Nazca (anime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Nazca
serie TV anime
Titolo orig. 時空転抄ナスカ
(Jikū tenshō Nasuka)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Regia Shigeki Kuhara
Sceneggiatura
Character design Hirotoshi Sano
Musiche Tsuneyoshi Saito
1ª TV 6 aprile 1998 – 29 giugno 1998
Episodi 12 (completa)
Durata ep. 25 min
Episodi it. 12 (completa)
Durata ep. it. 25 min
Doppiaggio it. Patrizia Salmoiraghi (direttore)
Dialoghi it.
Generi azione, drammatico, fantasy
Nazca
manga
Titolo orig. 時空転抄ナスカ
(Jikū tenshō Nasuka)
Autore Akira Himekawa
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione maggio 1998[1] – marzo 1999[2]
Tankōbon 2 (completa)
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 10 novembre 2002[3] – 10 dicembre 2002[4]
Collanaed. it. Zero 44
Volumi it. 2 (completa)
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōnen
Generi azione, drammatico, fantasy

Nazca (時空転抄ナスカ Jikū tenshō Nasuka?) (letteralmente "I movimenti dimensionali di Nazca"), è un anime trasmesso in Giappone a partire dal 1998 e arrivato anche in Italia conservando lo stesso titolo, edito dalla Dynit. Dall'anime è stato tratto un manga omonimo, scritto e disegnato dal duo artistico Akira Himekawa, pubblicato in Giappone nel marzo 1998 ed arrivato anche in Italia alla fine del 2002 grazie alla casa editrice Star Comics.

Nella sigla di apertura del serial tv americano Malcolm è possibile vedere due spezzoni di questo anime.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Quasi 500 anni fa, in seno ad un impero Inca ormai in piena decadenza, scoppiò una sanguinosa guerra civile tra il sovrano Huàscar, despota assetato di potere, e il fratellastro Atahuallpa, strenuo difensore della cultura del suo popolo. La fazione perdente, quella del re Huàscar, cercò di rovesciare le sorti del conflitto aprendo i cancelli dell'Ilyatesse, il potere interiore della Terra, scintilla stessa della vita, che i sacerdoti Inca avevano imparato a fare proprio. Quel potere però si rivelò troppo grande per poter essere controllato, e minacciò di distruggere il mondo, ma sacrificando la propria vita il principe Atahuallpa riuscì a richiudere i cancelli e ad evitare l'apocalisse. Passano i secoli e nel Giappone del presente, il giovane Kyoji Miura scopre di essere la reincarnazione di Bilka, il più fedele dei generali di Atahuallpa. Ma Kyoji non è il solo. Il suo amico e insegnante, Tate, è l'antico guerriero Yawaru, alleato di Huàscar, colui che aveva suggerito al re di sfruttare i poteri dell'Ilyatesse per sconfiggere i ribelli. Ora, dopo mezzo secolo, Yawaru è ancora determinato ad aprire i cancelli dell'Ilyatesse per portare distruzione tra l'umanità, da lui giudicata crudele e malvagia, e diventare il sovrano di un nuovo mondo popolato solo dai più degni di sopravvivere. Kyoji si vedrà quindi costretto ad accettare la propria natura e ad opporsi a Tate per impedirgli di portare a termine il proprio disegno e salvare così il futuro dell'umanità.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Miura Kyoji/Bilka
Normalissimo e tranquillo studente giapponese moderno, appassionato praticante dell'arte del kendo, si ritroverà da un momento all'altro in un incubo, scoprendosi la reincarnazione del valoroso guerriero Bilka, della civiltà Inca. Nel passato Bilka aveva combattuto al fianco del principe Atahualpa contro il suo amico Yawaru, alleato del despota Huàscar, impedendo loro di distruggere l'umanità con il potere dell'Ilyatesse. Adesso il suo destino sta per ripetersi dato che il terribile Yawaru si è reincarnato nel suo miglior amico Tate.
Tate Masanari/Yawaru
Insegnante di educazione artistica e di kendo, nonché grande amico di Kyoji, Tate si trasformerà da persona gentile e affettuosa in un mostro senza scrupoli, non appena si risveglierà in lui l'anima del guerriero Yawaru. Completamente preso dal suo folle intento di riaprire i cancelli dell'Ilyatesse per purificare l'umanità, Tate non esiterà un attimo a cercare di ucciedere l'ex-amico, quando questo cercherà di fermarlo.
Kiritake Yuka/Akurya
Fidanzata di Tate, si rivelerà essere la sacerdotessa Akurya, che nella sua passata vita era stata promessa in sposa proprio al crudele Yawaru, pur non condividendo i suoi folli piani di distruzione e nutrendo un forte sentimento per Bilka.
Hiroshi Daimon/Olehon
Migliore amico di Kyoji, che considera quasi un fratello, Hiroshi si ritroverà coinvolto nella guerra quando scoprirà di essere la reincarnazione di Olehon, grande sacerdote del tempio di Cuzco. Grande amico di Bilka, si sentì tradito quando lui si schierò al fianco del principe Atahualpa, per questo combatté al fianco di Yawaru e Huàscar collaborando con i suoi poteri all'apertura dei cancelli dell'Ilyatesse. Nel presente, sceglierà nuovamente di schierarsi dalla parte di Yawaru per assisterlo nel suo folle disegno, immemore del terrore che aveva provato allorquando si era reso conto di aver sconfinato nel regno di Dio.
Masamichi Shiogami/Jigumi
Noto anche come "Dio della Morte", Shiogami è un esperto combattente di kendo tristemente famoso per avere la tendenza a fare ricorso, durante i suoi incontri, ad ogni genere di scorrettezza pur di aggiudicarsi la vittoria. Al tempi di Tahuantinsuyo era stato il guerriero Jigumo, ed anche allora era famoso per la sua crudeltà e il suo sadismo ai limiti della follia. In aperto contrasto con Bilka, colpevole di avergli sottratto il titolo di miglior discepolo di Yawaru, combatté nella guerra civile al fianco del suo maestro, scelta che ripercorrerà anche nella sua nuova vita. Trae la sua forza dalla Luna, ed ha come simbolo protettore il Ragno Velenoso, grazie ai quali può raddoppiare il proprio potere distruttivo.
Dan Takuma/Camalos
Studente ripetente e amico di Kyoji, Dan è un appassionato di escursionismo che sogna di scalare le più alte vette del mondo, nonché un grande esperto di bojutsu (il combattimento col bastone), abilità derivatagli dalle sue origini montanare. Nella sua vita precedente era stato il guerriero Camalos, e aveva combattuto al fianco di Bilka e Atahualpa; allora era innamorato della guerriera Heretra, ma ora i due si ritrovano a combattere su fronti opposti poiché la ragazza, nella sua nuova esistenza, si è reincarnata in Tatsuko, la fidanzata di Shiogami.
Keita Seino/Amano
Grande amico di Dan, Keita è uno studente delle medie con una grande passione per l'entomologia e le scienze naturali in generale. Dotato di un animo molto sensibile e amichevole, prova disgusto verso l'atteggiamento tenuto dall'uomo nei confronti della natura, e la vista di animali o piante vittime dell'ingordigia umana lo fa infuriare oltre ogni limite. Ai tempi dell'Impero Inca era stato il sacerdote Amano, discepolo e aiutante del padre di Olehon, e aveva combattuto al fianco di Atahuallpa, cercando, senza riuscirci, di impedire al re Huàscar di aprire i cancelli dell'Ilyatesse. Malgrado sia dotato di un grande potere magico la sua forza non è neanche paragonabile a quella di Daimon, che infatti lo sconfiggerà senza problemi nel loro primo e unico scontro diretto.
Tatsuko/Heretra
Tatsuko è la fidanzata di Shiogami, da cui ha imparato l'arte del combattimento con le spade corte. Alcuni anni prima Shiogami l'aveva salvata da una banda di balordi che avevano tentato di violentarla (questo però, come lo stesso Shiogami rivelerà verso la fine della vicenda, non per un qualche nobile intento, ma solo per un capriccio), e da allora la ragazza ha iniziato a manifestare nei suoi confronti sia una sorta di legame fraterno sia un sentimento amoroso tanto forte da sconfinare quasi nell'ossessione. Per paradosso, nella sua vita precedente era stata la guerriera Heretra, alleata di Atahualpa e compagna di Camalos, a cui aveva promesso di sposarlo al termine della guerra civile, a aveva avuto in Jigumo, di cui deprecava l'atteggiamento sadico e malvagio, il suo peggior nemico.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio italiano è stato eseguito sotto la direzione di Patrizia Salmoiraghi. La traduzione dal giapponese è di Laura Giordano e i dialoghi italiani sono di Vincenzo Martella.

Personaggi Voce Originale Voce Italiana
Kyoji Miura (Vilca) Kenichi Suzumura Simone D'Andrea
Masanari Tate (Yahuar) Takehito Koyasu Marco Balzarotti
Yuka Kiritake (Acria) Megumi Hayashibara Roberta Gallina Laurenti
Hiroshi Daimon (Olehon) Yuji Ueda Patrizio Prata
Masamichi Shiogami (Jigumi) Claudio Moneta
Dan Takuma (Camalos) Takehiro Murozono Riccardo Lombardo
Keita Seino (Amato) Daisuke Sakaguchi Cinzia Massironi
Yukinojo Miura Takeshi Aono Mario Scarabelli
Miyuki Miura Sayuri Yoshida Tosawi Piovani
Rena Asagawa Chinami Nishimura Debora Magnaghi
Nishiwaki Lorenzo Scattorin
Atawalpa Showtaro Morikubo Pino Pirovano
Huascar Toshiyuki Morikawa Massimiliano Lotti
Kariya (Garos) Kentarou Itou Luca Bottale
Voce Narrante Massimiliano Lotti

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Copertina del primo DVD edito dalla Dynit
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Il Risveglio
「目覚めし者たち - Despertar」 - mezame shi sha tachi
6 aprile 1998
2 L'Incontro sulle Ande
「アンデスの邂逅 - Encuentro」 - andesu no kaikoo
13 aprile 1998
3 Il Richiamo degli Uomini-Anima
「魂人の蠢動 - Actividad」 - tamashii jin no shundoo
20 aprile 1998
4 Lacrime! E poi l'addio
「涙!そして決別! - Lágrimas」 - namida! soshite ketsubetsu!
27 aprile 1998
5 Irra Tezze
「イリャ・テッセ - Irra Tezze」 - irya.tesse
4 maggio 1998
6 Lo Scontro Decisivo! La Città Morta
「決戦!虚無の街 - ¡Batalla decisiva!」 - kessen! kyomu no machi
11 maggio 1998
7 La luce dei ricordi sul passato
「記憶…それぞれの二人 - Memoria de cada uno」 - kioku? sorezore no ni nin
18 maggio 1998
8 La Terra Promessa
「約束の地・アスカへ - La tierra de Promisión」 - yakusoku no chi. asuka e
25 maggio 1998
9 La luce che scaccia le tenebre
「闇を追う光 - Luz y oscuridad」 - yami o ō hikari
8 giugno 1998
10 Oltre la luce
「灯の向こうの明日へ - Mi profesor」 - akari no mukoo no ashita e
15 giugno 1998
11 Verso il Monte del Destino
「運命の頂に向かって - Punto mas suerte」 - unmei no itadaki ni mukat te
22 giugno 1998
12 E poi il futuro
「そして未来のために! - ¡Mañana!」 - soshite mirai no tame ni!
29 giugno 1998

Sigle[modifica | modifica sorgente]

L'edizione italiana utilizza le sigle originali giapponesi.

Sigla di apertura
"Ai no Fuuga (愛のフーガ)" ("Fuga d'amore"), eseguita da The Eccentric Opera, liberamente ispirata alla "Fuga in Sol minore" di Johann Sebastian Bach.
Sigla di chiusura
"Condor wa Tonde Iku (コンドルは飛んでいく)" ("Il condor passa"), cantata da Nami Sagara.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Amazon.co.jp: 時空転抄ナスカ (1) (角川コミックス・エース): 姫川 明: 本. URL consultato il 19-01-10.
  2. ^ Amazon.co.jp: 時空転抄ナスカ (2) (角川コミックス・エース): 姫川 明: 本. URL consultato il 19-01-10.
  3. ^ Nazca - Scheda del fumetto. URL consultato il 19-01-10.
  4. ^ Nazca 2- Scheda del fumetto. URL consultato il 19-01-10.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga