Natale Abbadia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Natale Abbadia (Genova, 11 marzo 1782Roma, 25 dicembre 1861) è stato un compositore e direttore di coro italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Natale Abbadia fu maestro di canto e di coro al Teatro Carlo Felice di Genova dal 1831 al 1837, nonché bravo compositore di musica ecclesiastica e teatrale. Si trasferì successivamente a Milano come insegnante di canto.

Già dalla sua infanzia si dimostrò appassionato di musica. Per quattro anni seguì con profitto gli studi dal Maestro romano Pietro Raimondi e successivamente si affidò al Maestro Luigi Cerro, suo compatriota. A dodici anni sorprendeva già i professori per la sua grande abilità nell'eseguire i pezzi più difficili con il cembalo. Grazie alla grande passione per lo studio ed al suo talento, riuscì ad acquisire sempre più sicurezza, forza ed espressione nelle esecuzioni, secondo le regole del contrappunto.

Evidente era anche il suo buon gusto per la melodia e l'accompagnamento nelle opere da lui composte. Appena ventenne compose, nell'ambito della musica sacra, una messa a tre voci ed una a quattro voci che riscossero gli applausi del pubblico.

Per il teatro scrisse una farsa intitolata («L'imbroglione e il castigamatti») e un dramma a 7 voci dal titolo («La Giannina di Pontieu ovvero La Villanella d'onore»).

Sua figlia Luigia fu mezzosoprano e insegnante di canto.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Carlo Gervasoni, Nuova Teoria di Musica ricavata dall'odierna pratica, ossia metodo sicuro e facile in pratica a cui si fanno precedere varie notizie storico-musicali, Parma, Stamperia Blanchon, 1812

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Giannina di Pontieu ovvero La Villanella d'onore, opera teatrale, Genova, 1812
  • L'imbroglione e il castigamatti, farsa, 1812