Nastro cardato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il nastro cardato esce da una cardatrice

Il nastro cardato, nastro di carda o tops è una banda di fibra tessile, stretta, appiattita e lunga[1]. La produzione del nastro cardato è un passaggio intermedio delle operazioni di filatura nell'industria tessile[2].

Procedimento[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la cardatura le fibre districate, ridotte a un sottile strato dove sono disposte in modo abbastanza parallelo, vengono trasformate in un nastro piatto, della larghezza di qualche centimetro, pronto per essere ulteriormente lavorato. Le operazioni che subisce sono[3]:

  • lo stiro il nastro cardato viene tirato per assottigliarlo
  • la pettinatura, si applica solo a fibre lunghe, elimina le fibre corte e lascia quelle rimanenti ben ordinate parallelamente nella direzione in cui si costituirà il filo
  • la trasformazione in stoppino, banda di fibre leggermente ritorte di sezione cilindrica, molto più sottile del nastro cardato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alfabeto tessile - Archivi Tessili del Biellese
  2. ^ http://www.relisys.it/Anno1/1_UD15_Filati%20e%20tessuti.pdf
  3. ^ edym.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]