Nefropatia tubulointerstiziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nefropatia tubulointerstiziale
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 580.89, 581.89, 582.89, 583.89
ICD-10 (EN) N10, N12
MeSH (EN) D009395

Le nefropatie tubulo interstiziali (TIN, tubulointerstitial nephritis), sono patologie che coinvolgono tubulo renale ed interstizio, in quanto essendo le cellule tubulari in stretto rapporto con l'interstizio, al coinvolgimento di un distretto segue l'altro e viceversa. I glomeruli sono inizialmente relativamente risparmiati, così come i vasi (ovviamente nelle fasi finali della patologia avremo coinvolgimento del parenchima renale generalizzato).

Il coinvolgimento del tubulo renale è spesso dovuto all'azione di sostanze tossiche disciolte nel sangue, e che hanno clearance renale (per esempio farmaci). Il danno a livello tubulare è molto peggiore di quello negli altri tessuti perché:

  • i tubuli ricevono le sostanze tossiche a concentrazioni anche 1000 volte superiori rispetto alle concentrazioni sanguigne;
  • nel sangue spesso le tossine vengono tamponate/legate all'albumina o ad altre proteine;
  • le cellule tubulari contengono numerosi mitocondri, che sono altamente suscettibili al danno;
  • poiché le cellule tubulari effettuano numerose operazioni di trasporto attivo hanno bisogno di energia ed elevato apporto ematico, per cui se il sangue contiene tossine, le cellule tubulari ne ricevono una quantità maggiore.

Le TIN si distinguono a seconda della loro durata ed insorgenza in acute e croniche.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina