Need for Speed: ProStreet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Need For Speed: ProStreet
Need for Speed ProStreet.png
Immagine del gioco
Sviluppo EA Canada
Pubblicazione Electronic Arts
Serie Need for Speed
Data di pubblicazione Flag of the United States.svg 14 novembre 2007
Flag of Europe.svg 23 novembre 2007
Genere Simulatore di guida
Tema Corse su pista
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, PlayStation 3, Xbox 360, Wii, Game Boy Advance, Nintendo DS, PlayStation Portable
Distribuzione digitale Origin
Supporto Blu-Ray, DVD, Cartuccia DS, UMD, Wii Optical Disc, Download
Requisiti di sistema OS: Windows XP o Windows Vista

CPU: 2.8 GHz (Windows XP), 3.0 GHz (Windows Vista)
RAM: 512 MB (Windows XP), 1 GB (Windows Vista)
HDD: 8.1 GB (retail), 16 GB (digital)
GPU: Compatibile DirectX 9.0c e Pixel Shadel 2.0 con 128 MB di RAM
Audio: Scheda compatibile DirectX
Internet: 512Kbps o più veloce

Fascia di età DJCTQ: 12
ESRB: E10+
PEGI: 12
Periferiche di input Tastiera, Mouse, Gamepad, Volante

Need for Speed: ProStreet (NFS:PS) è un videogioco di guida prodotto dalla Electronic Arts, uscito in Italia e in Europa il 23 novembre 2007. Il titolo fa parte della serie Need for Speed.

Il Gioco[modifica | modifica sorgente]

Il videogioco è stato annunciato il 31 maggio 2007[1] dalla EA. Rispetto alle uscite precedenti sono stati apportati numerosi cambiamenti; infatti la polizia non è presente così come le corse in città e il gioco è concentrato più che altro sulle prestazioni delle automobili.

Caratteristiche Principali[modifica | modifica sorgente]

  • Le competizioni avranno luogo su circuiti chiusi in occasione di raduni sponsorizzati ambientati negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone.
  • Un'innovazione importante in ProStreet è la possibilità di danneggiare, anche seriamente, la propria auto. I danni subiti si distinguono in tre stadi in base alla gravità ("danno lieve", "danno grave" e "distrutta"). I danni vanno riparati, altrimenti saranno ancora presenti alla gara successiva.
  • Il gioco risulta più reale rispetto tutti i predecessori della serie, sia in termini di giocabilità che in veste grafica. Una giocabilità maggiormente simulatrice, dove i giocatori dovranno realmente pilotare per poter vincere.
  • Ovviamente il Tuning è ancora presente, e ogni minima modifica apportata influisce sulle prestazioni delle macchine.

Fattore di notevole importanza è la grande quantità di automobili disponibili: 58 nella versione per computer, delle marche Acura, Audi, BMW, Chevrolet, Cadillac, Bugatti, Nissan, Lancia, Mitsubishi, Ford, Volkswagen, Dodge, Porsche, Lexus, McLaren, Mercedes-Benz, Shelby, Pontiac e Pagani.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ryan Cooper esce dal mondo delle corse clandestine, proprio dei capitoli precedenti, e approda alle corse in pista. Esordisce nelle corse legali in una gara di qualificazione per la Battle Machine a bordo di una Nissan 240SX. Dopo aver vinto diverse corse tra cui le Battle Machine, le Reactive Team Sessions, le Super Promotion e gli Showdown, si devono battere i re della strada, ovvero cinque piloti particolarmente talentuosi:

  • il principale rivale, Ryo Watanabe, che guida una Mitsubishi Lancer Evolution X ed è conosciuto come "Re dello Showdown".
  • Aki Kimura, "Re del Drift", guida una Mazda RX-7.
  • Ray Krieger, "Re dell'Aderenza", guida una BMW M3 E92
  • Karol Monroe, "Regina dell'Accelerazione", guida una '06 Ford Mustang GT.
  • Nate Denver, "Re della Velocità", guida una '65 Pontiac GTO.

Tuttavia il titolo ha deluso le aspettative di molti fan; infatti i re delle quattro discipline risultano più semplici da battere rispetto al ''Re dello Showdown'' e alla sfida che li precede e che conseguentemente sblocca la sfida contro di loro.

Soundtrack[modifica | modifica sorgente]

  1. Peaches - Boys Wanna Be Her (Tommie Sunshine's Brooklyn Fire Retouch)
  2. Chromeo - Fancy Footwork (Guns ‘N Bombs Remix)
  3. Yelle - A Cause Des Garcons (Riot In Belgium Remix) Pop Up
  4. Junkie XL - Bezel
  5. Junkie XL feat. Lauren Rocket - More (Junk O Flamenco Remix)
  6. Cansei de Ser Sexy - Odio Odio Odio Sorry C
  7. We Are Wolves - Fight And Kiss
  8. Foreign Islands - We Know You Know It
  9. Neon Plastix - On Fire
  10. Junkie XL feat. Lauren Rocket - More (Junk O Punk Remix)
  11. Junkie XL - Decalomania
  12. The Toxic Avenger - Escape (Bloody Beetroots Remix)
  13. UNKLE - Restless feat. Josh Homme
  14. MSTRKRFT - Neon Knights
  15. Datarock - I Used To Dance With My Daddy (Karma Harvest Remix)
  16. Plan B - No Good (Chase & Status and Benni G Remix)
  17. Wiley - Bow E3
  18. Junkie XL - Castellated Nut
  19. Dude 'N Nem - Watch My Feet
  20. Plan B - More Is Enough feat. Epic Man
  21. Airbourne - Blackjack
  22. Avenged Sevenfold - Almost Easy
  23. Clutch - Power Player
  24. Year Long Disaster - Leda Atomica
  25. Junkie XL feat. Lauren Rocket - More (Junk O Rock Remix)
  26. Bloc Party - Prayer (Does It Offend You, Yeah? Remix)
  27. Digitalism - Pogo
  28. The Rapture - The Sound
  29. Klaxons - Atlantis To Interzone
  30. DÚNÉ - A Blast Beat
  31. The Horrors - Draw Japan
  32. Yeah Yeah Yeahs - Kiss Kiss
  33. The Faint - Dropkick The Punks
  34. TV On The Radio - Wolf Like Me
  35. Smallwhitelight - Spite
  36. Junkie XL - Brake Pipe and Hose

Particolarità del gioco[modifica | modifica sorgente]

  • Una volta arrivati a 402 km/h, velocità massima consentita nel gioco (raggiungibile, per esempio, in una gara di accelerazione 1/2 miglio o sui rettilinei della Nevada Highway), un bug presente nel gioco impedisce alle auto di sterzare, in quel momento.
  • Nonostante la Mitsubishi Lancer Evo X sia dotata di trazione integrale, durante la sfida di drift contro il re dello showdown, Ryo Watanabe, la si può vedere prendere parte alla gara, nonostante il giocatore, al contrario, non possa mai utilizzarla per tale gara.
  • Durante la scelta degli eventi di gara, in una giornata di gara in modalità carriera, si possono sentire i DJ ''J-Mac'' e ''Big J'' commentare le gare di Cooper ed elogiare altri piloti, come i gregari di Ryo o i piloti del team Grip Runners. Sono, però, presenti alcuni errori di doppiaggio. Ad esempio, Si può sentire ''Big J'' che descrive la G-Effect come ''La zona vip delle corse di velocità'', quando invece la G-Effect è il primo passo per arrivare a sfidare Ray Krieger, ovvero il ''Re dell'Aderenza''. Oppure, errore ancora più grossolano, si può sentire anche ''Big-J'' che elogia Karol Monroe (Regina dell'Accelerazione), ma etichettandola come ''Regina delle Derapate''

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Need for Speed: Pro Street annunciato ufficialmente

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi