Niente paura, c'è Alfred!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Niente paura, c'è Alfred!
serie TV cartone
I protagonisti della serie
I protagonisti della serie
Titolo orig. 小さなアヒルの大きな愛の物語 あひるのクワック
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Herman van Veen
Regia Hiroshi Saito
Musiche Herman van Veen
Rete TV Tokyo
1ª TV 19891991
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 25 min
Reti it. Italia 1 (1990-1991), Canale 5 (1991, repliche)
1ª TV it. 25 settembre 1990 – 6 gennaio 1991
Episodi it. 52 (completa)
Durata ep. it. 25'
Dialoghi it.
Studio dopp. it. Deneb Film
Direzione dopp. it. Guido Rutta
« Niente paura, niente paura!
C'è sempre un Alfred per ogni bambino! »
(dalla sigla cantata da Cristina D'Avena)

Niente paura, c'è Alfred! (小さなアヒルの大きな愛の物語 あひるのクワック Chiisana Ahiru no Aokina Ai no Monogatari Ahiru no Kwak?, "La grande storia d’amore di un piccolo papero: Kwak il papero") è un cartone animato per bambini creato nel 1989. Protagonista è Alfred, un simpatico papero giallo che indossa una sciarpa rossa. La serie venne inizialmente commissionata dalla VARA, basata su uno spettacolo teatrale di Herman van Veen, autore ed interprete anche della colonna sonora del cartone.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Alfred Jodocus Kwak è il primo di una nidiata di sette paperotti, che vivono con i genitori Johan e Anna in un gigantesco zoccolo nel paese di Acqualandia. La loro felicità è però messa in pericolo da Roccodrillo e Ippo, due uomini d'affari che vogliono distruggere il loro habitat per far posto ad un parco divertimenti. Enrico la Talpa, il migliore amico di Johan offre quindi la propria ospitalità alla famiglia di Alfred la quale però, durante il viaggio, viene travolta da una macchina mentre attraversa una strada sotto il diluvio. Su quell'auto c'erano proprio Roccodrillo ed Ippo, contro cui Alfred si troverà più volte a lottare nel corso della serie, pur non conoscendo la responsabilità dei due. Questo tragico evento è proprio l'elemento che caratterizza il cartone animato, che contrariamente alle altre serie televisive per bambini, tratta temi eccezionalmente maturi e a volte tristi. Alfred viene quindi adottato e cresciuto dalla talpa Enrico, con cui vive.

Tematiche[modifica | modifica sorgente]

Il cartone inoltre è degno di nota anche per i temi politici che tocca. Alfred infatti combatte contro un dittatore nazista, ospita una famiglia di papere nere fuggite dal Sudafrica (in cui il potere era detenuto da oche bianche), salva le balene dai cacciatori e dirige la trasformazione del suo paese da una monarchia assoluta ad una costituzionale. Tali temi sono lontani dai tipici cartoni per bambini e costituiscono gran parte delle peculiarità del cartone. Gli altri episodi hanno fatto satira dell'amore giapponese per il golf e criticato paesi con alte discriminazioni economiche tra nord e sud.

Inoltre il cartone è inusuale per la sottigliezza della sua narrativa a lungo termine. In molti cartoni per bambini i personaggi non invecchiano. In Alfred, si vede la crescita di molti personaggi da bambini ad adulti durante lo svolgimento della serie. È particolarmente impressionante nel personaggio di Pungolo. All'inizio un semplice alunno discolo, poi si vede come la sua cattiveria progredisce fermamente, al punto da trasformarlo in un dittatore.

Sigla italiana[modifica | modifica sorgente]

La sigla italiana dal titolo "Niente paura, c'è Alfred! è stata incisa da Cristina D'Avena.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

L'elenco delle nazioni principali in cui è stato trasmesso:

Nazione Titolo Canale Prima TV
Regno Unito Alfred Jodocus Kwak Channel 4 [[]]
Stati Uniti Little Duck's Big Love Story [[]] [[]]
Paesi Bassi Alfred Jodocus Kwak VARA 1989
Polonia Alfred Jonatan Kwak [[]] [[]]
Russia Приключения Альфреда Квака (Priklyuchenia Alfreda Kwaka) [[]] [[]]
Danimarca Rasmus Rap [[]] [[]]
Arabia Saudita آلفرد كواك (Alfred Kuwak) [[]] [[]]
Germania Alfred Jodocus Kwak ZDF 1989
Giappone あひるのクワック (Ahiru no Kuwakku) TV Tokyo [[]]
Israele שאלתיאל קוואק (Sha'al'ti'el Quack) IBA1 [[]]
Italia Niente paura c'è Alfred! Italia 1 e Canale 5 (Fininvest) 1990
Norvegia Alfred Andreas Kvakk NRK [[]]
Svezia Alfred Jeremias Kvack SVT, SR, TV4 [[]]
Finlandia Alfred Jodocus Kwak YLE 1991
Ungheria Alfréd a kacsa [[]] [[]]
Spagna Alfred J. Kwak TVE [[]]

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Alfred J. Kwak è un papero, che da piccolo viveva in un gigante zoccolo con la sua famiglia, ed in seguito vive con il padre adottivo Enrico in una casa a forma di zoccolo; benché passi attraverso molti fatti tristi la sua canzone preferita è Oggi sono così felice; doppiato da Megumi Hayashibara (Giappone) e Davide Garbolino (Italia)
  • Enrico è una talpa, ed ha cresciuto Alfred dopo la morte della sua famiglia; doppiato da Kenichi Ogata (Giappone) e Antonio Paiola (Italia)
  • Pungolo Dolf è il nemico di Alfred, ed è il capo del Partito dei Corvi. È una figura bruta interessata solamente al potere; seppure indossi un'uniforme napoleonica, Dolf è chiaramente l'immagine di Adolf Hitler[1].doppiato da Mario Scarabelli (Italia)
  • Roccodrillo è un coccodrillo, un tipo d'affare e primo nemico di Alfred; doppiato da Sergio Romanò (Italia)
  • Ippo è un ippopotamo, un tipo d'affare e alleato di Roccodrillo;
  • Winnie è una papera nera fidanzata con Alfred; doppiata da Alessandra Karpoff (Italia)
  • Professore Buffon è un orso polare con accento tedesco, nonché docente universitario interdisciplinare;
  • Capitano Stubble: doppiato da Paolo Marchese (Italia)
  • Ollie (Ottavio) è una cicogna, e il più intimo compagno di scuola di Alfred; studia per diventare un avvocato e, più tardi, dopo la sconfitta di Dolf, il primo presidente eletto democraticamente di Acqualandia; doppiato da Marco Balzarotti (Italia)
  • Rebecca è una gazza, un altro amico di Alfred dai tempi della scuola; è incline a rubare oggetti luccicanti, caratteristica che spesso secca il suo amico; doppiata da Veronica Pivetti (Italia)
  • Francesco Ferdinando è un leone, ed è il re di Acqualandia; è stato così chiamato come la reale figura storica di Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este; doppiato da Pietro Ubaldi (Italia)
  • Lispel è un sinistro polpo che lavora come spia per il sindaco della città, e parla con la erre moscia.
  • Harry

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Prima Serie[modifica | modifica sorgente]

  1. La nascita di Alfred
  2. Il primo compleanno di Alfred
  3. Il rubino del re
  4. Mio Padre Henk
  5. Il segreto di Pungolo
  6. La gara
  7. Gli scout del mare parte 1
  8. Gli scout del mare parte 2 (A vele spiegate)
  9. Una strana bottiglia
  10. Il tappeto volante
  11. Il circo
  12. La regina degli scacchi
  13. Il furto della corona
  14. Salviamo le aringhe
  15. Colpita e affondata
  16. In cerca delle balene
  17. Amici dello spazio
  18. La croce del sud
  19. La sconfitta di Roccodrillo
  20. La siccità
  21. Il prestito del re
  22. Pungolo è giustizia
  23. Fuga dal partito dei corvi
  24. Imperatore Pungolo Primo
  25. Il declino e la caduta dell'impero di Pungolo
  26. L'adorabile uomo delle nevi

Seconda Serie[modifica | modifica sorgente]

  1. Amore a prima vista
  2. Il regalo del re
  3. La missione in Sud Africa
  4. Vacanze movimentate
  5. Una missione pericolosa
  6. I Dodo
  7. Mezzogiorno di fuoco
  8. La medicina egiziana
  9. In trappola nel labirinto
  10. Il grande concerto
  11. Il viaggio a Salem
  12. L'amore trionfa
  13. Alfred fa da babysitter
  14. Piramidi in pericolo
  15. L'eruzione del vulcano
  16. Salviamo il drago
  17. Le elezioni
  18. Affari sporchi
  19. La strana epidemia
  20. Viaggio sulla Luna
  21. Il violino magico
  22. Il golf
  23. La leggenda dell'arcobaleno
  24. La coppa d'oro
  25. Motori e aria pulita
  26. L'ultima sfida di Pungolo

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dolf, diminutivo di Adolf, era un popolare soprannome per le persone che supportavano il Partito Nazista durante la seconda guerra mondiale. Nella versione tedesca Dolf è chiamato "Kra"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti