Naruto the Movie: La primavera nel Paese della Neve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Naruto the Movie: La primavera nel Paese della Neve
Naruto il film.png
Naruto mentre salva la principessa Koyuki
Titolo originale 劇場版 NARUTO 大活劇! 雪姫忍法帖だってばよ!! (Gekijōban Naruto: Daikatsugeki! Yukihime ninpōchō dattebayo!!)
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2004
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.78:1
Genere animazione, azione, avventura, commedia
Regia Tensai Okamura
Sceneggiatura Katsuyuki Sumizawa
Produttore Atsuhiro Iwakami, Jamie Simone
Casa di produzione Aniplex, Bandai, Dentsu Inc., NARUTO Movie Production Committee, Shueisha, Studio Pierrot, Toho, TV Tokyo
Distribuzione (Italia) Mediaset
Storyboard Hirotsugu Kawasaki, Tensai Okamura
Art director Shigenori Takada
Character design Tetsuya Nishio, Hirofumi Suzuki
Animatori Hiroto Tanaka
Fotografia Atsuho Matsumoto
Montaggio Seiji Morita
Effetti speciali Takashi Hashimoto
Musiche Toshio Masuda
Tema musicale "Home Sweet Home", di YUKI
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Naruto the Movie: La primavera nel Paese della Neve (劇場版 NARUTO 大活劇! 雪姫忍法帖だってばよ!! Gekijōban Naruto: Daikatsugeki! Yukihime ninpōchō dattebayo!!?) è un film del 2004 diretto da Tensai Okamura. È un film anime basato sulla popolare serie anime e manga Naruto di Masashi Kishimoto. Venne distribuito in Giappone il 21 agosto 2004, mentre in Italia arrivò solo in TV il 21 marzo 2009. La popolarità della serie generò diversi sequel, molti dei quali inediti in Italia, a cominciare da Gekijōban Naruto: Daigekitotsu! Maboroshi no chitei iseki dattebayo. Il film è ambientato dopo l'episodio 101. La sigla di chiusura originale si intitola "Home Sweet Home" ed è cantata da YUKI. L'adattamento inglese sostituì questa canzone con "Never Give Up" di Jeremy Sweet a causa di restrizioni di licenza. In Italia venne invece sostituita dalla sigla italiana della serie, "Io credo in me", cantata da Giorgio Vanni.

Un OAV, Konoha no Sato no Dai Undōkai, venne incluso con la versione giapponese del film. Il cortometraggio d'apertuta di dieci minuti ruota intorno all'incapacità di Naruto di usare il bagno durante la partecipazione ad un torneo sportivo. È importante perché praticamente ogni personaggio, vivo o morto, dell'universo di Naruto fa la sua apparizione in esso (la maggior parte di loro in piedi mentre sono in coda al bagno). Anche Minato Namikaze fa un'apparizione nell'inquadratura.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Team 7 composto da Naruto Uzumaki, Sasuke Uchiha, Sakura Haruno e Kakashi Hatake parte per una nuova missione dove dovrà riportare la pace nel Paese della Neve. La storia girerà intorno ad un Daimyo (ricco uomo d'affari, legislatore del Paese) di nome Sosetsu Kazahana, che aveva destinato al trono la propria figlia. Il fratello minore di Sosetsu, Doto, assalito dall'invidia e dalla conquista del potere ucciderà in una rivolta suo fratello prendendo in mano il controllo del Villaggio. La figlia di Sosetsu, Koyuki, dopo aver ricevuto un particolare cristallo, decide di fuggire via dalla propria città natale. Il team sarà impegnato in una nuova missione che consiste nel proteggere l'attrice Yukie che altri non è che la Principessa Koyuki durante le riprese del film, dove sarà attaccata dai 3 ninja della Neve: Nadare, Mizore, e Fubuki. Koyuki, grazie all'aiuto di Naruto, Sasuke, Sakura e Kakashi accetterà di ritornare indietro e di riconquistare il potere perduto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale cinematografiche in Giappone il 21 agosto 2004 e venne successivamente distribuito in DVD il 28 aprile 2005. In America il film uscì nei cinema il 6 giugno 2007 e il DVD venne distribuito il 4 settembre 2007. Negli USA Cartoon Network trasmise il lungometraggio l'8 settembre 2007. Il film uscì anche in Canada (23 giugno 2007), in Inghilterra (28 luglio 2007) e in Australia (14 ottobre 2007). In Italia il film venne trasmesso per la prima volta sul canale a pagamento Hiro di Mediaset Premium il 21 marzo 2009, e in seguito replicato in chiaro su Italia 1 diviso in cinque parti, dal 13 al 17 aprile dello stesso anno.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione italiana del film i titoli di coda originali vennero sostituiti da quelli italiani con la sigla italiana della serie TV, "Io credo in me" cantata da Giorgio Vanni (composta però da immagini tratte dal film). Venne inoltre censurata una scena in cui si vedeva del sangue applicando l'effetto negativo alla pellicola, e venne tagliata l'ultima scena presente dopo i titoli di coda.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano del film venne effettuato dalla Logos s.r.l. e diretto da Pino Pirovano, su dialoghi di Laura Distretti. Esso presenta le stesse censure e imprecisioni che caratterizzano il doppiaggio italiano della serie TV.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]