Nesquik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nesquik
Logo Nesquik.svg
Categoria dolci
Tipo colazione
Marca Nestlè
Anno di creazione 1948
Nazione Stati Uniti d'America
Ingredienti

zucchero, cacao magro 19,5%, destrosio, emulsionante lecitine -di soia-, vitamine (D, C, folacina, tiamina, niacina, acido pantotenico, B6), minerali (magnesio, ferro), sale, cannella, aromi.

Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 150 Kcal/633 kj
Proteine 7,4
Carboidrati 21,8
di cui zuccheri 21,3
Grassi 3,7
di cui saturi 2,3

Nesquik è una bevanda prodotta da Nestlé. In Italia, con questo termine ci si riferisce generalmente al Nesquik Solubile, una polvere solubile al cacao da aggiungere al latte.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1948, Nestlé sviluppa negli Stati Uniti un progetto a base di latte aromatizzato a vari gusti e viene introdotto nel mercato come Nestlé Quik. Negli anni cinquanta viene introdotto anche nel mercato europeo come Nesquik. Nel 1997, il nome diventa Nesquik anche nei paesi anglosassoni.

In Italia Nesquik Solubile venne distribuito nel 1971. Il marchio Nesquik congloba diversi prodotti, con differenze tra mercato statunitense ed italiano. Con l'aggiunta nel prodotto di alcune vitamine e del ferro, il nome è stato cambiato ad inizio 2007 in Nesquik Plus e nel 2013 in Nesquik Opti-Start.

Nell'agosto 2004 un test di Greenpeace riscontrò la presenza di organismi geneticamente modificati in una confezione di Nesquik. Una donna cinese denunciò Nestlé, poiché l'uso di OGM nei prodotti per l'infanzia era proibito dalle leggi locali. Un secondo test condotto in dicembre diede risultati negativi.[1]

Quicky Bunny[modifica | modifica sorgente]

Nel 1973 viene introdotta la mascotte che reclamizza il prodotto, Quicky Bunny. Si tratta di un cartone animato; un coniglio antropomorfo che veste una Q. Il suo slogan più famoso è It's so rich and thick and choco-lick! But you can't drink it slow if it's Quik!. In Europa e in Canada è conosciuto come Quicky, il coniglio Nesquik.

Francia e Grecia avevano un'altra mascotte. Si trattava di un mostro giallo e grasso, ovviamente sotto forma di cartone animato, chiamato Groquik—a (in Francia), variazione di Gros Quik (grasso Quik), creato da Yves Brunier. In Grecia invece si chiamava Quikáras (grande Quik, in greco Κουικάρας). Quest'ultimo fu sostituito da Quiky, creando forti critiche da parte degli ammiratori della vecchia mascotte che hanno protestato contro gli Stati Uniti e la mancanza di un personaggio diverso dagli altri. In Portogallo la mascotte era un canguro, Kangurik, anch'esso sostituito da Quicky tra il 1989 e il 1990. In Italia invece, prima dell'avvento del coniglio nei primi anni '90, la mascotte era una scatola antropomorfa del prodotto (Mr. Nesquik).

Negli Stati Uniti, nel 1999 Quik Bunny venne rinominato Nesquik Bunny e la Q fu sostituita dalla N. Appare sulle confezioni e nelle pubblicità.

Altri prodotti[modifica | modifica sorgente]

Oltre al prodotto principale, ne sono nati molti altri a base di Nesquik

In Italia[modifica | modifica sorgente]

  • Nesquik Opti-Start
  • Nesquik Fragola
  • Nesquik Extra Cacao
  • Nesquik Squeeze: sciroppo a base di cacao da versare su frutta, cereali o gelato.
  • Nesquik Dessert: dessert in vasetto a base di latte e cacao magro.
  • Nesquik con Caffè: bevanda solubile a base di cacao con il 5% di caffè.
  • Nesquik pronto da bere: bevanda pronta da bere a base di Nesquik solubile.
  • Torta Nesquik: torta preparata con gli ingredienti base impiegati anche negli altri prodotti.
  • Nesquik in polvere in edizione limitata alla fragola e banana.
  • Nesquik Cereali: versione italiana dei Nesquik Breakfast Ceral americani. Esistono anche la versione Duo (con palline al cacao e al cioccolato bianco) e Cioccomilk (palline ripiene di latte).
  • Nesquik Dolce Gusto, versione in capsula della bevanda.

Negli Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

  • Nesquik in polvere aromatizzato al cacao e alla fragola fu introdotto nel 1959, adesso è disponibile anche nei gusti banana e vaniglia
  • Nel 1959 fu creata anche la versione light, senza zucchero, al cacao.
  • Nestlé Nesquik milkshake: frappé alla banana, vaniglia, cacao e fragola.
  • Nestlé Nesquik syrups: sciroppi alla fragola e al cacao. Furono introdotti nel 1989.
  • Nestlé Nesquik breakfast cereals: cereali al riso soffiato ricoperti di cioccolato in polvere. Prodotti dalla Cereal Partners Worldwide in collaborazione con Nestlé.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nestle Urged to 'Tell Truth' About GMOs in China Daily, 8 gennaio 2004. URL consultato il 2008-12-14.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina