Nicola Rodigari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Rodigari
Nicola Rodigari 2006.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 166 cm
Peso 54 kg
Short track Short track speed skating pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Gruppo Sportivo Forestale
Carriera
Giovanili
ASD Bormio Ghiaccio
Palmarès
Olimpiadi 0 1 0
Mondiali 0 0 3
Mondiali a squadre 0 0 3
Europei 20 10 8
Totale 20 11 14
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 16 ottobre 2009

Nicola Rodigari (Tirano, 7 novembre 1981) è un pattinatore di short track italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente tesserato per la società ASD Bormio Ghiaccio, entra nel giro della nazionale nel 1998. Nel 2008 entra a far parte del Gruppo Sportivo Forestale.

Nel 2002, poco prima della Olimpiade di Salt Lake City, si infortuna seriamente in allenamento; recupera e partecipa ai Giochi ma senza grandi risultati nell'individuale. Centra invece l'argento nella staffetta 5000m con Michele Antonioli, Maurizio Carnino, Fabio Carta e Nicola Franceschina una medaglia che non riuscirà a ripetere ai Giochi di Torino, quattro anni più tardi.

Nel 2004, in squadra con Fabio Carta, Roberto Serra e Nicola Franceschina, ha vinto la medaglia di bronzo nella staffetta 5000 metri ai campionati mondiali di Göteborg, in Svezia.

In carriera vanta quattro successi nei Campionati europei di short track nella specialità overall (16 i successi in totale), l'ultimo conquistato a Torino, in Italia, il 18 gennaio 2009. Anche suo fratello, Simone Rodigari, ha fatto parte della nazionale italiana.

Nel 2010 ha rappresentato l'Italia ai Giochi olimpici di Vancouver. Ha gareggiato nella staffetta 5000 metri, con i compagni di nazionale Nicolas Bean, Yuri Confortola e Claudio Rinaldi, dove è stato eliminato in semifinale per squalifica, dopo una caduta che ha danneggiato la squadra francese.[1]

Nei 1500 metri è arrivato sino alla finale B, dove ha concluso con l'ottavo posto. In semifinale con 2'11"402 aveva concluso al quarto posto, dietro al sudcoreano Lee Jung-Su (2'10"949), allo statunitense Apolo Ohno (2'11"072) e al canadese Charles Hamelin (2'11"225).

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giochi olimpici invernali[modifica | modifica sorgente]

Campionati mondiali di short track[modifica | modifica sorgente]

  • Bronzo Bronzo (2004 in staffetta)
  • Bronzo Bronzo (2004 in staffetta)
  • Bronzo Bronzo (2007 1500 m)

Campionati mondiali di short track a squadre[modifica | modifica sorgente]

  • Bronzo Bronzo (1998)
  • Bronzo Bronzo (2000)
  • Bronzo Bronzo (2007)

Campionati europei di short track[modifica | modifica sorgente]

  • 1999: Oro
  • 2001: -
  • 2001: Argento Bronzo
  • 2002: Oro Argento Bronzo
  • 2003: Oro
  • 2004: Oro Oro Argento
  • 2005: -
  • 2006: Oro Oro Oro Oro Argento
  • 2007: Oro Oro Oro Oro Argento
  • 2008: Oro Argento Argento Bronzo
  • 2009: Oro Oro Oro Argento Argento

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 26 aprile 2002. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sorpresa short track. Bronzo alla Fontana in la Repubblica, 18 febbraio 2010. URL consultato il 18 febbraio 2010.
  2. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Nicola Rodigari. URL consultato il 10 aprile 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]