Nadia Santos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nadia Santos
Universo Alias
Autore J. J. Abrams
Interpretato da Mía Maestro
Voce italiana Laura Latini
Specie umana
Sesso femminile
Professione Spia
Affiliazione APO
Parenti

Nadia Santos è un personaggio immaginario della serie televisiva Alias. È interpretata da Mía Maestro.

È la figlia naturale di Arvin Sloane e Irina Derevko, e sorellastra di Sydney Bristow.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Nadia è una ragazza molto sensibile che è stata accudita in un orfanotrofio a Buenos Aires da un alias di Elena Derevko, la sorella maggiore di Irina Derevko. Una volta trovata da Sydney, mostra la stessa ingenuità di sua sorella per l'incontro con la madre biologica. La sua fiducia verso Sloane la porterà alla morte.

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Nadia fa la sua apparizione alla fine della terza serie, in cui si scopre che esiste un "passeggero" capace di trascrivere l'equazione di Rambaldi. Viene trovata grazie ad Arvin Sloane che poi la userà per l'equazione.

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver aiutato Arvin Sloane per alcuni manufatti di Rambaldi, esce dallo spionaggio per rientrarci nel secondo episodio della quarta serie, dopo una richiesta di Sydney. Inizia un rapporto sentimentale con Erich Weiss, migliore amico di Michael Vaughn. Entra anche lei a far parte dell'APO e cadrà in un coma dovuto all'uso di una agente chimico creato da Rambaldi che la farà impazzire.

Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Nella quinta serie viene vista solo in ospedale fino a quando Sloane riesce a procurare un antidoto per guarirla. Sarà lui stesso a causarle la morte spingendola, senza volerlo, facendola cadere su un tavolino di vetro, poiché lei stava dando fuoco alla pagina 47.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione