Nancy Brilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nancy Brilli, nome d'arte di Nancy Nicoletta Lina Ortensia Brilli (Roma, 10 aprile 1964), è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Compagna di classe di scuola superiore (Istituto Statale d'Arte Roma 1) di Vittoria Squitieri figlia del regista Pasquale Squitieri, viene presentata da Vittoria al padre che la fa debuttare nel 1984 interpretando il ruolo di Miriam Petacci nel film Claretta e, sempre con Squitieri, bissa l'anno successivo con un importante ruolo nella miniserie TV Naso di cane. Nel 1986 è tra le protagoniste di Dèmoni 2... L'incubo ritorna, scritto da Dario Argento e diretto da Lamberto Bava. Recita a teatro, dal 1987 a 1989, nello spettacolo Se il tempo fosse un gambero accanto a Enrico Montesano, per la regia di Pietro Garinei. La sua carriera continua con Il presente prossimo venturo (1990), Ninà (1993-94), Manola (1995-1997).

Al cinema è protagonista dei film Sotto il ristorante cinese (1986), regia di Bruno Bozzetto; Camping del terrore (1987), regia di Ruggero Deodato; Compagni di scuola (1988), regia di Carlo Verdone; Piccoli equivoci (1989), regia di Ricky Tognazzi, con il quale verrà premiata con un David di Donatello e con un Nastro d'argento; Italia-Germania 4 a 3 (1990), regia di Andrea Barzini; Bruno aspetta in macchina (1996), regia di Duccio Camerini.

In televisione è protagonista di Un cane sciolto, regia di Giorgio Capitani; Una fredda mattina di maggio, regia di Vittorio Sindoni, e Il colore della vittoria (1990); Tutti gli uomini di Sara (1992), regia di Giampaolo Tescari; Papà prende moglie (1993), Italian Restaurant (1994), regia di Giorgio Capitani; Ci vediamo in tribunale (1996), regia di Domenico Saverni; Commesse, regia di Giorgio Capitani. In seguito torna a teatro con lo spettacolo teatrale The Blue Room, liberamente tratto da Il girotondo di Arthur Schnitzler dal quale è già stata tratta una pièce di grande successo interpretata a Londra da Nicole Kidman e David Hare. La regia dello spettacolo italiano è affidata a Marco Sciaccaluga.

Nel 2000 è la protagonista, insieme a Stefania Sandrelli e Giuliana De Sio, della fiction Il bello delle donne, nel ruolo di Vicky Melzi e, sempre nello stesso anno, presta la voce alla gallina Gaia nel film d'animazione Galline in fuga. Nel 2002 è al cinema con il film Febbre da cavallo - La mandrakata, con Gigi Proietti, regia di Carlo Vanzina. Nell'autunno 2004 è la protagonista del film-tv, in due puntate, Madame, per la regia di Salvatore Samperi. Nel 2005 è protagonista de I colori della vita, insieme ad Alessandra Martines e Gabriel Garko.

Nel 2007 è stata protagonista delle fiction Donne sbagliate, regia di Monica Vullo, e Caterina e le sue figlie 2, dove interpretava il ruolo di Renata, signora obesa e depressa, maltrattata dal marito Fefè (Pier Maria Cecchini). Nel 2007 partecipa al film Natale in crociera, nel 2008 a Un'estate al mare e nel 2009 al film corale Ex, nel 2010 interpreta il film di Carlo Vanzina La vita è una cosa meravigliosa e quello di Fausto Brizzi Maschi contro femmine, ma anche il cinepanettone A Natale mi sposo con Elisabetta Canalis. Nel 2011 compare nel film Femmine contro maschi con Emilio Solfrizzi.

Nel 2012 ricopre il ruolo della protagonista ne La locandiera di Carlo Goldoni, regia di Giuseppe Marini.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nancy Brilli è stata sposata con Massimo Ghini dal 1987 al 1990, dopo che si erano conosciuti sul set di Due fratelli, miniserie televisiva di Alberto Lattuada. Dal 1991 al 1994 ha avuto una relazione con Ivano Fossati. Nel 2000 ha avuto un figlio, Francesco, frutto del secondo matrimonio (1997-2002) con Luca Manfredi. Attualmente è la compagna del noto chirurgo plastico Roy De Vita.

Negli anni novanta ha scoperto di soffrire di endometriosi, una malattia che l'ha portata ad avere un tumore dell'utero, che grazie ad un intervento è riuscita a sconfiggere.[1]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Nancy Brilli alla Mostra del cinema di Venezia del 1988

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Conduttrice[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
1990 Piccoli equivoci Migliore attrice non protagonista Vinto
1991 Italia-Germania 4-3 Migliore attrice protagonista Nomination
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
1990 Piccoli equivoci Migliore attrice non protagonista Vinto
1994 Tutti gli uomini di Sara Migliore attrice protagonista Nomination
Premio Flaiano
Anno Titolo Categoria Risultato
1991 Italia-Germania 4-3 Premio all'interprete femminile Vinto

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nancy Brilli confessa: "Ho creduto di morire" in Ladies and Gentlemen, 20 marzo 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore David di Donatello per la migliore attrice non protagonista Successore
Athina Cenci
per Compagni di scuola
1990
per Piccoli equivoci
Zoe Incrocci
per Verso sera

Controllo di autorità VIAF: 168957381 LCCN: no2012010990