Nadym (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nadym - Надым
Stato Russia Russia
Lunghezza 545 km
Portata media 590 m³/s[1]
Bacino idrografico 64000 km²
Nasce Uvali Siberiani
Sfocia golfo dell'Ob'

Il Nadym è un fiume della Russia siberiana nordoccidentale (Jamalia), tributario del mar Glaciale Artico.

Nasce dal versante settentrionale dei modestissimi rilievi chiamati Uvali Siberiani, ai confini fra i circondari autonomi della Jamalia e della Chantia-Mansia, emissario del lago Numto; scorre nella parte settentrionale del grande bassopiano della Siberia occidentale, dapprima con direzione nordorientale, compiendo successivamente (a circa metà del percorso) un'ampia svolta di 90° prendendo direzione nordoccidentale. Sfocia lungo la costa sudorientale del golfo dell'Ob'. Il principale affluente del Nadym è la Levaja Chetta, che confluisce dalla sinistra idrografica; altri tributari di qualche rilievo sono Long"egan (anche Chejgijacha) e Jarudej dalla sinistra, Tatljagajacha, Simnegan, Tanlova, Pravaja Chetta, Bol'šoj Jarudej dalla destra.

Il principale centro urbano toccato dal fiume è la città omonima, a valle della quale il fiume diventa navigabile. Il Nadym è gelato, mediamente, da ottobre a fine maggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ alla foce

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia