Nevo di Ota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Nevo di Ota
Nevus 013.jpg
Nevo di Ota
Codici di classificazione
ICD-10 (EN) D22.3

Il nevo di Ota, o melanoma oculare congenito, nella patologia umana, indica un'alterazione cutanea, di natura benigna, nella zona circostante l'occhio.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Fu per primo descritto nel 1938 da Masao Ōta (Mokutaro Kinoshita), da cui prese il nome l'anno successivo[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Appare come una chiazza grigio bluastra che è disposta lungo le prime due branche del nervo trigemino unilateralmente (rari sono i casi bilaterali) e interessa la regione sclerale dell'occhio nei due terzi dei casi (alto rischio per glaucoma). Istologicamente i melanociti sono presenti a livello dermico.

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Colpisce prevalentemente il sesso femminile e le razze asiatiche (1 su 200 persone in Giappone), può essere presente alla nascita o apparire durante la pubertà. Il 4 % dei pazienti può sviluppare un melanoma coroidale per cui è necessario eseguire periodici controlli con l'oftalmoscopio.

Terapia[modifica | modifica sorgente]

La terapia prevede la rimozione tramite laser.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ eMedicine - Nevi of Ota and Ito : Article by Harvey Lui. URL consultato il 22 marzo 2008.
  2. ^ Geronemus R. "Q-switched ruby laser therapy of nevus of Ota". Arch Dermatol. 128:1618-1622. 1992 [1]
  3. ^ Watanabe S, Takahashi H, Treatment of nevus of Ota with the Q-switched ruby laser in N. Engl. J. Med., vol. 331, n. 26, 1994, pp. 1745–50. DOI:10.1056/NEJM199412293312604, PMID 7984195.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Naldi, Rebora, Dermatologia basata sulle prove di efficacia, Elsevier, 2006. [2]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina