Nik Novecento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nik Novecento

Nik Novecento, nome d'arte di Leonardo Sottani (Bologna, 19 febbraio 1964Roma, 15 ottobre 1987), è stato un attore italiano di cinema e televisione.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ebbe notorietà - poco prima di morire, ancora giovanissimo, a causa d'una grave malformazione cardiaca - oltre che per le interpretazioni cinematografiche, grazie alle assidue partecipazioni televisive al Maurizio Costanzo Show. Si considerava un attore «preso dalla strada». Nella sua breve carriera, Novecento ha interpretato film per lo più sotto la guida del regista Pupi Avati, di cui fu – assieme a Carlo Delle Piane – uno degli attori prediletti.

Nel biennio 1986-1987 si rivelò come un personaggio dello spettacolo destinato ad avere un grande avvenire, sicuramente di notevole presa popolare. Molti critici gli prefigurarono - sotto la guida del regista bolognese - un'ottima carriera nel mondo del cinema e della televisione. (Lo si poteva vedere in centro a Bologna, andava in giro salutando tutti e presentandosi: "Ciao, sono Nik e faccio l'attore".)

Sotto la guida di Avati, Nik partecipò anche alla trasmissione televisiva di intrattenimento in dodici puntate Hamburger Serenade assieme ad Alfiero Toppetti e Beatrice Macola. Lo spettacolo – prodotto per Rai 1 e ripreso dalla discoteca Bandiera gialla di Rimini – vinse il "Premio Totò per il miglior programma comico" del 1986.

Muore il 15 ottobre 1987 a soli 23 anni, per un improvviso malore causato da una grave malformazione del cuore[1].

Nell'ottobre 2009, il Maurizio Costanzo Show dedica ampia parte di una puntata in memoria dell'attore, in cui intervengono il regista Pupi Avati e la sorella Dalila.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Programmi TV[modifica | modifica sorgente]

Libri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Muore a 23 anni l'attore Nick Novecento Archiviolastampa.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]