Nero Wolfe contro l'FBI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nero Wolfe contro l'FBI
Titolo originale The Doorbell Rang
Autore Rex Stout
1ª ed. originale 1965
Genere romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese
Ambientazione New York
Protagonisti Nero Wolfe
Coprotagonisti Archie Goodwin
Serie Nero Wolfe
Preceduto da Il diritto di morire
Seguito da Nero Wolfe: invito a un'indagine

Nero Wolfe contro l'FBI (titolo originale The Doorbell Rang) è il ventottesimo romanzo giallo di Rex Stout con Nero Wolfe protagonista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nero Wolfe è ingaggiato perché spinga l'FBI ad interrompere qualsiasi operazione inerente alla donna che ha inviato 10.000 copie di un libro aspramente critico circa il Bureau ed il suo presidente, J. Edgar Hoover. L'impresa sembra disperata ma Wolfe avrà degli alleati insospettati e finirà per imbattersi nel caso dell'uccisione di un giornalista, Morris Althaus, che stava preparando un articolo sugli abusi dell'FBI. La soluzione del caso potrebbe fornire all'investigatore un'arma formidabile contro gli uomini del Bureau, sospettati di essere coinvolti nell'omicidio.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Nero Wolfe: investigatore privato
  • Archie Goodwin: suo assistente
  • Fritz Brenner: cuoco e maggiordomo
  • Lon Cohen: giornalista
  • David Althaus: padre del defunto Morris
  • Ivana Althaus: moglie di David
  • Rachel Bruner: cliente di Wolfe
  • Sara Dacos: segretaria di Rachel
  • Timoty Quayle: direttore del "Tick-Tock"
  • Cramer: ispettore della Squadra Omicidi

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]