Natalus lanatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Natalus lanatus
Immagine di Natalus lanatus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Natalidae
Genere Natalus
Specie N.lanatus
Nomenclatura binomiale
Natalus lanatus
Tejedor, 2005

Natalus lanatus (Tejedor, 2005) è un pipistrello della famiglia dei Natalidi diffuso nell'America Centrale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 35,4 e 38,6 mm, la lunghezza della tibia tra 16 e 19,2 mm, la lunghezza delle orecchie tra 13,2 e 15,6 mm e un peso fino a 6,5 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga e lanosa. Le parti dorsali variano dal grigio al fulvo-olivastro con la base dei peli più scura e una parte centrale più chiara, mentre le parti ventrali sono come le parti dorsali ma con i singoli peli bicolori. Il muso è lungo, appiattito e ricoperto di lunghi peli scuri. Le narici sono piccole, ovali e aperte lateralmente e verso il basso. Le orecchie sono grandi, squadrate, a forma di imbuto e con un incavo superficiale sul bordo posteriore appena sotto l'estremità appuntita. Il trago è corto, triangolare e con l'estremità piegata in avanti. Le ali sono attaccate posteriormente sopra le caviglie. I piedi sono ricoperti di peli, con dei ciuffi più lunghi alla base degli artigli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio, il quale margine libero è frangiato. Il calcar è molto lungo.

Ecolocazione[modifica | modifica sorgente]

Emette ultrasuoni attraverso impulsi a frequenza modulata iniziale di 120-90 kHz e finale di 60-80 kHz.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte e miniere.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa negli stati messicani settentrionali e centrali di Chihuahua, Durango, Guerrero, Jalisco, Nayarit, Sinaloa, Veracruz e nel Costa Rica.

Vive nelle foreste decidue e nelle foreste tropicali montane.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La Lista rossa IUCN, considerato il vasto areale e la presenza in diverse aree protette, classifica N.lanatus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Arroyo-Cabrales, J. & Ticul Alvarez Castaneda, S. 2008, Natalus lanatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Tejedor, 2005, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi