Nicolas Trigault

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicolas Trigault in costume cinese, disegno di Pieter Paul Rubens.

Nicolas Trigault (Douai, 3 marzo 1577Hantcheu, 14 novembre 1628) è stato un gesuita, missionario e letterato francese.

La sua attività si è sviluppata sulla scia dell'apostolato di Matteo Ricci. Grazie al Trigault, i diari di viaggio di Matteo Ricci furono tradotti in lingua latina e restarono, per tre secoli, il maggiore veicolo per la conoscenza della Cina dei Ming in Occidente.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato nella Compagnia di Gesù a Tournai e perfezionatosi negli studi – per cui era molto portato – a Lilla e Gand, nel febbraio del 1607 da Lisbona si imbarcò, nonostante la salute cagionevole, per l’India. Dopo un lungo soggiorno a Goa, nel dicembre 1610 riuscì ad entrare, al seguito di mercanti portoghesi, a Canton. Da qui ebbe inizio una febbrile attività missionaria in Cina, di cui si può ricordare la fondazione di una nuova residenza ad Hangzhou, e, a Nanchino, un intenso lavoro di traduzione in lingua mandarina di opere scientifiche e religiose provenienti dall’Europa.

Nell’agosto del 1612 ricevette ordine da Niccolò Longobardi, diretto successore del Ricci, di recarsi, come primo procuratore della missione, a Roma, per risolvere importanti questioni legate alla liturgia, ottenere uno status autonomo rispetto all’appena costituita provincia del Giappone, sollecitare nuovi invii di religiosi e garantirsi appoggi finanziari. Trigault raggiunse Macao all’inizio del 1613, da dove partì per Goa. Durante la navigazione diede inizio alla traduzione in latino dei Commentarii di Ricci; nell’autunno del 1614 giunse infine a Roma. Nel 1615 il Santo Uffizio – in due congregazioni generali presiedute dal Papa Paolo V, concesse ai missionari attivi in Cina di celebrare la messa a capo coperto, di tradurre in lingua mandarina le Sacre Scritture e di usare la stessa negli uffici divini.

Prima di intraprendere un viaggio presso le corti europee, pubblicò il De Christiana Expeditione apud Sinas suscepta ab Societate Iesu, ovvero la traduzione latina dell’opera manoscritta di Matteo Ricci Della entrata della Compagnia di Giesù e Christianità nella Cina, ovvero il resoconto, sotto forma di narrazione in terza persona, dell’attività missionaria svolta dal missionario italiano l’arrivo a Macao, nel 1582, al 1609, anno che ne precedette la morte a Pechino. Il successo del De Christiana Expeditione, edito ad Augusta nell’autunno del 1615 a nome del traduttore, fu immediato: si contano edizioni in latino, in francese, in tedesco, in spagnolo, in italiano. L’originale venne adattato in alcuni punti, per sottolineare ulteriormente la moralità e la bontà dei governanti e dei mandarini cinesi: esso restò per tre secoli, sino alla scoperta dell'originale ricciano da parte di Padre Tacchi Venturi (1909), la maggiore testimonianza dell'opera di Matteo Ricci.

Nel 1618 il Trigault si imbarcò nuovamente da Lisbona per la Cina, dove proseguì l'opera di catechizzazione e di divulgazione della religione cristiana e della cultura europea sino al 14 novembre 1628, giorno della sua morte ad Hantcheu.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Vita Gasparis Barzaei, Antuerpiae 1610
  • De Christiana Expeditione apud Sinas suscepta ab Societate Iesu, Augusta 1615

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • C. Dehaisnes, Vie du Père Nicolas Trigault, Tournai 1861
  • P.M. D’Elia, Daniele Bartoli e Nicola Trigault, «Rivista Storica Italiana», s. V, III, 1938, 77-92
  • G.H. Dunne, Generation of Giants, Notre Dame (Indiana), 1962, 162-182
  • L. Fezzi, Osservazioni sul De Christiana Expeditione apud Sinas Suscepta ab Societate Iesu di Nicolas Trigault, «Rivista di Storia e Letteratura Religiosa» 1999, 541-566
  • T.N. Foss, Nicholas Trigault, S.J. – Amanuensis or Propagandist? The Rôle of the Editor of Della entrata della Compagnia di Giesù e Christianità nella Cina, in Lo Kuang(a cura di), International Symposium on Chinese-Western Cultural Interchange in Commemoration of the 400th Anniversary of the Arrival of Matteo Ricci, S.J. in China. Taipei, Taiwan, Republic of China. September 11-16, 1983, II, Taipei, 1983, 1-94
  • J. Gernet, Della Entrata della Compagnia di Giesù e Cristianità nella Cina de Matteo Ricci (1609) et les remaniements de sa traduction latine (1615), «Académie des Inscriptions & Belles Lettres. Comptes Rendus» 2003, 61-84
  • E. Lamalle, La propagande du P. Nicolas Trigault en faveur des missions de Chine (1616), «Archivum Historicum Societatis Iesu», IX, 1940, 49-120

Controllo di autorità VIAF: 2477678 LCCN: n81005149