro sciistico dell’Appennino (Una grande voglia d'amore), a Rimini (Attenti a noi due per la regia di Mariano Laurenti e Una vita da sballo per la regia di Gianni Cozzolino). Infine Sensazioni d'amore è girato in Piemonte. Restano due film ambientati in America: Il burattinaio, girato veramente a Miami, e Cercasi successo disperatamente a Los Angeles.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Grassia è vincitore del Leone d'oro alla carriera per la comunicazione: lo ha ricevuto al Palazzo del Cinema di Venezia il 15 dicembre 2008.[4]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Soggettista[modifica | modifica wikitesto]

Compositore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Movieplayer.it: "Addio al regista Ninì Grassia"
  2. ^ [1]
  3. ^ Vedasi: [2] sito ufficiale [3]
  4. ^ Si è spento il regista Ninì Grassia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]