Nestor notabilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kea
Male Kea Milford sound.jpg
Nestor notabilis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Strigopidae
Genere Nestor
Specie N. notabilis
Nomenclatura binomiale
Nestor notabilis
Gould, 1856

Il kea (Nestor notabilis Gould, 1856) è un pappagallo appartenente alla famiglia Strigopidae.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il kea ha abitutidini semi-notturne che abita le montagne della Nuova Zelanda. Si tratta dell'unica specie di pappagallo nota diffusa in zone montuose. Preferiscono il terreno agli alberi.

Il kea è conosciuto anche come "pagliaccio di montagna" per via della sua indole giocosa e per l'abitudine di strappare la gomma dalle ruote delle auto, probabilmente al solo scopo di divertirsi. Altro nome con cui era conosciuto è "lupo piumato" poiché si diceva attaccasse e uccidesse le pecore. Del resto, il kea è l'unica specie nota di pappagallo ad attaccare altri animali, sebbene ciò accada raramente e le vittime siano soprattutto esemplari malati o caduti in trappola. Si tratta di una delle più intraprendenti e intelligenti specie di uccelli, tant'è che questi animali possono avere disturbi comportamentali se non ricevono una quantità sufficiente di stimoli dall'esterno.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I maschi e le femmine, molto simili tra loro, sono caratterizzati da una intensa colorazione verde. Entrambi hanno delle piume rosse sulla nuca e nella parte inferiore delle ali tanto da poter essere facilmente notata anche durante il volo. L'unica palese differenza tra i due sessi è la mandibila: il maschio ha la mandibola superiore più grande, larga e incurvata.

I giovani Kea hanno delle piume di color giallo-arancio acceso intorno alla mandibola e alle narici. I piccoli tipicamente assumono un piumaggio adulto approssimativamente intorno ai 18 mesi d'età.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

I Kea sono degli uccelli principalmente terricoli, hanno un carattere molto giocoso e spesso intrattengono gli spettatori con le loro acrobazie e i loro buffi saltelli laterali anche per muoversi in avanti. È facile vedere i Kea in stormi compostai da più di dieci unità, e durante la stagione dell'allevamento, i giovani possono riunirsi in gruppi che superano le centinaia.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Pare che i Kea siano poligami, col maschio che si può accoppiare con fino a 4 femmine. I Kea fanno il loro nido in fessure nella roccia, tra le radici degli alberi, in tronchi cavi. Depongono dalle 2 alle 4 uova per stagione, e queste sono covate dalle femmine per circa 29 giorni. Quando i pulcini hanno raggiunto un mese di vita il Kea maschio assiste alla loro nutrizione. La stagione dell'allevamento dei piccoli va da luglio fino a gennaio.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La dieta del kea si compone di foglie, germogli, insetti e carogne. I kea necessitano di accumulare grasso per resistere al rigido clima alpino e sono stati visti aggirarsi tra colonie di corve e depredare i loro nidi dalla uova e dai pulcini.

Secondo alcune leggende popolari, i kea sarebbero in grado di spingere le pecore a gettarsi dagli strapiombi, per nutrirsi del grasso del fegato degli ovini.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Il kea è attualmente una specie protetta, ma in passato fu sottoposto ad una caccia spietata per via di una taglia pagata dagli allevatori di bestiame. Al tempo si offrivano dieci scellini (più o meno 65 dollari neozelandesi odierni) per ogni becco di kea presentato.

Secondo le stime, circa 150.000 esemplari furono sterminati. Negli anni settanta, dopo un censimento secondo cui la popolazione sopravvissuta si aggirava sulle 5.000 unità, la specie ricevette una tutela parziale. La protezione completa fu proclamata nel 1986, quando i proprietari terrieri rinunciarono al diritto di sparare ad ogni kea che si fosse presentato sulla loro proprietà, in cambio dell'impegno da parte del governo di occuparsi del problema rimuovendo questi animali dalle proprietà private. Nonostante questa vera e propria persecuzione, i kea rimangono uccelli socievoli, giocosi e affettuosi nei confronti dell'uomo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Nestor notabilis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Strigopidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli