Niccolò Fabi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niccolò Fabi
Niccolò Fabi alla chitarra
Niccolò Fabi alla chitarra
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Funk
Periodo di attività 1995 – in attività
Etichetta Universal Music
Album pubblicati 8
Studio 7
Live 0
Raccolte 1
Sito web

Niccolò Fabi (Roma, 16 maggio 1968) è un cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Roma nel 1968. È laureato in filologia romanza, con una tesi sulla codicologia, valutata con il massimo dei voti. Giovanissimo ha iniziato a lavorare come assistente al palco, nel tour del 1986 di Alberto Fortis. Frequenta l'ambiente musicale grazie al padre, Claudio Fabi, noto produttore discografico degli anni settanta. È stato batterista nei "Fall out", cover band che proponeva solo pezzi dei Police. Grazie alle esibizioni dal vivo nei vari locali romani, ha modo di conoscere Daniele Silvestri, Max Gazzè, Federico Zampaglione e Riccardo Sinigallia; è grazie a quest'ultimo, che ha portato dei demo a vari case discografiche, che Niccolò ottiene un contratto con la Virgin.

Il successo del suo primo singolo Dica (1996) gli apre la strada del Festival di Sanremo del 1997 dove vince il Premio della Critica nella Categoria Nuove Proposte con Capelli. Poco dopo esce il suo primo album Il giardiniere. L'anno dopo è di nuovo al Festival con Lasciarsi un giorno a Roma seguito dall'album Niccolò Fabi. Incide con l'amico Max Gazzè il brano Vento d'estate, che vince Un disco per l'estate.

Oltre a Lasciarsi un giorno a Roma e Vento d'estate, il CD contiene Il male minore, cover in italiano di Barely breathing di Duncan Sheik, e la collaborazione con Frankie HI-NRG MC su Immobile, sulla base prodotta dal DJ e beatmaker Ice One (attualmente DJ Sensei) e dalla produttrice Julie P (attualmente leader del gruppo Sound Factory). Nel 2000 esce Sereno ad ovest, trainato dal singolo Se fossi Marco. L'anno successivo esce nei paesi di lingua spagnola una sua raccolta con alcuni brani dei precedenti album cantati in spagnolo come Si fuera, Viento del norte e Dejarse en Roma.

Nel 2003 esce La cura del tempo che contiene le canzoni È non è, Il negozio d'antiquariato e Offeso in duetto con Fiorella Mannoia. Nel 2004 prende parte a Lampedusa alla seconda edizione del Festival O' Scià, chiamato da Claudio Baglioni a duettare con lui. Nel 2005 partecipa all'album La fantastica storia del pifferaio magico di Edoardo Bennato interpretando il brano Non è amore.

Nel 2006 esce Novo Mesto, che contiene i singoli Costruire, Oriente ed Evaporare. Questo stesso anno parteciperà a Sanremo come ospite degli Zero Assoluto nella serata dei duetti per la rivisitazione di Svegliarsi la mattina. Inoltre questo stesso anno non parteciperà al Festivalbar prendendo parte invece il 18 maggio a MusicAfrica, un concerto che unisce divertimento a impegno sociale in favore della campagna di solidarietà Roma Maputo Andata e Ritorno, organizzata dalla Cooperativa Sociale Armadilla e da Kanimambo Onlus.

Il 3 novembre 2006 pubblica la sua prima raccolta dal titolo Dischi volanti 1996-2006, che esce in due versioni, un doppio cd che contiene i migliori brani di 10 anni di carriera e tre inediti, e un'edizione a tiratura limitata che contiene i due cd, un DVD con alcuni video clip e versioni live di alcune canzoni. L'uscita della raccolta viene anticipata dal singolo Milioni di giorni. Successivamente alla pubblicazione della raccolta Fabi intraprende il "Dischi volanti tour" 21 date nell'intimità dei club sparsi per l'Italia.

Nel febbraio del 2007 pubblica un album per il mercato spagnolo che raccoglie i brani, in versione spagnola, tratti dai suoi precedenti lavori La cura del tempo e Novo Mesto. Tra i singoli estratti, Es no es (versione spagnola di È non è) e Ponerse alas (Mettere le ali). Nel novembre del 2008 pubblica un'opera per certi versi lontana dai suoi classici binari, Violenza 124, risultato derivato dalla commistione di sette differenti realtà musicali, dai Mokadelic a Boosta, passando per Roberto Angelini.

Nella primavera del 2007, partecipa al Progetto per il Darfur in Sudan, nel quale è coinvolto in numerosi concerti e come testimonial del Salam International Hospital di Emergency. Il 21 aprile 2009 partecipa insieme ad altri 55 artisti italiani alla registrazione del brano Domani 21/04.2009, scritta da Mauro Pagani e ripubblicata in favore della ricostruzione e del restauro del conservatorio Alfredo Casella e della sede del Teatro Stabile d'Abruzzo de L'Aquila.

Il 29 maggio 2009 pubblica il sesto album in studio, Solo un uomo, anticipato dall'omonimo singolo. Il 3 luglio 2010 una terribile disgrazia colpisce la sua vita privata: la figlia Olivia, di 22 mesi, muore per una meningite fulminante all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma[1]. In sua memoria decide di organizzare, insieme alla compagna Shirin Amini, un concerto con fini benefici, ("Parole di Lulù") il 30 agosto a Mazzano Romano (Roma), al quale hanno preso parte molti artisti della musica italiana (tra cui Elisa, Paola Turci, Marina Rei, Cristina Donà, Pilar, Tosca, Fiorella Mannoia, Max Gazzè, Daniele Silvestri, Samuele Bersani, Pacifico, Simone Cristicchi, Pier Cortese, Alex Britti, Jovanotti, Giuliano Sangiorgi, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, Luca Barbarossa con Neri Marcorè, Enrico Ruggeri, Subsonica, Mokadelic, Paolo Belli, Paolo Vallesi, Alberto Fortis e tanti altri)[2].

Il 18 novembre 2010 ad Ancona, ha ricevuto il "Premio Zamenhof 2010 - Le voci della pace" per aver messo la sua musica e la sua voce per l'Africa, per le popolazioni più povere, in particolare dei più vulnerabili, i bambini, realizzando spettacoli e canzoni per costruire 20 scuole in Sudan e un nuovo ospedale pediatrico in Angola. Scrive per Serena Abrami il brano "Lontano da tutto", con cui partecipa a Sanremo Giovani 2011. aprile, maggio e giugno 2011 sono i mesi del Solo Tour. Fabi si esibisce, per la prima volta, da solo con l'aiuto di strumenti e loop station in moltissimi teatri italiani, riscuotendo un buon successo di pubblico.

Il 4 maggio 2011 viene pubblicato il volume 30.08.2010 Immagini e parole di Lulù curato dal cantante e da Shirin Amini, fotografa e mamma di Olivia, per le edizioni Kowalsky. Il volume raccoglie le foto scattate durante il concerto al Casale sul Treja[3]. Più di 40 date per il tour estivo del 2011. Una superband lo accompagna durante questo lungo giro: Roberto Angelini, Gabriele Lazzarotti, Fabio Rondanini, Andrea Pesce, Andrea di Cesare, Cristiano De Fabriitis, Puccio Panettieri, Matteo Pezzolet. Nel 2011 scrive con Laura Pausini l'inedito Nel primo sguardo, brano presente nell'album Inedito dell'artista romagnola.

Nel luglio del 2012 riceve, a Marina di Carrara, il Premio Lunezia Elite - segnalazione antologica per il valore Musical-Letterario del brano Costruire.[4]

Il 7 settembre 2012 esce nelle radio il singolo Una buona idea, che anticipa l'uscita del suo settimo album Ecco in vendita dal 9 ottobre 2012. La promozione del disco sarà portata avanti con un inedito set live che lo vede accompagnato da Pier Cortese e Roberto Angelini, amici e musicisti d'eccezione.

Tra gennaio e marzo 2013 calca i migliori teatri italiani collezionando sold out (memorabili 2 concerti sold out all'Auditorium Conciliazione di Roma davanti a più di 3500 persone), un live potente, intenso, molto musicale con tutta la sua band storica e l'aggiunta di Pier Cortese a cori, chitarra e ipad. I concerti sono stati aperti da Roberto Angelini.

Nel marzo 2013, in seguito alle Elezioni politiche, insieme a molti altri suoi colleghi, aderisce al progetto "Riparte il futuro" firmando la petizione che ha lo scopo di revisionare la legge anti-corruzione modificando la norma sullo scambio elettorale politico-mafioso (416 ter) entro i primi cento giorni di attività parlamentare.[5]

A maggio 2013 è invitato dal Capo del Senato, Grasso, alla giornata contro le mafie a Palermo.

Candidato ai Nastri d'Argento per la canzone originale "Il Silenzio" scritta con i Mokadelic per il film "Pulce non c'è", con la regia di Giuseppe Bonito, tratto dall'omonimo libro scritto da Gaia Rayneri.

A giugno 2013 inizia un tour estivo che lo porta in giro per tutta Italia, calcando palchi di festival e rassegne molto prestigiose tra cui: Notte Rosa di Rimini, Sherwood di Padova, Festambiemte di Grosseto, Carroponte di Milano, Cavea dell'Auditorium di Roma, GruVillage di Torino, La notte della Taranta a Melpignano e molte altre. Nell'ottobre 2013 il suo disco "Ecco" vince la Targa Tenco (assegnata dopo votazione indetta dal Club Tenco tra circa 200 giornalisti musicali italiani) come migliore disco dell'anno.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

Album per il mercato spagnolo[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Autore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo su il messaggero.it. URL consultato il 4 luglio 2010.
  2. ^ Sito di Parole di Lulù. URL consultato il 18 maggio 2011.
  3. ^ Pagina sul sito dell'editore. URL consultato il 18 maggio 2011.
  4. ^ Nomadi, Antonello Venditti, Subsonica e Patty Pravo tra i vincitori del Premio Lunezia 2012, http://www.musicalnews.com, 19/07/2012. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  5. ^ parlamento italiano riparteilfuturo.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]