Narva (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Narva
Narva
Il fiume Narva tra i castelli di Narva e Ivangorod.
Stati Estonia Estonia
Russia Russia
Suddivisioni Ida-Virumaa
Leningrado Leningrado
Lunghezza 77 km
Portata media 370 m³/s
Bacino idrografico 53000 km²
Altitudine sorgente 30 m s.l.m.
Sfocia Golfo di Finlandia (Mar Baltico)
Mappa del fiume

Il Narva è il fiume più ampio dell'Estonia. Emissario del Lago Peipsi, scorre attraverso il contestato confine tra Estonia e Russia. Divide la città estone di Narva e quella russa Ivangorod, unite fino al 1953 (anno in cui furono divise dai sovietici). Sfocia, nei pressi di Narva-Jõesuu, nella Baia di Narva, quest'ultima parte del Golfo di Finlandia, nel Mar Baltico.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino di Narva è un ampio lago artificiale (191 km²) che fu creato sul fiume nel 1956. La lunghezza del corso d'acqua è di 77 km, la sua larghezza media 300 metri e la sua profondità 5 metri.

Il suo più importante affluente è il Pljussa. Il fiume dà il suo nome alla cultura di Narva e alla città omonima.

Il fiume ha origine dal lago dei Ciudi (o Peipus), il quale regola naturalmente il flusso del fiume, cosicché non si sono mai avute importanti inondazioni, né siccità.

La portata d'acqua alla foce è di 370 m³/s. Sino al 1957, prima della costruzione della centrale idroelettrica voluta dai sovietici, il fiume Narva era famoso per una magnifica cascata.

Il fiume è navigabile dalla foce sino alla città di Narva ed a valle del lago dei Ciudi. Il tratto di fiume in mezzo non può essere navigato fino a che il fiume non scende i 20 metri della cascata.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]