Natale Schiavoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Natale Schiavoni (Chioggia, 1777Venezia, 1858) è stato un pittore e incisore italiano.

Odalisca (1845)
di Natale Schiavoni
Civico Museo Revoltella Trieste

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di notevole talento naturale, dopo gli esordi da autodidatta a Chioggia, sia come disegnatore che come incisore, entrò in contatto con gli abati Angelo Bottari, Giuseppe Olivi e Stefano Chiereghin.

All'Accademia di Venezia fu allievo del pittore Francesco Maggiotto. Frequentò Melchiorre Cesarotti e fu lodato da Ugo Foscolo. Cominciò a dedicarsi alla miniatura, ottenendo grande successo commerciale, soprattutto durante gli anni del soggiorno a Trieste.

Fu poi a Milano negli anni del principe Eugenio di Beauharnais, lavorando intensamente come ritrattista. Con la restaurazione austriaca, Natale Schiavoni fu chiamato a Vienna dall'imperatore Francesco I, come ritrattista di corte.

Dal 1824 si trasferì in palazzo Giustiniani a Venezia, dove costituirà una celebre galleria d'arte e continuerà una intensissima produzione pittorica, specializzandosi nella realizzazione di dipinti con giovani bellezze femminili.

Anche Felice Schiavoni, suo figlio, fu pittore ritrattista.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonello Nave, Natale Schiavoni incisore, miniatore, pittore, in "Chioggia. Rivista di studi e ricerche", 33, ottobre 2008, pp. 125-177. I

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]