Nanše

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nanše è, nella mitologia sumera, la dea della giustizia nonché protettrice della città di Nina (l'attuale Surghul in Iraq). Figlia del dio Enki che organizzò l'universo affidando alla figlia i pesci e la pesca.

La traduzione del nome è "interprete dei sogni" ed era anche considerata la divinità in grado di conferire ai sacerdoti la capacità di predire il futuro dall'interpretazione dei sogni (oniromanzia).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gwendolin Leick, A Dictionary of Ancient Near Eastern Mythology, New York, Routledge, 1998

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia