Natalie du Toit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natalie du Toit
Dati biografici
Nazionalità Sudafrica Sudafrica
Nuoto Swimming pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità 50 m Stile libero
100 m Stile libero
400 m Stile libero
Palmarès
Giochi paralimpici 10 1 0
Giochi del Commonwealth 7 0 0
Giochi Panafricani 3 2 0
Campionati africani di nuoto 1 1 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Natalie du Toit (Città del Capo, 29 gennaio 1984) è una nuotatrice sudafricana. È conosciuta per essersi qualificata alle Olimpiadi del 2008 a Pechino, per le medaglie d'oro vinte ai Giochi Paralimpici del 2004 e del 2008, così come per le brillanti prestazioni ai Giochi del Commonwealth.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Natalie du Toit fece la prima gara internazionale all'età di 14 anni, quando ha preso parte ai Giochi del Commonwealth del 1998 a Kuala Lumpur. Nel febbraio 2001, dopo essere stata colpita da un'automobile mentre guidava il suo scooter, le è stata amputata la gamba sinistra sopra al ginocchio. Nel corso dei Giochi del Commonwealth del 2002 di Manchester, la Du Toit, che allora aveva 18 anni, ha vinto sia la medaglia d'oro nei 50 m stile libero che nei 100 m stile libero a tempo di record.

Nel 2003, gareggiando contro nuotatori senza alcune disabilità, la Du Toit ha vinto l'oro negli 800 metri stile libero ai Giochi panafricani come pure d'argento negli 800 metri stile libero e bronzo nei 400 metri stile libero agli Afro-Asian Games.

Nel 2004 si è qualificata per le Paralimpiadi di Atene del 2004, dove ha vinto un argento e cinque medaglie d'oro. Ai XVIII Giochi del Commonwealth del 2006 ha ribadito la sua precedente prestazione vincendo gli stessi due ori, come aveva vinto a Manchester. Nel 2006 la Du Toit ha vinto sei medaglie d'oro in occasione dei Campionati Mondiali di Nuoto IPC.

Il 3 maggio 2008, si è qualificata per Paralimpiadi di Pechino del 2008, ed è tornata a casa con 5 medaglie d'oro.

Dopo George Eyser[1] è stata la prima amputata a qualificarsi per le Olimpiadi del 2008 a Pechino, dove, il 20 agosto 2008, ha ottenuto il sedicesimo posto in 2h 0min 49s nella gara di 10 km in acque aperte con, alla partenza, 25 nuotatrici normodotate.

Nel 2009 ha partecipato ai Mondiali di nuoto, gareggiando nella 5 km e nella 10 km in acque libere.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Atene 2004: oro nei 50 m, 100 m e 400 m sl S9, nei 100 m farfalla S9 e nei 200 m misti SM9.
Pechino 2008: oro nei 50 m, 100 m e 400 m sl S9, nei 100 m farfalla S9 e nei 200 m misti SM9.
2002 - Manchester: oro nei 50 m e 100 m sl EAD.
2006 - Melbourne: oro nei 50 m e 100 m sl EAD.
2010 - Delhi: oro nei 50 m sl, 100 m sl e nei 100 m farfalla S9.
1999 - Johannesburg: argento nei 200 m delfino e nei 400 m misti.
2003 - Abuja: oro negli 800 m sl.
2007 - Algeri: oro nei 1500 m sl e nella staffetta 4x200 m sl.
2006 - Dakar: argento nei 400 m sl, bronzo negli 800 m sl e nei 1500 m sl.
2008 - Johannesburg: oro nella 5km in acque libere.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Ordine di Ikhamanga in Oro
«Per i risultato eccezionali nel'arena sportiva internazionale che funge da fonte di ispirazione per tutti i sudafricani.»
— 29 dicembre 2004[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Natalie du Toit ready to make Olympic history. URL consultato il 5 novembre 2009.
  2. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14553920