Netinera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Netinera
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 2003 a Viechtach
Sede principale Berlino, Germania
Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
Persone chiave
Settore Trasporto pubblico
Fatturato Green Arrow Up.svg 470 milioni di euro[1] (2010)
Dipendenti 3151[1] (2009)
Sito web www.netinera.de

Netinera è un'azienda partecipata al 51% da Ferrovie dello Stato Italiane, operante in Germania. Prima di marzo 2011 aveva la denominazione di Arriva Deutschland la quale è stata comprata nel dicembre dell'anno precedente da Ferrovie dello Stato.

È la terza impresa ferroviaria, dopo Deutsche Bahn e Veolia Transport, della Germania.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Arriva Deutschland S.A. fu fondata nel 2003 a Viechtach da parte di Arriva, impresa ferroviaria privata inglese, con lo scopo di acquisire una fetta di mercato nel campo del trasporto pubblico (ferroviario e su gomma) in Germania.

Nel marzo 2010 l'intero Gruppo Arriva fu acquisito da Deutsche Bahn (DB), le ferrovie statali tedesche. La Commissione europea rilevò che l'acquisizione avrebbe ridotto la concorrenza nel mercato ferroviario tedesco, per cui chiese che Arriva Deutschland fosse venduta ad una parte terza.

Alla gara di acquisto parteciparono Ferrovie dello Stato S.p.A. (le ferrovie statali italiane) insieme all'investitore lussemburghese Cube Infracstructure e Veolia Transport (una società privata francese che opera nel trasporto pubblico locale).

In data 8 dicembre 2010 il Supervisory Board e il Management Board di Deutsche Bahn accettarono l'offerta del Gruppo Ferrovie dello Stato.[2]

Arriva Deutschland S.A. sarebbe stata guidata da una holding (chiamata FS 2 Move) per il 51% delle FS e per il 49% del fondo lussemburghese.

Il 25 febbraio 2011 è stato ufficializzato l'acquisto da parte di Ferrovie dello Stato dopo che il 16 febbraio la Commissione Europea aveva dato il parere favorevole.

Il Gruppo FS, nel marzo 2011, ha cambiato il brand societario di Arriva Deutschland in Netinera.[3][4]

Il 17 febbraio 2012, Netinera ha annunciato che Unicredit Leasing avrebbe vinto la gara internazionale per finanziare l'acquisto di 11 nuovi treni per il trasporto locale. L’operazione, conclusa tra UniCredit Leasing Gmbh e Netinera Deutschland GmbH, si è articolata in due contratti di leasing della durata di 11 e 10 anni rispettivamente per tre convogli GTW e otto Double Decker, tutti prodotti dalla svizzera Stadler. L'importo complessivo del finanziamento è stato di 73,2 milioni di euro e ha coperto l'intero costo di acquisto dei treni. La consegna verrà fatta entro il 2013.[5]

Servizi[modifica | modifica sorgente]

Netinera controlla e gestisce il traffico ferroviario in tre ferrovie tedesche:

Il 7 giugno 2011, Netinera si è aggiudicata la prima gara di appalto in Bassa Sassonia: il valore è pari a 240 milioni di euro.[7]

Netinera anche su linee di proprietà statali in molte regioni tedesche: Amburgo, Bassa Sassonia, Baviera, Berlino, Brandeburgo, Brema, Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Renania Settentrionale-Vestfalia, Sassonia e Turingia.

Per quanto riguarda il trasporto su gomma, Netinera, opera in: Assia, Baviera, Brandeburgo, Meclemburgo-Pomerania Anteriore, sud della Sassonia e il nord della Renania Settentrionale-Vestfalia.

La società gestisce anche servizi transfrontalieri in Olanda e in Repubblica Ceca.

Il trasporto merci su lunga distanza viene effettuato in varie parti della Germania ed in particolar modo sulle linee di sua proprietà.

In totale Netinera dispone di: 230 locomotive, 1500 autobus, 3540 lavoratori, che contribuiscono a far viaggiare 29 milioni di treni per chilometro e 55 milioni di bus per chilometro.

Holding[modifica | modifica sorgente]

Netinera possiede in parte o totalmente, alcune aziende tedesche che lavorano nel settore del trasporto pubblico locale:

Marchio[modifica | modifica sorgente]

Il marchio di Netinera reca il logo di Ferrovie dello Stato Italiane applicato a tutte le controllate del Gruppo FS.

Il nome "Netinera" nasce dalla fusione del sostantivo inglese Net (rete) ed il sostantivo latino Itinera (percorso), coniugando i valori del passato (itinera) con le innovazioni del presente (net).[1]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Nota FS News
  2. ^ Notizia su FS News
  3. ^ FS News
  4. ^ FerPress
  5. ^ Comunicato stampa FS: UniCredit Leasing finanzia con 73 milioni di euro Netinera Deutschland (Gruppo FS Italiane) per l’acquisto di 11 nuovi treni regionali
  6. ^ Dal sito "arriva.de"
  7. ^ Comunicato stampa FS