Ndaxagua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Ndaxagua è un sito archeologico e una caverna (conosciuto localmente come El Puente Colosal, ponte colossale) con doppia entrata, situato nella zona settentrionale del bacino di Coixtlahuaca. La caverna si trova presso la periferia della regione abitata da gente Maya, ma con tutta probabilità era abitata e usata da altre culture mesoamericane, principalmente Zapotechi e Mixtechi.

La caverna prende il nome da un ponte di roccia naturale al di sopra di essa. Veniva usata come entrata sacra all'interno del bacino. Alcuni codici trovati a Coixtlahuaca menzionano questa caverna, e spiegano che si credeva che fosse il luogo dove Quetzalcoatl era sceso dal paradiso.

Sulle pareti ci sono delle iscrizioni che mostrano figure umane con maschere con un becco. Un altro segno mostra un uomo che sta sacrificando un cervo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Brady, James E. e Keith M. Prufer ; 2005 ; In the Maw of the Earth Monster:Studies of Mesoamerican Ritual Cave Use ; Pubblicato da University of Texas Press ; Austin ; ISBN 0-292-70586-7
archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia