Nessun vero scozzese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con l'espressione nessun vero scozzese (in inglese no true scotsman), ci si riferisce ad una fallacia logica che consiste in una ridefinizione ad hoc del soggetto di un'affermazione non motivata[1]. Dopo essere stati posti di fronte ad un controesempio di un'affermazione universale, invece di contestare il controesempio o negare l'affermazione si ridefinisce l'oggetto dell'affermazione, in modo da escludere il controesempio, senza nessuna motivazione obiettiva a sostegno di questa ridefinizione.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

L'espressione nessun vero scozzese è stata coniata dal filosofo britannico Anthony Flew:

Immaginiamo Hamish McDonald, uno scozzese, seduto a leggere il suo Glasgow Morning Herald, che vede un articolo intitolato "Lo stupratore di Brighton colpisce ancora". Hamish è sconvolto, e dichiara che "Nessuno scozzese potrebbe mai fare una cosa del genere". Il giorno dopo, è di nuovo seduto a leggere il Glasgow Morning Herald; e questa volta trova un articolo su un uomo di Aberdeen le cui azioni rendono al confronto lo stupratore di Brighton un gentiluomo. Questo mostra che l'opinione di Hamish era sbagliata, ma lui lo ammetterà? Probabilmente no. Questa volta dirà: "Nessun vero scozzese potrebbe mai fare una cosa del genere".[2]

L'errore consiste nel modificare la definizione di A in modo da rendere vero l'enunciato tutti gli A sono B. Si tratta di una forma di petitio principii, in quanto ciò che si vuole dimostrare è già incluso nella definizione che viene data di vero A.

Esempi[modifica | modifica sorgente]

Una semplice rivistazione della fallacia è la seguente:

Alice: A tutti gli scozzesi piace l'haggis.
Bob: Mio zio è uno scozzese, e non gli piacciono gli haggis.
Alice: D'accordo, ma a tutti i veri scozzesi piace l'haggis.

Un esempio di applicazione politica della fallacia può essere l'affermazione "nessuna democrazia inizia una guerra". Visto che nella realtà esistono stati democratici che iniziano guerre, si divide arbitrariamente l'insieme delle democrazie in "vere democrazie" e "democrazie emergenti"[3].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) No True Scotsman sulla Internet Encyclopedia of Philosophy
  2. ^ (EN) Flew, Anthony, Thinking About Thinking: Do I Sincerely Want to Be Right?, Londra, Collins Fontana, 1975, ISBN 978-0-00-633580-1.
  3. ^ (EN) Spengler, "No true Scotsman starts a war", Asia Times Online, Jan 31, 2006