Nero Wolfe (serie televisiva 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nero Wolfe
Nero Wolfe (serie televisiva 2012).png
Logo della serie televisiva
Paese Italia
Anno 2012
Formato serie TV
Genere giallo, poliziesco, commedia
Stagioni 1
Episodi 8
Durata 100 min (puntata)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio Dolby Surround
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Casanova Multimedia, Rai Fiction
Prima visione
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 5 aprile 2012
Al 24 maggio 2012
Rete Rai 1

Nero Wolfe è una serie televisiva italiana del 2012.[1]

Prodotta dalla Casanova Multimedia e da Rai Fiction, e trasmessa da Rai 1, la serie mette in scena le avventure di Nero Wolfe, investigatore di fantasia nato dalla penna dello scrittore statunitense Rex Stout.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Roma, 1959. Il famoso investigatore statunitense Nero Wolfe, dopo alcuni dissidi col capo dell'FBI, ha abbandonato New York e si è trasferito nella capitale italiana in una sorta di "esilio volontario". A seguirlo in questa nuova avventura c'è il fido assistente Archie Goodwin, insieme al quale affitta una grande casa sulla Nomentana. Nella testa di Wolfe ci sono solo due pensieri: trovare un cuoco che sappia soddisfare il suo appetito, e costruire al più presto una serra dove curare le sue amate orchidee. Questi passatempi richiedono però del denaro, così Archie incomincia a procurare a Wolfe dei nuovi clienti, e il burbero investigatore inizia a collaborare con la Polizia italiana alla risoluzione dei più vari delitti.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV Italia
Prima stagione 8 2012

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Nero Wolfe, interpretato da Francesco Pannofino.
    È il protagonista della serie. Wolfe è un famoso investigatore privato, aggressivo, barbogio, burbero, irascibile e misogino. È appena arrivato a Roma dopo alcuni dissidi avuti nella sua New York con l'FBI; conosce bene la città romana, avendovi già lavorato per l'intelligence statunitense durante la seconda guerra mondiale. Nonostante la sua professione, raramente esce all'esterno, vivendo recluso nella sua grande casa, ed affidandosi nelle indagini al suo assistente Archie. È però un geniale osservatore, e col suo infallibile intuito è capace di risolvere i crimini che sembrano più inestricabili. Decisamente corpulento, è un grande appassionato della buona cucina e collezionista delle più rare e preziose orchidee, che cura in modo maniacale nella sua serra. Il suo lavoro di investigatore serve in pratica a finanziare queste sue passioni, tant'è che le sue parcelle non sono affatto a buon mercato. Non essendo un poliziotto, gode di molta libertà d'azione nelle indagini, arrivando spesso a violare le regole e a mettersi contro le forze dell'ordine.
  • Archie Goodwin, interpretato da Pietro Sermonti.
    È l'assistente di Nero Wolfe. Se l'investigatore è la "mente", Archie è il "braccio", dato che a lui è affidato il compito di indagare sul campo, raccogliendo tutte le testimonianze e gli indizi che permettono poi a Wolfe di avere le sue geniali intuizioni. Archie non si limita però ad eseguire le consegne di Wolfe, dato che lui stesso si dimostra avvezzo a prendere iniziative personali e formulare teorie, pur se regolarmente disprezzate da Wolfe, dando il la a dei frequenti battibecchi tra i due. È un giovane di bell'aspetto, e la nuova vita a Roma gli permette di sfoderare il suo fascino per ammaliare molte giovani ragazze, anche se l'incontro con la bella giornalista Rosa finisce per metterlo in crisi.
  • Nanni Laghi, interpretato da Andy Luotto.
    È il cuoco e maggiordomo di casa Wolfe. Nanni è un rinomato chef della costiera amalfitana che a causa di problemi personali, come Wolfe, ha appena riparato a Roma. Qui conquista la simpatia (e il palato) dell'investigatore, diventando il suo chef personale, per il quale prepara ogni giorno delle elaborate creazioni culinarie. Odia che lo si chiami semplicemente "cuoco", ed ancora di più odia quando Wolfe vuole a tutti i costi mettere il naso nella preparazione dei suoi manicaretti.
  • Rosa Petrini, interpretata da Giulia Bevilacqua.
    È una giovane e bella giornalista della carta stampata. Si occupa di cronaca nera, e per questo motivo entra presto in contatto col famoso investigatore, che non la tollera tra i piedi per il semplice fatto di essere una donna. È intelligente, intraprendente e molto caparbia, qualità che le permettono di cogliere molte informazioni sui crimini di cui si occupa, ma che nonostante tutto non le consentono di fare carriera nel suo ambiente di lavoro, ancora troppo maschilista. Non resta insensibile ad Archie, ma non lo considera l'uomo giusto per lei.
  • Commissario Graziani, interpretato da Marcello Mazzarella.
    È un commissario di polizia della questura di Roma (di origine sicula, a giudicare dal suo accento). È infastidito dalle interferenze di Wolfe nelle indagini della Polizia, facendo fatica ad accettare il suo bizzarro comportamento e le sue continue violazioni delle regole.
  • Spartaco Lanzetta, interpretato da Michele La Ginestra.
    È un piccolo informatore che diventa presto una delle risorse di Wolfe ed Archie. Spartaco conosce bene la criminalità di Roma, e aiuta i due a districarsi in questo mondo. Parla in uno spiccato dialetto romanesco.
  • Maresciallo Bordon, interpretato da Davide Paganini.
    È un maresciallo, collega e braccio destro del commissario Graziani.

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

Inesattezze storiche[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alessandra Clementi, Il duo di Boris per il ritorno di Nero Wolfe in kataweb.it, 3 aprile 2012. URL consultato il 4 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]