Nelson Riddle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore colonna sonora 1975

Nelson Riddle (Oradell, 1º giugno 1921Los Angeles, 6 ottobre 1985) è stato un arrangiatore, direttore d'orchestra e compositore statunitense.

Fu uno dei più grandi e originali arrangiatori e compositori swing, pop e jazz tra gli anni cinquanta e gli anni ottanta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nelson Riddle cominciò sin da giovane a suonare il trombone in varie orchestre, concludendo la sua carriera di strumentista nell'orchestra di Tommy Dorsey tra il 1943 e il 1945.

Riddle non fu mai un trombonista di particolari doti: si rivelò invece molto versato nell'arrangiamento e nella composizione. Prese perciò lezioni di arrangiamento e composizione da Bill Finegan, già arrangiatore di Glenn Miller, e dal compositore italiano Mario Castelnuovo-Tedesco che, fuggito dall'Italia nel 1938 a causa delle leggi razziali, si era trasferito a Los Angeles con la famiglia.

All'inizio degli anni cinquanta cominciò a scrivere per diverse orchestre. Furono gli arrangiamenti di Mona Lisa e Too Young per Nat King Cole che gli procurarono la notorietà: inizialmente scritti per Les Baxter, che non sapendo arrangiare era solito servirsi di arrangiatori-fantasma (ghostwriters), di fronte all'enorme successo che avevano riscosso spinsero Riddle a presentarsi all'esecutivo della Capitol Records, che lo assunse immediatamente e lo assegnò ai suoi artisti maggiori.

Del suo lavoro alla Capitol Records si ricordano soprattutto gli arrangiamenti per gli album di Nat King Cole, Frank Sinatra (la loro collaborazione è leggendaria e produsse alcuni degli album migliori di The Voice), Peggy Lee, Dean Martin, Judy Garland, Dinah Shore, ma lavorò anche per Ella Fitzgerald (per la quale collaborò al memorabile e ricchissimo "Gershwin's songbook"), Rosemary Clooney, Johnny Matis, Antonio Carlos Jobim, Shirley Bassey, Kiri Te Kanawa, Linda Ronstadt.

Nelson Riddle fu, soprattutto, un grande maestro dell'arrangiamento vocale: sapeva come valorizzare la voce di un cantante tramite l'orchestrazione giusta attraverso cui farlo cantare. In questo fu anche un innovatore nel suo campo, ricorrendo a sistemi di accompagnamento politonale, a un uso massiccio delle contromelodie, a un suono originale che identificavano ora l'uno, ora l'altro cantante e che spesso si sono legati indissolubilmente a canzoni, come è accaduto per I've Got You Under My Skin di Cole Porter per Frank Sinatra.

La scrittura di Riddle, come quella di pochi altri arrangiatori, è immediatamente riconoscibile. È il cosiddetto "Riddle Sound", che sul lato strumentale è basato sull'uso del flauto della tromba con sordina (harmon-muted trumpet, solitamente suonata per Riddle dal musicista Harry "Sweets" Edison), del clarinetto basso, del trombone basso (nella sua orchestra si servì del trombonista George Roberts), unito a una scrittura finissima e molto evoluta per gli archi e per i legni (ispirata a quella di Debussy e, soprattutto, di Ravel, il suo musicista preferito) che spesso utilizzava come "sustained string", ricorrendo al termine che usava Tommy Dorsey per definire gli archi che suonano note lunghe di supporto armonico, lasciando contromelodie e accenti ai fiati. Si trattava di una tecnica studiata dall'arrangiatore storico di Dorsey, Sy Oliver, già trombettista storico dell'orchestra di Jimmie Lunceford, che aveva compreso come creare, con questo sistema, un suono raffinato ed eccitante.

Nelson Riddle impose, soprattutto con Sinatra, una strutturazione precisa della canzone attraverso l'arrangiamento. Egli stesso dichiara di aver desunto l'idea dal Bolero di Ravel, che è costituito dalla ripetizione di un tema attraverso un lungo crescendo. Nei suoi arrangiamenti per voce, la prima parte della canzone è di solito accompagnata da insistenti contromelodie dei fiati in piano o mezzo piano, con cantante che "espone il tema", canta cioè distesamente. Segue un intermezzo ritmico che crea il crescendo, e infine l'orchestra espone il tema della canzone, talvolta anche con un solo. La seconda parte invece si scatena, lasciando al cantante la possibilità di esprimere tutte le proprie capacità vocali gareggiando con gli strumenti. Di solito la chiusura è in diminuendo, anche se non sempre. Sono tutte le qualità che si possono trovare nelle sue scritture per Sinatra: in esse Riddle dà il meglio di sé. Non si ripete mai, raramente ripropone le stesse formule. Trova invece sempre soluzioni originali e nuove, mostrando addirittura una crescente evoluzione stilistica nel corso del tempo. Non a caso, la loro collaborazione è il sinonimo stesso dello stile di Sinatra negli anni della Capitol. Su loro due, Miles Davis nel 1958 disse:

« A lot of musicians and writers don't get the full value out of a tune. Art Tatum does and Frank Sinatra always does. Listen to the way Nelson Riddle writes for Sinatra, the way he gives him enough room and doesn't clutter it up. Can you imagine how it would sound if Mingus were writing for Sinatra? But I think Mingus will settle down; he can write good music. But about Riddle, his backgrounds are so right that sometimes you can't tell if they're conducted. »

Sul versante strumentale anche gli album registrati dalla sua orchestra raggiunsero un discreto successo negli anni cinquanta. Sono da ricordare almeno C'mon get happy!, The joy of living, Love is a game of poker.

Accompagnò, con la sua orchestra, anche Oscar Peterson e il suo trio: l'album non è ancora stato pubblicato in versione CD, e porta il titolo Oscar Peterson and Nelson Riddle. È invece ancora in commercio il cd in cui accompagnò Nat King Cole al pianoforte, The piano style of Nat King Cole, e l'album The Wonderful Word Of Antonio Carlos Jobim, in cui accompagna il compositore brasiliano attraverso i suoi maggiori successi.

Riddle fu anche autore delle colonne sonore di diversi film, tra cui Lolita di Stanley Kubrick e The Great Gatsby, per cui ricevette anche il premio Oscar, e di fortunati temi musicali per serie televisive americane, tra cui spiccano Route 66, Batman, The Untouchables, raccolte negli album Capitol Route 66 and Other TV Themes e More Hit TV Themes.

Il picco della sua popolarità durò fino alla metà degli anni sessanta, quando l'avanzare improvviso della musica rock decretò finita l'età dello swing e delle grandi orchestre, e della musica organizzata. Il suo ritorno si ebbe negli anni ottanta quando la rock star Linda Ronstadt gli chiese di incidere un album di standards americani: la loro collaborazione da uno si spinse a tre album che, inaspettatamente, ebbero un grandissimo successo.

La fortuna gli arrise di nuovo più tardi, quando aveva appena riallacciato i contatti con Frank Sinatra, con cui Riddle non trattava da metà degli anni settanta, offeso perché Sinatra era mancato ad un evento in suo onore dopo che più volte era stato spostato per permettere a The Voice di essere presente. Riddle aveva anche rifiutato di partecipare a Trilogy: Past Present Future, l'album con cui Sinatra, nel 1980, aveva cercato di fare il punto della propria carriera. Nel 1985 i due si erano incontrati di nuovo perché Sinatra aveva bisogno di un direttore per il concerto dell'insediamento di Ronald Reagan alla Casa Bianca. Riappacificati e contenti di lavorare di nuovo assieme, i due avevano progettato l'incisione di un album in tre parti con una serie di standards che Sinatra non aveva mai inciso precedentemente. Riddle aveva già cominciato a lavorare agli arrangiamenti, quando per un aggravarsi della cirrosi epatica di cui soffriva morì il 20 ottobre di quell'anno al Cedar-Sinai Medical Center di Los Angeles.

L'orchestra di Nelson Riddle, la "Nelson Riddle Orchestra", continua a svolgere la propria attività, diretta dal figlio di Nelson, Christopher Riddle, anch'egli suonatore di trombone basso e allievo di George Roberts.

Peter Levinson ha raccontato la vita di Riddle nel volume September in the rain. The life of Nelson Riddle, Taylor Publishing, New York 2005.

Nelson Riddle ha lasciato una valida e insostituibile testimonianza del suo lavoro di arrangiatore e musicista nel manuale Arranged by Nelson Riddle, Warner Bros Publ., Burbank 1985.

Discografia Principale (album strumentali principali e arrangiamenti per cantanti)[modifica | modifica sorgente]

  • 1956 "Lisbon Antigua"
  • 1956 "The Tender Touch"
  • 1957 "Hey... Let Yourself Go!"
  • 1958 "C'mon, Get Happy!"
  • 1958 "Sea Of Dreams"
  • 1958 "Cross Country Suite", per il grande clarinettista bop Buddy De Franco. La famiglia Riddle sta promuovendo l'uscita in cd dell'album (info)
  • 1958 "Witchcraft!"
  • 1959 "The Joy Of Leaving"
  • 1959 "Sing a Song With Riddle", è un disco curioso che contiene una serie di accompagnamenti scritti da Riddle per essere cantati: un antenato del karaoke. Ma è anche un album interessante per chi voglia studiare la tecnica di arrangiamento di Riddle.
  • 1961 "Love Tide"
  • 1962 "Love Is A Game Of Poker"
  • 1964 "Oscar Peterson and Nelson Riddle"
  • 1964 "Hits of 1964"
  • 1966 "The Games That Lover Plays"
  • 1966 "Nat: An Orchestral Portrait"
  • 1967 "Music For Wiwes and Lovers"
  • 1967 "The Bright And The Beautiful"
  • 1968 "The Riddle Of Today"
  • 1968 "The Contemporary Sound Of Nelson Riddle"
  • 1969 "British Columbia Suite"
  • 1970 "The Look Of Love"
  • 1970 "Nelson Riddle Conducts The 101 Strings"
  • 1970 "The Sound Of Magnificence"
  • 1972 "Changin' Colors"
  • 1972 "Communication"
  • 1973 "Vive Legrand!"
  • 1975 "That's Entertainment!"
  • 1981 "Top Hat" with Jehudi Mehunin and Stephane Grappelli
  • 1983 "Romance Fire And Fancy"
  • 1984 "Blue Skies"
  • 2006 "Hey Diddle Riddle!", inedito dagli archivi della Capitol Records. È un album strumentale di brani per bambini che la Capitol decise, dopo la registrazione, di non distribuire perché troppo swing. È uscito l'11 luglio 2006.

Singoli (alcuni titoli)[modifica | modifica sorgente]

  1. Martin Kane Theme
  2. Make Believe Your In Love With Me
  3. Moonglow
  4. Drive In
  5. You Won't Forget Me
  6. The Deep Blue Sea
  7. Brother John
  8. Shadow Waltz
  9. In The Chapel, In The Moonlight
  10. Vilia
  11. I Can't Believe You're In Love With Me
  12. Vera Cruz
  13. Never Never Land
  14. Pendulum Song
  15. Run For Cover
  16. Take It Or Leave It (Yvonne De Carlo vocal)
  17. Three Little Stars
  18. All Or Nothin'
  19. Poor Jud Is Daid Lisbon Antigua
  20. Robin Hood
  21. Port Au Prince
  22. Midnight Blues
  23. Proud Ones Theme
  24. The Love Of Genevieve
  25. Farmer's Tango
  26. Could You
  27. Accordion Willy
  28. Holiday In Naples
  29. Matinee
  30. New Girl In Town Theme
  31. Rue Madeleine
  32. Tangi Tahiti
  33. In A Small Forgotten Town
  34. Blame It On Paree Till There Was You
  35. Pal Joey Theme
  36. I'm Getting Sentimental Over You
  37. The Girl Most Likely
  38. St Louis Blues
  39. Seventh Voyage Of Sinbad
  40. Siesta In Saville
  41. Kings Go Forth
  42. Volare
  43. Walkin'
  44. Birds Of Paradise
  45. Somethin' Special
  46. Blue Safari
  47. De Guello Ting-A-Lay-O
  48. Markham Theme
  49. Autumn In Rio
  50. The Green Leaves Of Summer
  51. Little Old New York
  52. Come A Wanderin' With Me
  53. Naked City
  54. Defenders Stoney Burke Theme
  55. Ballad Of Jed Clampett
  56. My True Carrie
  57. Hello Dolly
  58. Fiddler On The Roof
  59. Gabrielle
  60. John F Kennedy March
  61. Big Mr C
  62. Melancholie
  63. Me And My Shadow
  64. Marriage On The Rocks
  65. Skyscraper
  66. Freddies New Slacks
  67. Don't Drink The Water
  68. On A Little Street In Singapore
  69. Where Were You When I Needed You
  70. Come Blow Your Horn
  71. Connies Theme
  72. Dance Ballerina Dance
  73. Mona Lisa
  74. It's A Mad, Mad, Mad, Mad World
  75. My Special Dream
  76. Turn The Lights Down Low
  77. Come To Me
  78. Without Your Love
  79. Riddle Song
  80. With Open Arms
  81. What'll I Do
  82. Thoroughly Modern Millie
  83. See The Cheetah
  84. March Of The Swiss Children
  85. Walking The Dog
  86. What A Way To Go
  87. Happy Houseboat
  88. Nelsons Riddler

Arrangiamenti famosi[modifica | modifica sorgente]

"I've Got You Under My Skin" (per Frank Sinatra), risalente al 12 gennaio 1956, rimane uno dei tanti vertici dell'attività di Riddle, il cui arrangiamento è divenuto sinonimo stesso della canzone
"Summer Wind" (per Frank Sinatra)
"What Is This Thing Called Love?" (per Frank Sinatra)
"In The Wee Small Hours Of The Morning" (per Frank Sinatra)
"Nice 'N' Easy" (per Frank Sinatra)
"How little We Know" (per Frank Sinatra)
"All The Way" (per Frank Sinatra)
"Learnin' The Blues" (per Frank Sinatra)
"My Kind Of Town" (per Frank Sinatra)
"One For My Baby (And One More For The Road)" (per Frank Sinatra)
"The Lady Is a Tramp" (per Frank Sinatra)
"Mona Lisa" (per Nat King Cole)
"Night and Day" (per Frank Sinatra)
"Ain't That a Kick in the Head" (per Dean Martin)
"Zing Went the Strings on My Heart" (per Judy Garland)
"Unforgettable" (per Nat King Cole)
"What's New" (per Frank Sinatra e poi Linda Ronstadt)
"Witchcraft" (per Frank Sinatra)

Arrangiamenti per Sinatra e canzoni più famose contenute negli album di maggior successo[modifica | modifica sorgente]

Capitol album

Reprise Records album

  • 1963 The Concert Sinatra. È il limite della potenza canora di Sinatra. In questo disco il cantante raggiunge il limite delle capacità della propria voce, così come la scrittura sinfonica di Riddle è al suo massimo. Le canzoni sono tutte di altissimo profilo. Si distinguono le interpretazioni di "Bewitched" (Richard Rodgers-Lorenz Hart) e di "Ol' Man River" (Jerome Kern-Oscar Hammerstein II)
  • 1963 Sinatra's Sinatra: una serie di re-incisioni dei successi della Capitol, qualche volta di qualità inferiore rispetto agli originali. Tra le altre canzoni, "I've Got You Under My Skin", "In The Wee Small Hours", "All the way", "How little we know", "Pocketful of Miracles", "The Second Time Around"
  • 1964 Sinatra Sings...Academy Award Winners. Quell'anno Sinatra presentò la cerimonia di assegnazione degli Oscar e incise un disco con le canzoni più famose lanciate dai film. Tra le incisioni migliori: "The Days Of Wine And Roses" (Henry Mancini-Johnny Mercer), "The Way You Look Tonight" (Jerome Kern-Dorothy Fields, "In The Cool, Cool of The Evening", "Moon River" (Henry Mancini-Johnny Mercer), "All The Way" e "Swingin' On a Star". Tra gli arrangiamenti più freschi e godibili di Riddle.
  • 1966 Moonlight Sinatra. Raccoglie canzoni legate al tema della luna. È un ottimo album, molto intenso.
  • 1966 Strangers in the Night. La canzone che dà il titolo all'album è arrangiata da Ernie Freeman, ma il resto è opera di Riddle, che con Sinatra in ottima forma produce un album di altissima qualità con canzoni come "Summer Wind", una rivisitazione irresistibilmente swing di "All Or Nothing At All", e successi attuali come "Downtown".

Arrangiamenti per Ella Fitzgerald[modifica | modifica sorgente]

Verve Records album

Pablo Records albums

Arrangiamenti per altri cantanti[modifica | modifica sorgente]

Nat King Cole - Unforgettable (Capitol Records, 1954)
Nat King Cole - Nat King Cole Sings For Two in Love (Capitol Records, 1954)
Nat King Cole - The Piano Style Of Nat King Cole (Capitol Records, 1955)
Nat King Cole - Ballads of The Day (Capitol Records, 1956)
Nat King Cole - This is Nat King Cole (Capitol Records, 1957)
Nat King Cole - St. Louis Blues (Capitol Records, 1958)
Nat King Cole - Wild Is Love (Capitol Records, 1960)
Johnny Matis - I'll Buy You A Star (Columbia Records, 1962)
Danny Williams - Swingin' For You (HMW Records, 1962)
Dean Martin - This Time I'm Swingin' (Capitol Records, 1960)
Dean Martin - Cha Cha De Amor (Capitol Records, 1962)
Bing Crosby - Return To Paradise Island (Reprise Records, 1964)
Sue Raney - When Your Lover Has Gone (Capitol Records, 1958)
Dinah Shore - Dinah, yes, Indeed (Capitol Records, 1959)
Phil Silvers - Phil Silvers' Swingin' Brass (Capitol Records, 1956)
Shirley Bassey - Shirley Bassey Sings the Hit Song from Oliver! (United Artists Records, 1963)
Antonio Carlos Jobim - The Wonderful Word Of Antonio Carlos Jobim (..., 1965)
Frank Sinatra, Jr. - Spice (DayBreak Records, 1971)
Keely Smith - Swingin' Pretty (Capitol Records, 1959)
Judy Garland - Judy (Capitol Records, 1955)
Judy Garland - Judy In Love (Capitol Records, 1958)
Peggy Lee - The Man I Love (Capitol Records, 1957)
Peggy Lee, Jump For Joy (Capitol Records, 1959)
Rosemary Clooney - Rosie Solves The Swingin' Riddle (RCA, 1960)
Rosemary Clooney - Love (Reprise Records, 1963)
Linda Ronstadt - What's new? (Asylum Records, 1984)
Linda Ronstadt - Lush Life (Asylum Records, 1984)
Linda Ronstadt - For Sentimental Reasons (Asylum Records, 1984)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 14959424 LCCN: n82009699