Neopatrimonialismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine neopatrimonialismo si fa riferimento a una particolare metodologia di gestione delle risorse statali. Conseguenza della generale povertà del contesto sociale, l’accaparramento di risorse da parte delle élite politiche e il conseguente uso personalizzato di queste da parte delle stesse hanno caratterizzato la gestione della cosa pubblica. Dunque una gestione arbitraria, che produsse come conseguenza la prevalenza degli interessi personali su quelli pubblici, con conseguente distruzione delle strutture statali. Anche se una simile gestione delle risorse statali non è prerogativa esclusiva dei paesi africani, si sottolinea che la penetrazione di tali pratiche in quest’ultimi è tale da essere esercitata nella quasi totalità del continente.