NGC 604

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NGC 604
Regione H II
NGC 604 vista dal Telescopio Spaziale Hubble
NGC 604 vista dal Telescopio Spaziale Hubble
Scoperta
Scopritore William Herschel
Anno 1784
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Triangolo
Ascensione retta 01h 34m 33.2s [1]
Declinazione +30° 47′ 06″[1]
Distanza 2,7 milioni a.l.
(840 mila[2] pc)
Magnitudine apparente (V) +14,0 [1]
Dimensione apparente (V) 1′,93 x 1′,2 minuti d'arco[1]
Caratteristiche fisiche
Tipo Regione H II
Dimensioni 760 (raggio) a.l.  
Magnitudine assoluta (V) -13,8
Categoria di regioni H II

NGC 604 è una regione H II all'interno della Galassia del Triangolo (M33).

È stata scoperta da William Herschel l'11 settembre del 1784.

La nebulosa è un enorme "incubatoio" in cui si formano nuove stelle, al suo interno ci sono più di 200 stelle appena nate che ionizzano i gas della nebulosa.[3]

NGC 604 è una delle più grandi regioni H II del gruppo Locale. Considerando la distanza stimata della galassia in cui risiede (2,7 milioni di anni luce), si ottiene un diametro di 1500 anni luce (460 parsec) per la parte più larga. È quindi oltre 40 volte più grande della parte visibile della nebulosa di Orione, ed è anche 6300 volte più luminosa. Se NGC 604 fosse alla stessa distanza della nebulosa di Orione, sarebbe più luminosa di Venere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d NASA/IPAC Extragalactic Database in Results for NGC 604. URL consultato il 3 settembre 2006.
  2. ^ Barba, Rodolfo, An in-depth analysis of a prototypical giant H II region: NGC 604 in HST Proposal ID #10419, 2004.
  3. ^ Astronomy Picture of the Day
  • Alcuni dati nella tabella provengono dal numero di gennaio 2006 della rivista Sky & Telescope, pagina 83.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Orion Nebula - Hubble 2006 mosaic 18000.jpg    New General Catalogue:    NGC 602  •  NGC 603  •  NGC 604  •  NGC 605  •  NGC 606   
oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari