Nebulosa Uovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati.
Nebulosa Uovo
Nebulosa protoplanetaria
La Nebulosa Uovo
La Nebulosa Uovo
Scoperta
Scopritore E. P. Ney;
Merrill K. M. et al.
Anno 1975
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
Costellazione Cigno
Ascensione retta 21h 02m 18.75s [1]
Declinazione +36° 41′ 37.8″
Coordinate galattiche 80°; -06°
Distanza 3260 a.l.
(999 pc)
Magnitudine apparente (V) 14,0
Dimensione apparente (V) 30" × 15"
Caratteristiche fisiche
Tipo Nebulosa protoplanetaria
Galassia di appartenenza Via Lattea
Dimensioni raggio 0,2 anni luce a.l.  
Magnitudine assoluta (V) 4,2
Altre designazioni
PK 080-06.1, UGC 11668; CRL 2688
Categoria di nebulose protoplanetarie

La Nebulosa Uovo è una nebulosa protoplanetaria bipolare nella costellazione del Cigno.

Venne individuata come controparte infrarossa nel 1975 ad opera di un gruppo di ricerca, studiando le tavole del Palomar Observatory Sky Survey; la nebulosità a riflessione simmetrica e altamente polarizzata associata alla sorgente venne identificata come una possibile nebulosa planetaria estremamente giovane.[2]

Appare formata da una serie di cerchi luminosi concentrici attorno alla stella centrale; un denso strato di gas e polveri si estendono attorno alla stella, bloccando i suoi raggi nella nostra direzione. Tuttavia, la luce ci arriva in modo indiretto grazie al riflesso del gas delle nube. Le polveri oscure interne hanno un aspetto simile ad un disco; i getti bipolari esterni alla nube indicano che il sistema ha un momento angolare, probabilmente generato da un disco di accrescimento.

Note

  1. ^ Gomez's Hamburger
  2. ^ Ney, E. P.; Merrill, K. M.; Becklin, E. E.; Neugebauer, G.; Wynn-Williams, C. G., Studies of the infrared source CRL 2688 in Astrophysical Journal, vol. 198, giugno 1975, pp. L129-L131, L133, L134. DOI:10.1086/181829. URL consultato il 4 settembre 2013.

Voci correlate

Collegamenti esterni

oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari