Nikolaj Ivanovič Saltykov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Nikolaj Ivanovič Saltykov, di Johann Friedrich August Tishbeyn, 1780.

Principe Nikolaj Ivanovič Saltykov, (in russo: Николай Иванович Салтыков) (31 ottobre 173628 maggio 1816), è stato un generale russo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Suo padre fu il generale Ivan Alekseevič Saltykov, figlio di un cugino di secondo grado dell'imperatrice Anna I di Russia, mentre sua madre era la contessa Anastasija Petrovna Tolstoja.

Carriera militare[modifica | modifica sorgente]

Egli prese servizio a corte come membro del reggimento Semënovskij, nel quale prese stabilmente servizio a partire dal 1748.

Nel 1747, assieme al padre, partecipò alla marcia delle forze russe sul Reno. Nel corso della Guerra dei sette anni si distinse in molte battaglie contro le truppe prussiane. Dopo la vittoria a Kunersdorf su Federico II di Prussia, venne inviato a San Pietroburgo col compito di consegnare al Comandante in Capo il resoconto della vittoria ed in quella sede venne nominato colonnello.

Nel 1761, al comando di Pëtr Aleksandrovič Rumjancev-Zadunajskij, si batté nella presa di Kolberg (Kołobrzeg).

Lo Zar Pietro III di Russia nominò Saltykov al grado di maggiore generale. Nel 1763 egli ottenne il comando delle truppe presenti in Polonia e partecipò quindi alla Guerra russo-turca. Nel 1769 aiutò il Principe Aleksandr Michajlovič Golicyn nell'assedio e nell'occupazione di Chotyn, città nella quale le truppe russe entrarono il 10 settembre.

Per essersi distinto in questi scontri ottenne il grado di Generale-Luogotenente e l'onorificenza dell'Ordine di Aleksandr Nevskij, ma a causa della propria salute venne presto costretto a lasciare il campo di battaglia per potersi curare all'estero; durante questo tempo, passò tre anni in cui visitò l'Europa, toccando tappe importanti come Berlino e Parigi. Dopo essere tornato in Russia, il Generale ottenne dalla Zarina Caterina II di Russia il posto di Vice Presidente del Consiglio Militare di Russia. Simultaneamente, la stessa Zarina nominò Saltykov Hofmeister di corte. Divenuto tutore del Granduca Paolo, Saltykov visitò con lui nel 1776 Berlino, accompagnandolo poi tra 1781 ed il 1782 in un viaggio in Europa.

Il 24 novembre 1782, Caterina II onorò Saltykov dell'Ordine di Sant'Andrea e lo nominò senatore e membro del consiglio dell'alta corte. Negli anni successivi la Zarina incaricò Saltykov di svolgere stabilmente il ruolo di istitutore dei suoi nipoti, Alessandro e Costantino. Nel 1790, nei giorni della celebrazione della pace con la Svezia, Saltykov ottenne il titolo di Conte dell'Impero Russo e del possesso di 5000 contadini nei territori della polonia russa, ottenendo anche una pensione annua di 125 rubli.

Dopo l'ascesa al trono dello granduca Paolo, Saltykov venne promosso al rango di Feldmaresciallo Generale l'8 novembre 1796 e la designazione quale Presidente del Consiglio Militare di Stato.

Alessandro I durante i giorni della sua inconorazione, regalò al Feldmaresciallo un suo ritratto decorato con diamanti. Il nuovo Zar, rinunciando ad assumere la carica di Gran Maestro dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, nominò Saltykov Luogotenente dello stesso Ordine, carica che tenne fino al 1803.

Dall'inizio delle guerre napoleoniche, Saltykov venne incaricato di occuparsi dei rapporti militari, occupando anche la posizione di Capo di Stato in assenza di Alessandro I durante il suo periodo di guida dell'esercito russo (1813-1814). Al ritorno di questi a San Pietroburgo, venne elevato al grado di Principe dell'Impero Russo col titolo di Eccellenza.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il principe Saltykov con la moglie e i figli, di Johann Friedrich August Tishbeyn, 1782, Museo statale Ermitage.

Nel 1762 sposò Natal'ja Vladimirovna Dolgorukova (1736-1812), figlia del principe Vladimir Petrovič Dolgorukov. Ebbero tre figli:

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
Cavaliere dell'Ordine di Aleksandr Nevskij - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Aleksandr Nevskij
Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna
Cavaliere dell'Aquila Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Aquila Bianca
Cavaliere dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme
Predecessore Primo ministro della Federazione Russa Successore
Nikolaj Petrovič Rumjancev dal 1812 al 1816 Pëtr Vasil'evič Lopuchin
Predecessore Luogotenente dell'Ordine di Malta Successore Bandiera del Gran Maestro SMOM.jpg
Paolo I di Russia 1801 - 1803
de facto
Giovanni Battista Tommasi