Nebulosa Razza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Nebulosa Razza
Nebulosa planetaria
La Nebulosa Razza ripresa dal telescopio spaziale Hubble
La Nebulosa Razza ripresa dal telescopio spaziale Hubble
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
Costellazione Altare
Ascensione retta 17h 16m 21,071s [1]
Declinazione -59° 29′ 23,64″[1]
Distanza 18000 a.l. [2]
(circa 2500 pc)
Magnitudine apparente (V) 10,75[1]
Dimensione apparente (V) 1",6[2]
Caratteristiche fisiche
Tipo Nebulosa planetaria
Dimensioni 0,08 a.l. [2]  
Altre designazioni
PN G331.3-12.1,[1]
Hen 3-1357[1]
Categoria di nebulose planetarie

La Nebulosa Razza (in lingua inglese Stingray Nebula; Hen 3-1357) è una nebulosa planetaria situata nella costellazione dell'Altare. È la nebulosa planetaria più giovane conosciuta, in quanto si sarebbe formata nel 1987.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Karl Gordon Henize scoprì nel 1967 la stella progenitrice della nebulosa, che classificò come un astro di classe spettrale A o B ad emissione . Una successiva osservazione nel 1971 mostrò come la stella, ormai riconosciuta come una gigante blu del ramo asintotico, si fosse evoluta verso la fase di pre-nebulosa planetaria. Nel 1989 si appurò che ormai l'oggetto era divenuto una nebulosa planetaria;[2][3] Parthasarathy e colleghi giunsero alla conclusione che la luce dell'evento sia giunta sulla terra dopo il 1975, probabilmente nel 1987, dopo aver viaggiato nello spazio per circa 18.000 anni luce.[2]

Le osservazioni condotte nel 1995 sul nucleo della nebulosa mostrarono la presenza di una nana bianca di classe DA, la quale sembrava aver diminuito la sua luminosità di un fattore 3 tra il 1987 e il 1995. La massa stimata della nana ammonterebbe a circa 0,6 M, ed ha una compagna separata da essa di 0,3 arcosecondi. La massa dei gas nebulari ammonterebbe a 0,015 M.

La luminosità dell'oggetto è stimata sulle 3000 L.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e STINGRAY NEBULA -- Planetary Nebula, SIMBAD. URL consultato il 25-07-2009.
  2. ^ a b c d e f M. Parthasarathy, Birth and early evolution of planetary nebulae in Bulletin of the Astronomical Society of India, vol. 28, 2000, pp. 217–224.
  3. ^ a b C. Gry, The rapidly evolving planetary nebula Hen 3-1357 in FUSE Proposal ID #Q304, 2002.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari