Nervo radiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nervo radiale
Gray818.png
Anatomia del Gray subject #210 943

Il nervo radiale è un nervo misto, di grosso calibro, contenente fibre provenienti da tutti i nervi che costituiscono il plesso brachiale (C5,C6,C7,C8,T1).

Territorio di innervazione[modifica | modifica sorgente]

Il nervo radiale innerva tutti i muscoli del gruppo posteriore del braccio e dei gruppi posteriore e laterale dell'avambraccio. Innerva inoltre la cute posteriore del braccio e dell'avambraccio, la cute dorsale della regione laterale della mano e la cute dorsale di 1°, 2° e 3° dito (ad eccezione delle falangi distali). Partecipa infine all'innervazione delle articolazioni del gomito e del polso.

Decorso[modifica | modifica sorgente]

Nasce in cavità ascellare come continuazione del fascicolo secondario posteriore del plesso brachiale ed entra nella loggia posteriore del braccio, passando fra il capo mediale e il capo lungo del muscolo tricipite, al di sotto del margine inferiore del muscolo grande rotondo. È accompagnato dall'arteria omerale profonda situata lateralmente. Decorre, insieme all'arteria, nel solco del nervo radiale dell'omero, in uno spazio delimitato dai capi mediale e laterale del tricipite. A questo livello stacca rami per i muscoli della loggia posteriore del braccio e rami cutanei per braccio e avambraccio (nervi cutaneo laterale inferiore del braccio, cutaneo posteriore del braccio e cutaneo posteriore dell'avambraccio).

Giunto al gomito, sul margine laterale dell'omero, perfora il setto intermuscolare laterale e passa nella loggia anteriore del braccio, decorrendo fra i muscoli brachiale (medialmente) e brachioradiale (lateralmente). A questo punto emette rami collaterali per due dei tre muscoli laterali dell'avambraccio (muscoli brachioradiale e estensore radiale lungo del carpo) e si divide nei suoi due rami terminali, il ramo radiale profondo e il ramo radiale superficiale.

Ramo profondo[modifica | modifica sorgente]

Il ramo profondo, di natura quasi esclusivamente muscolare, attraversa il muscolo supinatore portandosi nella loggia posteriore dell'avambraccio. Qui decorre fra gli strati superficiale e profondo e innerva i muscoli posteriori e l'estensore radiale breve del carpo. Emette inoltre rami sensitivi per la membrana interossea e per l'articolazione del polso. Nella sua parte distale il ramo profondo prende il nome di nervo interosseo dorsale.

Ramo superficiale[modifica | modifica sorgente]

Il ramo superficiale, di natura cutanea, decorre nella regione antero-laterale dell'avambraccio, coperto dal muscolo brachioradiale e satellite dell'arteria radiale. A livello del polso perfora la fascia antibrachiale e innerva la cute della metà laterale del dorso della mano e delle prime 3 dita, alle quali può aggiungersi la parte laterale del dorso del 4° dito. Non innerva le falangi distali, che competono al nervo mediano.