Nekomajin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio principale del manga Nekomajin, vedi Neko Majin.
Nekomajin
manga
Copertina dell'edizione italiana
Copertina dell'edizione italiana
Titolo orig. ネコマジン
(Nekomajin)
Autore Akira Toriyama
Editore Shueisha
1ª edizione 19992005
Collanaed. Weekly Shōnen Jump
Tankōbon unico
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 2007
Collanaed. it. Storie di Kappa
Periodicità it. mensile
Volume it. unico
Target shōnen
Genere azione

Nekomajin (ネコマジン?) è un manga one-shot giapponese comico scritto e disegnato dal mangaka Akira Toriyama. È stato serializzato a partire dall'aprile 1999 su Weekly Shonen Jump e si è concluso nel febbraio 2005. Gli otto capitoli che compongono la storia sono stati raccolti da Shueisha in un volume formato kanzenban, pubblicato il 4 aprile 2005. In Italia l'opera è stata edita da Star Comics in un unico volume, uscito il 20 febbraio 2007 sulla collana Storie di Kappa n. 146.

Nekomajin si caratterizza come una parodia dell'opera ben più nota di Toriyama, Dragon Ball.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra le avventure di alcuni Neko Majin, gatti dai poteri eccezionali. Uno di loro, un Neko Majin Z, vive nel deserto insieme ad un ragazzo e il loro scopo principale è quello di accogliere i turisti giunti da ogni parte del mondo truffandoli con uno stratagemma particolare.

Un giorno giunge Onio, un Saiyan obeso, insieme ad una sua alleata. Inizia la battaglia e Onio si trasforma in Super Saiyan e Nekomajin raggiunge un nuovo e potentissimo livello da lui chiamato "Super Neko Majin". Neko Majin vince Onio dopo una breve battaglia, ma in suo aiuto giunge Creeza, il figlio di Freezer. Lo scontro si disputa sotto forma di partita di calcio fino all'arrivo di Vegeta, che purtroppo è costretto a raggiungere lo spazio per un'altra missione. Poco dopo la scena si sposta lontano dal campo di battaglia, dove Neko si scontra con Majin Bu e infine con Son Goku che teletrasporta il super gatto a casa sua.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Originali[modifica | modifica wikitesto]

  • Creezer (クリーザ Kurīza?) è il figlio di Freezer e viene portato sulla Terra da Onio, un saiyan obeso che, essendo stato sconfitto da Neko Majin, decide di vendicarsi facendolo sconfiggere dal figlio di Freezer[1], Creezer affronta Neko Majin al primo stadio e viene facilmente sconfitto[2], perciò decide di trasformarsi nel suo secondo stadio[3]. Dato però che rimanevano solo poche pagine a disposizione, i due decisero di rinviare lo scontro a due giorni dopo, ed in quel lasso di tempo Creeza ed Onio rimasero ospiti a casa di Neko Majin[4]. In seguito viene rivelato che Creezer è stato sconfitto[5], tuttavia sia lui che Onio hanno fatto amicizia con Neko Majin. Il suo nome deriva da "Kuri", ovvero castagna in giapponese. La traslitterazione in "Creezer" deriva dalla medesima del padre, "Furiza" in giapponese.
  • Il Demone, il cui vero nome è Jajan, è il primo antagonista di Neko Majin. Vive in un uovo che, se rotto o agitato, può svegliarsi[6]. In passato, in un periodo imprecisato, è stato sigillato all'interno di quest'uovo da Neko Majin. In seguito è stato liberato da due ladri[7], ma nuovamente sconfitto e sigillato da Neko Majin[8]. Questo demone è disonesto e perfido, e dispone di una forza eccezionale; riesce infatti ad alzare una roccia da terra senza alcuno sforzo[9].
  • Kojiro (小次郎 Kojirō?) è un amico di Neko Majin che fa il maestro che scopre di avere una forza straordinaria, riuscendo a scagliare in acqua Neko Majin[10].
  • I Neko Majin (ネコマジン Nekomajin?, lett. "gatto magico") sono una razza di gatti antropomorfi dal carattere pacifico presenti sulla Terra, i quali possiedono ognuno la propria Sfera Majin che alimenta il loro potenziale combattivo. Nella serie si vedono tre diversi Neko Majin, di cui uno chiamato Neko Majin Z.
  • Onio (オニオ?) è un saiyan obeso che lavora per Freezer in coppia con Vegeta. Decide, insieme a sua moglie, di conquistare la terra e di farne la sua residenza estiva, sterminandone gli abitanti, lasciandone solo qualcuno come schiavo. Nonostante affermi di essere il guerriero più potente dell'intero universo viene sconfitto da Neko Majin Z, pur essendo trasformato in Super Saiyan. Per vendicarsi chiede l'aiuto di Creeza, il quale però viene a sua volta battuto. Come tutti i saiyan di Dragon Ball, il nome Onio deriva da un vegetale, onion (cipolla in inglese). L'aspetto di Onio ricorda molto Suppaman di Dr. Slump e Arale, altra famosa opera di Toriyama.
  • Pete Kobayashi è un ragazzo, avversario di Neko Majin, lo affronta ma viene sconfitto.
  • Selvaggio è un amico di Neko Majin e lo segue in tutte le sue avventure.
  • Lo Squalo rampicante è un animale che può cambiare forme che terrorizza gli umani finché non viene sconfitto da Neko Majin.
  • Thunder Bolt (サンダーボルト Sandāboruto?) è considerato l'uomo più forte del mondo, e perciò Neko Majin Z desidera affrontarlo, ma l'arrivo di Creeza ed Onio glielo impedisce. Alla fine del capitolo si reca a casa di Neko Majin insieme alla sua ragazza.
  • Usa-Majin è un Neko Majin nemico del protagonista, viene sconfitto da Fat Bu dopo che ha rubato la sfera dell'energia a Neko Majin.

Dall'universo di Dragon Ball[modifica | modifica wikitesto]

Sono parecchi i personaggi dell'universo di Dragon Ball che compaiono nel manga di Nekomajin. Si possono infatti vedere Goku, Vegeta, Majin Bu (grasso), Goten, Pan, Videl, Stregone del Toro, e Ub. A parte Vegeta, tutti gli altri personaggi, grazie ad il loro aspetto e dagli indumenti di Goku si può intuire che derivano dalla linea temporale della fine di Dragon Ball Z e quindi da quella del manga di Dragon Ball. Oltre ai personaggi si possono vedere anche alcune tecniche tipo il Teletrasporto, la Kamehameha parodiata con la Nekohameha di Nekomajin, l'uso delle onde energetiche, e i vari metodi di combattimento e le trasformazioni tipo il Super Saiyan che hanno reso famoso Dragon Ball.

  • Son Goku (孫 悟空 Son Gokū?) è il maestro di arti marziali di Neko Majin Z. Appare nell'ultimo capitolo, dove testa le abilità del suo allievo, che riesce a battere agitando un rametto (in quanto Neko Majin, essendo in parte un gatto, non riesce a resistere alla tentazione di giocarci). Subito dopo Goku spiega il motivo della sua visita: necessita di aiuto per battere un nemico che né lui, né Gohan, né Goten, né Ub sono riusciti a sconfiggere. Teletrasportatosi a casa sua, il sayan conduce il protagonista nella dispensa, dove si trova il nemico: un topo.
  • Vegeta (ベジータ Bejiita?). In questo fumetto il principe dei saiyan è ancora al servizio di Freezer. Arrivato sulla terra per soccorrere il figlio del suo capo affronta Neko Majin, ma resosi conto di essergli inferiore, con la scusa di essere stato convocato altrove se ne va, affermando di non voler mai più partecipare ad un fumetto pieno di gag.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 Neko Majin
「ネコマジン」 - Nekomajin
4 aprile 2005[11]
ISBN 4-08-873825-X
20 febbraio 2007[12]
Capitoli
  • 001. Arriva Nekomajin! (ネコマジンがいる Neko Majin ga iru?)
  • 002. Arriva Nekomajin! 2 (ネコマジンがいる 2 Neko Majin ga iru 2?)
  • 003. Ecco qui Nekomajin! (ネコマジンみけ Neko Majin mike?)
  • 004. Nekomajin Z (ネコマジン Z Nekomajin Z?)
  • 005. Nekomajin Z 2 (ネコマジン Z 2 Nekomajin Z 2?)
  • 006. Nekomajin Z 3 (ネコマジン Z 3 Nekomajin Z 3?)
  • 007. Nekomajin Z 4 (ネコマジン Z 4 Nekomajin Z 4?)
  • 008. Nekomajin Z 5 The end (ネコマジン Z 5 Nekomajin Z 5?)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Neko Majin Z, cap. 2, pag. 7-8
  2. ^ Neko Majin Z, cap. 2, pag. 10
  3. ^ Neko Majin Z, cap. 2, pag. 12
  4. ^ Neko Majin Z, cap. 2, pag. 15
  5. ^ Neko Majin Z, cap. 3, pag. 7
  6. ^ Neko Majin, cap. 1, pag. 8
  7. ^ Neko Majin, cap. 1, pag. 14-15
  8. ^ Neko Majin, cap. 1, pag. 26-27
  9. ^ Neko Majin, cap. 1, pag. 16
  10. ^ Neko Majin, cap. 2, pag. 9-10
  11. ^ (JA) ネコマジン 完全版, Shueisha. URL consultato il 22 marzo 2014.
  12. ^ Nekomajin, Star Comics. URL consultato il 22 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]