Nat Scammacca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nat Scammacca (Brooklyn, 20 luglio 1924Trapani, 22 ottobre 2005) è stato un poeta, saggista e traduttore italiano.

È stato uno dei principali scrittori italo-americani della seconda metà del Novecento.[1] Di origini siciliane, si laureò presso la Long Island University e la New York University in Lettere e Filosofia e in Pedagogia. Insieme al fratello gemello Saverio, prese parte alla seconda guerra mondiale come tenente pilota dell’aviazione statunitense, conseguendo la "Distinguished Flying Cross" e la "Bronze Star" per meriti militari. Dopo avere soggiornato per lunghi periodi in vari Paesi europei, nel 1965 si stabilì in Italia, insegnando Lingua inglese al British College di Palermo. Poi si trasferì a Trapani, la città della moglie, Nina Di Giorgio.

È stato uno dei fondatori e dei principali esponenti del movimento artistico e culturale underground siciliano “L’Antigruppo[2][3][4] nato in antitesi al “Gruppo 63”[5] e che si diffuse e operò per oltre un ventennio in tutta la Sicilia, annoverando tra i suoi membri molte decine di poeti, narratori, pittori, grafici, tra cui: Santo Calì[6], Nicolò D’Alessandro, Gianni Diecidue, Carmelo Pirrera, Rolando Certa, Ignazio Apolloni, Antonino Contiliano, Crescenzio Cane, Pietro Terminelli, Enzo Bonventre e molti altri. Questo movimento letterario si caratterizzava per le sue manifestazioni di piazza, i recitals, l’uso della stampa col ciclostile, la “polemica” tra i propri stessi membri e, soprattutto, il rifiuto dell’establishment editoriale e culturale del Nord Italia. Fu vicino alle posizioni libertarie della Beat Generation, nonché traduttore e amico di uno dei suoi esponenti, Lawrence Ferlinghetti. Fu anche amico di Cesare Zavattini.[7]

Curò con grande passione la “terza pagina” del settimanale "Trapani Nuova" dal 1967 al 1991, intessendo relazioni culturali con scrittori e artisti statunitensi, nordeuropei, cinesi e di varie altre parti del mondo, che trovavano ospitalità sul periodico siciliano. Fu anche tra i fondatori di varie riviste («Anti», «Antigruppo Palermo», «Impegno 70», «Impegno 80») e della Cooperativa Editrice Antigruppo.

Fu anche tra i sostenitori della tesi di Samuel Butler sull’origine siciliana dell’Odissea e, in quest’ottica, tradusse un testo di L.G. Pocock (The Sicilian origin of the Odissey), contribuendo a riaprire tale questione sulla stampa nazionale e internazionale. [8] [9] [10]

Si adoperò anche per la diffusione della poesia scozzese in Italia.[11][12]

La storia d'amore di Nat Scammacca e sua moglie Nina di Giorgio ha liberamente ispirato nel 2012 il romanzo di Giacomo Pilati: "Sulla punta del mare".[13]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Poetiche

  • A lonely room, Trapani, Celebes, 1966.
  • Ombre di luce, Trapani, Celebes, 1968.
  • Per i piccoli figli di Dio, Palermo, Il Vertice, 1969.
  • Una stagione d'amore, introduzione di Leonardo Sciascia, Trapani, Celebes, 1970 (con Gianni Diecidue e Rolando Certa).
  • Glenlee, Catania, Di Maria, 1971.
  • Nuove liriche, a cura di Enzo Bonventre, Trapani, Celebes, 1977.
  • A meeting with N. D'Alessandro e N. Scammacca. Poesie in inglese e in italiano, New York, Cross-culturai Communications, 1977. ISBN 0893045004
  • Saturday Night Poetry, Freeport, P. Librairy, 1977 (con David Axelrod).
  • A meeting with D. Tumminello e W. Stafford. Poesie in italiano e inglese, Trapani - New York, Antigruppo - Cross-cultural Communications, 1978.
  • A meeting with D. Axelrod e Gnazino Russo. Poesie in italiano e inglese, New York, Cross-cultural Communications, 1980.
  • Erice. Otto poesie e un racconto, Trapani, Antigruppo, 1980.
  • Poesie di due poeti siciliani, Certa e Scammacca, trad. in greco di Kostas Valetas, Atene, 1983.
  • Glenlee. Poesie di Scammacca, trad. in siciliano di Turiddu Bella, Trapani, Trapani Nuova, 1985.
  • Schammachanat. Poesie in italiano e inglese, Trapani - New York, Antigruppo - Cross-cultural Communications, 1985. ISBN 0893045721
  • Ericepeo, Trapani, Antigruppo Siciliano; Palermo - New York, Il Vertice Libri - Cross-cultural Communications, 1990. ISBN 0893045446

Narrative

  • Bye bye America. Ricordi di un wop, Palermo, Libri siciliani, 1972. ISBN 0893040908
  • Diario di viaggio, Trapani, Trapani Nuova, 1974.
  • La raccomandazione. Prosa italiana e inglese, Trapani – New York, Antigruppo - Cross-cultural Communications, 1980.
  • Due mondi (romanzo), introduzione di Cesare Zavattini, Trapani, Antigruppo, 1979.
  • Siciliano o Americano (racconti), Trapani – New York, Antigruppo - Cross-cultural Communications, 1986.
  • Bye bye America. Memories of a Sicilian-american, Trapani – New York, Antigruppo - Cross-cultural Communications, 1986 (edizione in inglese).
  • Sikano l'Amerikano! (racconti), Trapani – Palermo – New York, Antigruppo - Il Vertice - Cross-cultural Communications, 1989.
  • The Hump, Trapani – Palermo – New York, Antigruppo - Il Vertice - Cross-cultural Communications, 1994 (con Sal Scammacca).

Saggi

  • Al bivio, Trapani, Celebes, 1968.
  • Una possibile poetica per un Antigruppo, Trapani, Celebes, 1970.
  • 21 punti per una polemica aperta, Trapani, 1971.
  • Analisi Antigruppo, Trapani, Antigruppo, 1973.
  • Corrispondenza Antigruppo (con Cesare Zavattini), Trapani, Antigruppo, 1975.
  • Terza Pagina Antigruppo, a cura di N.S., Trapani, Trapani Nuova-Antigruppo, 1975 (antologia).
  • La polemica populista dell'Antigruppo, Trapani, Trapani Nuova, 1979.
  • Poetica populista Antigruppo, Trapani, Trapani Nuova, 1979.
  • S. CALÌ, Yossiph Shyryn, a cura di Nat Scammacca., introduzione di Giuliano Manacorda, Trapani New York, Antigruppo Siciliano - Cross-cultural Communications, 1980.
  • M. GILLAN, Luce d'inverno, a cura di Nina e Nat Scammacca, Trapani – Palermo – New York, Antigruppo - Il Vertice - Cross-cultural Communications, 1988. ISBN 0893045241

Ciclostilati

  • Esistenza Antigruppo, Trapani, 1971 (poesie e saggi).
  • Polemica aperta: i 21 punti dell'Antigruppo, Trapani, 1971.
  • Un americano a Trapani, Trapani, 1972 (poesie).
  • No al fascismo, Trapani, 1972 (poesie e saggi).

Traduzioni

  • M. L. KING, Marcia verso la libertà, Palermo, Andò, 1968.
  • M. L. KING, Perché non possiamo aspettare, Palermo, Andò, 1970.
  • Poesie della pace, traduzione dal siciliano in inglese, in S. CALÌ, La notti longa, Giarre (CT), Centro studi Santo Cali, 1974.
  • 16 poeti siciliani tradotti in inglese, «Akross», 1975, n. 27.
  • Nuova poesia scozzese, Trapani, Celebes, 1976 (traduzione dallo scozzese).
  • Sicilian Antigruppo. Antologia di 18 poeti siciliani, New York, Cross-cultural Communications, 1976.
  • L. FERLINGHETTI, Poesie politiche, Trapani, Celebes, 1977.
  • P. BILLECI, Blu. Poesie, Trapani, Antigruppo, 1979.
  • In Sicilia ed altri luoghi. Antologia poetica, 1981 (con Ignazio Navarra).
  • R. CERTA, Canto d'amore per la Sicilia. Poesie, New York, Cross-cultural Communications - S.H. Barkan, 1982.
  • A. PENDOLA, Zabut. Poesie, Trapani, Antigruppo, 1983.
  • L.G. POCOCK, The Sicilian origin of the Odissey, 2ª ed., Trapani – New York, Antigruppo siciliano - Cross- cultural Communications, 1986 (traduzione con Nina Di Giorgio) ISBN 0893045683
  • I. NAVARRA, Menfi. Poesie, 1986.
  • Portraits and Poets, New York, Cross-cultural Communications, 1986.

Critica

Emanuele Mandarà, Tra il fingere e il tacere, Mursia, 1969.

Giuseppe Zagarrio, Quasimodo, Firenze, La nuova Italia, 1969, p. 13. [13]

Giuseppe Zagarrio, Tavola rotonda, Firenze, La Nuova Italia, 1970.

Santo Calì (a cura di), Un tulipano rosso. I giovani e la poesia di contestazione, Catania, Edigraf, 1971.

Carmelo Pirrera (a cura di), Poeti siciliani, Palermo, Il Vertice, 1974.

Mariella Bettarini, Materiali per gli anni Ottanta, Messina, Firenze-Messina, D’Anna, 1976.

Giuseppe Zagarrio, Febbre, furore e fiele, Milano, Mursia, 1983. [14]

Cesare Zavattini, Opere, a cura di Silvana Cirillo, Milano, Bompiani, 1991. [15]

Giuseppe Zagarrio, “Quartiere” e dintorni: discorso sulla poesia italiana degli anni Sessanta, Firenze, Bastogi, 1993. [16]

Salvatore Mugno, Nat Scammacca, in Novecento letterario trapanese, presentazione di Michele Perriera, Palermo, Regione Siciliana, 1996, pp. 148-151. [17]

Giuliano Manacorda, Storia della letteratura italiana contemporanea: 1940-1996, Roma, Editori Riuniti, 1996. [18]

Fred L. Gardaphé, Dagoes read: tradition and the Italian/Americanm writer, Toronto, Guernica Editions, 1996. [19]

Robin Healey, Twentieth-century Italian literature in English translation, Toronto, University of Toronto Press, 1998. [20]

Antonino Contiliano, Uno sguardo sulla poesia a Sud e l'“Antigruppo”, in La soglia dell'esilio, Catania, Prova d’Autore, 2000, pp. 99-178.[21]

Salvatore Di Marco, Il filo dell'acquilone: saggi su Ignazio Buttitta, Palermo, Nuova Ipsa, 2000. [22]

Tomaso Kemeny, L'arte di non morire: saggi di anglistica e interventi di poetica, Campanotto, 2000. [23]

Franco Manescalchi, La città scritta: da “Quartiere” alle “Giubbe rosse”: la cultura della poesia del secondo Novecento a Firenze, Firenze, Edifir, 2005. [24]

Salvatore Mugno, L'Antigruppo Siciliano attraverso i suoi principali esponenti del Trapanese: Nat Scammacca, Gianni Diecidue e Rolando Certa, in S. Mugno, Novecento letterario trapanese. Integrazioni e approfondimenti, presentazione di Francesco Vinci, Palermo, Isspe, 2006, pp. 73-90. [25]

Salvatore Mugno, Fino all'alba per ricordare Nat Scammacca, «La Sicilia» (Catania), 26 maggio 2006. [26]

Salvatore John La Gumina, The humble and the eroic: wartime Italian Americans, New York, 2006. [27]

Nat Scammacca, «Bollettario. Quadrimestrale di scrittura e critica fondato da Edoardo Sanguineti e diretto da Nadia Cavalera», 1 gennaio 2010. [28]

Salvatore Ferlita, Hirschmann, poeta beat innamorato dell'Isola, «la Repubblica», 31 maggio 2011.[29]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jerre MangioneBen Morreale, La Storia: five centuries of the Italian American experience, Harper Collins, 1992 - [1]
  2. ^ Giuliano Manacorda, Letteratura italiana d’oggi: 1965-1985, Roma, Editori Riuniti, 1987, pp. 203 e 205 - [2]
  3. ^ Carlo Muscetta (a cura di), La letteratura italiana. Il Novecento, dal decadentismo alla crisi dei modelli, Roma- Bari, Laterza, 1976 [3]
  4. ^ Franco Fortini, I poeti del Novecento, Roma-Bari, Laterza, 1977[4]
  5. ^ «Il Ponte», Manzuoli Editore, vol. 29, Edizione 2, 1973[5]
  6. ^ Vincenzo Arnone, Sicilia come poetica, Edizioni dell’Ateneo, 1984, p. 18 - [6]
  7. ^ Cesare Zavattini – Nat Scammacca, Zavattini e lo sconosciuto: corrispondenza Antigruppo, Trapani, Celebes, 1975 - [7]
  8. ^ «Oggi», settimanale di politica, attualità e cultura, vol. 43, 1987 - [8]
  9. ^ «Archivio Storico Siciliano», Palermo, 2002, p. 420 [9]
  10. ^ Renato Lo Schiavo, La teoria dell'origine siciliana dell'Odissea: il cieco, la giovinetta e il mal consiglio, Palermo, Isspe, 2003 [10]
  11. ^ Tom Hubbard – Ronald D.S. Jack, Scotland in Europe, Editions Rodopi B. V., Amsterdam – New York, 2006 [11]
  12. ^ Ian Brown, The Edinburgh History of Scottish Literature, volume 3°, Edinburgh University Press, 2007 [12]
  13. ^ Antonino Cangemi, "Sulla punta del mare": un'altra storia d'amore per Giacomo Pilati, Siclia Informazioni, 3 settembre 2012

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]