NGC 290

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NGC 290
Ammasso aperto
Immagine dell'ammasso aperto NGC 290 del Telescopio spaziale Hubble (HST).Credit: HST/NASA/ESA.
Immagine dell'ammasso aperto NGC 290 del Telescopio spaziale Hubble (HST).
Credit: HST/NASA/ESA.
Scoperta
Scopritore William Herschel
Anno 1834
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Tucano
Ascensione retta 0h 51m 14,1s [1]
Declinazione -73° 9′ 41,5″[1]
Distanza 200.000 a.l. a.l.  
Magnitudine apparente (V) 11,71
Dimensione apparente (V) 0,8'
Caratteristiche fisiche
Tipo Ammasso aperto
Dimensioni 12 a.l. a.l.  
Età stimata 100 milioni di anni
Altre designazioni
ESO 029-19, Lindsay 42, OGLE-CL-SMC0069, h 2357, GC 164[1]
Categoria di ammassi aperti

NGC 290 è un ammasso aperto situato all'interno della Piccola Nube di Magellano, una galassia satellite della Via Lattea,[2] visibile a sua volta nella costellazione del Tucano. Il suo diametro è di 290 ± 60 anni luce. Fu scoperto da William Herschel l'11 aprile 1834.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c SIMBAD Astronomical Database in Results for NGC 290. URL consultato il 7 aprile 2007.
  2. ^ NASA - Astronomy Picture of the Day. URL consultato il 17 aprile 2007.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Orion Nebula - Hubble 2006 mosaic 18000.jpg    New General Catalogue:    NGC 288  •  NGC 289  •  NGC 290  •  NGC 291  •  NGC 292   
oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari