Mystery Train (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mystery Train
Artista Junior Parker
Tipo album Singolo
Pubblicazione novembre 1953
Durata 2 min : 20 sec
Genere Blues
Etichetta Sun Records
Registrazione ottobre 1953, Sun Studios, Memphis, US

Mystery Train è una canzone scritta da Junior Parker e Sam Phillips.[1] Fu il primo singolo registrato alla Sun Records nel 1953.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Considerata uno standard blues,[2] Parker, accreditato come "Little Junior's Blue Flames", incise la canzone con la sua band di supporto per la Sun Records, neonata etichetta discografica di proprietà di Sam Phillips.

Un commentatore ha fatto notare come uno dei misteri mai risolti di Mystery Train sia proprio da dove provenga il titolo della canzone stessa, che non viene mai citato nel testo del brano. Le parole del testo della traccia sono simili a quelle presenti nel traditional folk Worried Man Blues della Carter Family, a sua volta basata su un'antica ballata celtica, grande loro successo del 1930:[3]

The train arrived sixteen coaches long
The train arrived sixteen coaches long
The girl I love is on that train and gone

Il testo di Parker recita:

Train I ride sixteen coaches long
Train I ride sixteen coaches long
Well, that long black train carries my baby home

Mystery Train fu il singolo che fece seguito a Feelin' Good (Sun 187), successo del 1953 di Junior Parker. Ad accompagnare Parker alla voce, i "Blue Flames", i cui membri erano, presumibilmente, all'epoca: Floyd Murphy (chitarra); William Johnson (piano); Kenneth Banks (basso); John Bowers (batteria); e Raymond Hill (sax tenore).

Versione di Elvis Presley[modifica | modifica wikitesto]

Mystery Train
Artista Elvis Presley
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 agosto 1955
Durata 2 min : 24 sec
Genere Rock and roll
Rockabilly
Etichetta Sun Records
Elvis Presley - cronologia
Singolo precedente
(1955)
Singolo successivo
(1956)

La versione di Elvis Presley di Mystery Train fu pubblicata il 20 agosto del 1955 come Lato B di I Forgot to Remember to Forget (Sun 223). La canzone fu classificata al 77º posto della lista di Rolling Stone delle 500 migliori canzoni di sempre del 2003.[4] Fu riprodotta da Sam Phillips alla Sun Records, con Presley alla voce e alla chitarra, Scotty Moore alla chitarra principale, e Bill Black al basso.

La RCA Records pubblicò una seconda volta questo singolo nel dicembre 1955 (numero 47-6357) dopo averlo acquisito come parte del contratto con Presley.[5] Questa versione raggiunse il numero 11 della classifica nazionale Billboard Country Chart.[6]

La canzone raggiunse il terzo posto come canzone più acclamata dell'anno 1955 dalla Acclaimed Music.[7]

Nonostante Mystery Train sia oggi considerato un classico senza tempo, fu il Lato A I Forgot to Remember to Forget a raggiungere il primo posto della classifica nazionale Billboard nella categoria Country music nel febbraio 1956, restando alla vetta per 5 settimane e rimanendo in classifica per 39 settimane.[8] Fu il primo singolo che rese Elvis Presley conosciuto a livello nazionale come star della musica country.[6][9]

Black, che ebbe successo con i Bill Black Combo, una volta disse ad un visitatore nella sua casa di Memphis, riferendosi al 78 giri della Sun Records di Mystery Train sulla parete: «Now there was a record».[10]

Influenza[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha dato luogo a molte altre opere:

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Burke, Ken and Dan Griffin. The Blue Moon Boys - The Story of Elvis Presley's Band. Chicago Review Press, 2006. pg. 48. ISBN 1-55652-614-8
  2. ^ Herzhaft, Gerard. Encyclopedia of the Blues, University of Arkansas Press, 1992, pag. 463, ISBN 1-55728-252-8
  3. ^ American Experience | The Carter Family: Will the Circle Be Unbroken, Pbs.org. URL consultato il 29 novembre 2010.
  4. ^ Search Articles, Artists, Reviews, Videos, Music and Movies, Rolling Stone. URL consultato il 29 novembre 2010.
  5. ^ Presley, Elvis (RCS Artist Discography) samples and labels
  6. ^ a b Elvis Presley's Sun Recordings
  7. ^ Acclaimed Music Top 3000 songs, 27 maggio 2009.
  8. ^ The Blue Moon Boys - The Story of Elvis Presley's Band. Ken Burke and Dan Griffin. 2006. Chicago Review Press. page 46. ISBN 1-55652-614-8
  9. ^ Ace Collins, The Stories Behind Country Music's All-time Greatest: 100 Songs, New York, The Berkeley Publishing Group, 1996, pp. 94–96, ISBN 1-57297-072-3.
  10. ^ The Blue Moon Boys - The Story of Elvis Presley's Band. Ken Burke and Dan Griffin. 2006. Chicago Review Press. page 152. ISBN 1-55652-614-8
  11. ^ George Plasketes, Images of Elvis Presley in American Culture, 1977-1997: The Mystery Terrain, Haworth Press, 1997, pp. 247–254, ISBN 1-56024-910-2. URL consultato il 20 maggio 2009.
  12. ^ KFAI Radio Without Boundaries | 90.3 Minneapolis | 106.7 St. Paul
  13. ^ Michael Gray, The Bob Dylan Encyclopedia, New York-London, Continuum International, 2006, p. 127, ISBN 0-8264-6933-7.
  14. ^ catalog and sound samples, www.theconnextion.com/artgreenhaw
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock