Nicola Di Pinto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Di Pinto

Nicola Di Pinto (Napoli, 12 giugno 1947[1]) è un attore teatrale, attore cinematografico e attore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È un attore caratterista Italiano; napoletano verace, Nicola Di Pinto inizia a recitare in teatro nella seconda metà degli anni sessanta, il successo ottenuto sui palcoscenici richiama a sé anche l'attenzione del cinema e della televisione, il quale debutta intorno alla seconda metà degli anni settanta.

Nonostante la bravura mossa già dalle prime apparizioni, maggiore notorietà però arriva solo dopo l'incontro con il regista Giuseppe Tornatore in cui gli propone il ruolo di Alfredo Canale in Il camorrista, da quel momento la carriera di Nicola Di Pinto è stata in continua ascesa, alternandosi sempre tra film e sceneggiati televisivi, senza abbandonare mai il teatro.

Attore preferito da Giuseppe Tornatore, Nicola Di Pinto è stato diretto dal regista siciliano in quasi tutti i suoi film successivi fino alla metà degli anni duemila.

Nel 1998, rimane significativa la sua presenza come guest-star in un episodio de Il maresciallo Rocca 2 (Enigma finale) in cui interpreta il ruolo dell'ambiguo e pericoloso professor Aleppi; tale ruolo rimane importante anche in alcuni episodi successivi della stessa serie perché influenza in modo determinante parte della famiglia del protagonista fino addirittura a essere quasi una presenza "fantasma" nell'ultimo episodio della quinta stagione (Il male ritorna, 2005) in cui Nicola Di Pinto appare in flash-back riprendendo l'episodio del 1998.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Nicola Di Pinto (a sinistra) con Franco Trevisi in Il caso Moro di Giuseppe Ferrara (1986)

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • 2008 Filumena Marturano di Eduardo de Filippo regia di Luca De Filippo
  • 2007 Come si rapina una banca di Samy Fayad regia di Antonio Ferrante
  • 2007 Bene e male di: Girolamo Marzano regia di G.Marzano Genere: Musical
  • 2006 Mal’aria di: Bruno Garofalo e Karima A. Campanelli regia di: Bruno Garofalo; Genere: Musical
  • 2005 Prego signora, si spogli!, La Compagnia Laboratori Flegrei; di Rosario Imparato; regia di Antonio Ferrante
  • 2002 Pulcinella Compagnia Gli Ipocriti; di Manlio Santarelli; Regia di Maurizio Scaparro
  • 2002 La bisbetica domata di William Shakespeare; Regia di Alessandro Capone
  • 2001 Ferdinando di Annibale Ruccello; Regia: Mario Missiroli;
  • 2000 Natale in casa Cupiello di Eduardo De Filippo; Regia di Carlo Giuffrè;
  • 1996/1997 L’amico del cuore di Vincenzo Salemme; Regia: Vincenzo Salemme
  • 1998 L’astrologo, Compagnia Ente Teatro Cronaca di Mico Galdieri; di: G. B. Della Porta; Regia di: Mico Galdieri
  • 1995/1996 Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo; Regia di Luca De Filippo
  • 1995/1996 Penziere mieje di Eduardo De Filippo; Con Luca De Filippo, Angela Pagano, Nicola di Pinto
  • 1994/1995 Il contratto di Eduardo De Filippo; Regia di Luca De Filippo
  • 1994/1995 Borderò, La Compagnia della Luna. Scritto da: Vincenzo Cerami;
  • 1994/1995 Sogno di una notte di mezza estate di: William Shakespeare; Regia di Tato Russo
  • 1992 Le bugie con le gambe lunghe di: Eduardo De Filippo; Regia di Giancarlo Sepe
  • 1990 Scorzetta di limone, La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo; di: Gino Rocca; Regia di E. De Filippo
  • 1989 Aida di Antonio Petito; Regia di Armando Pugliese
  • 1989 L'ispettore generale di: Nikolaj Gogol; Regia di: Roberto Guicciardini
  • 1988/1989 La palla al piede di Georges Feydeau; Regia di Armando Pugliese
  • 1987/1988 Fatto di cronaca, Cooperativa Teatrale Gli Ipocriti; di Raffaele Viviani; Regia di Maurizio Scaparro
  • 1986/1987 Come finì don Ferdinando Ruoppolo di: Luigi De Filippo; Regia di: Luigi De Filippo;
  • 1985 L’imbroglione onesto Compagnia di Nino Taranto; di: Raffaele Viviani; Regia di: Gennaro Magliulo;
  • 1984 L'amore delle tre melarance, La Compagnia di Teatro Pupi & Fresedde; Regia di: Angelo Savelli;
  • 1983 La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht; Regia di Giancarlo Sepe;
  • 1983 Lo sconosciuto di nome Isabella, La Compagnia di Teatro Pupi & Fresedde, Regia di: Angelo Savelli
  • 1980/1981 La donna è mobile, La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, di: Vincenzo Scarpetta; Regia di Eduardo De Filippo
  • 1980/1981 Il convitato di pietra ovvero Don Giovanni e il suo servo Pulcinella, La Compagnia di Teatro Pupi & Fresedde di: J.B.P. Molière; Regia di: Angelo Savelli
  • 1978 Nota’ Pettolone, Compagnia Ente Teatro Cronaca di Mico Galdieri; di: Pietro Trinchera; Regia di: Mico Galdieri
  • 1977 I vermi, ovvero malavita napoletana di: Mastriani; Regia di: Armando Pugliese
  • 1977 Circo equestre Sgueglia di: Raffaele Viviani; Regia di: A. Pugliese
  • 1976/1977 Troilo e Cressida di: William Shakespeare; Regia di: Roberto Guicciardini;
  • 1977 La gnoccolara, Compagnia Ente Teatro Cronaca di Mico Galdieri, di: Pietro Trinchera; Regia di: Mico Galdieri
  • 1975/1976 Masaniello di: Elvio Porta e Armando Pugliese; Regia di: A. Pugliese
  • 1971 Annella di Porta Capuana, Compagnia Stabile Napoletana Luisa Conte; Regia di: Gennaro Magliulo;
  • Dolore sotto chiave di: Eduardo De Filippo; Regia di Eduardo De Filippo
  • Socrate immaginario di Ferdinando Galiani; Regia di Tato Russo
  • Socrate immaginario di Ferdinando Galiani; Regia di Armando Bandini
  • La dodicesima notte di: William Shakespeare; Regia di: Armando Pugliese
  • Vado per vedove, Compagnia di Nino Taranto; di: G. Marotta; Regia di: G. Magliulo
  • L’imbroglione della scala C, Compagnia di Nino Taranto; Regia di: G. Magliulo
  • Il settimo si riposò, Compagnia di Nino Taranto; di: Fayad Samy; Regia di: Gennaro Magliulo;
  • Il papocchio, Compagnia di Nino Taranto; di: Fayad Samy; Regia di Gennaro Magliulo
  • L’astrologo, Compagnia di Nino Taranto; di: Scarnicci e Tarabusi; Regia di Gennaro Magliulo
  • Caviale e lenticchie, Compagnia di Nino Taranto, di: Scarnicci e Tarabusi; Regia di Gennaro Magliulo;
  • 1967 Napoli notte e giorno di: Raffaele Viviani; Regia di Giuseppe Patroni Griffi

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Un riconoscimento di merito alla carriera di attore gli è stato conferito dall'Accademia di Musica "W. A. Mozart" di Taranto, nel febbraio 2005

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Notizia dal sito di "MyMovies.it"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]