Neuroteologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La neuroteologia (termine coniato da Aldous Huxley nel suo libro L'Isola), detta anche neuroscienza spirituale, è lo studio della correlazione che esiste tra il fenomeno della percezione soggettiva di spiritualità e la funzionalità biochimica del cervello umano.

I propugnatori della neuroteologia sostengono che ci sia una motivazione neurologica e evoluzionistica alla base delle esperienze generalmente considerate come "spirituali" o "religiose", e che esse possano essere spiegate attraverso l'analisi neurologica.